Hindu Kush

0 recensioni Sii il primo

Hindu Kush (Sensi Seeds)
Hindu Kush (Sensi Seeds)
Hindu Kush (Kiwi Seeds)
Hindu Kush (Kiwi Seeds)
Altre foto
Hindu Kush (Sensi Seeds)
Hindu Kush (Kiwi Seeds)
Genetica
Indica (100%)
Genitori
Landrace di Hindu Kush
THC
18-20%
CBD
Medio
Odore & sapore
Fruttato
Dolce
Effetto
Rilassante
Creativo
Formicolio
Euforico

HINDU KUSH: UN GRANDE CLASSICO DEL PASSATO

Se avete avuto l'occasione di fare qualche boccata di Hindu Kush, sappiate che avete fumato un pezzo di storia. L'Hindu Kush è una delle varietà più antiche del mondo, consumata dall'uomo già millenni fa ed ancora oggi tra le più apprezzate dai fumatori di Cannabis. L'Hindu Kush prende il suo nome dall'omonima catena montuosa che attraversa i confini tra Pakistan ed Afghanistan.

Sebbene si tratti di una varietà autoctona pura, il progresso nell'ibridazione genetica della Cannabis ha stabilizzato questa pianta rendendola ancora più facile da coltivare sia indoor che outdoor.

ODORI, SAPORI ED EFFETTI DELL'HINDU KUSH

L'Hindu Kush è una potente varietà che porta con sé tutte le migliori caratteristiche delle genetiche Indica. Dopo poche boccate si avvertono sensazioni inebrianti e rilassanti. Le quantità moderate di CBD agiscono su tutto il corpo, penetrando nelle zone più recondite dell'organismo. Il THC, il cui contenuto si aggira intorno al 20%, richiede qualche minuto per fare effetto, ma quando agisce sui recettori CB1 colpisce con una potenza travolgente.

Il suo "high" viene descritto da molti come un appesantimento corporeo, dove la forza di gravità tra la testa ed il cuscino sembra aumentare drasticamente. Uno dei benefici più rilevanti dell'Hindu Kush è la sua capacità di allontanare i dolori ed i malesseri più comuni, senza parlare dei suoi incredibili effetti fisici.

I sapori dolciastri e quasi fruttati dell'Hindu Kush vanno di pari passo con le sensazioni rilassanti ed euforiche che si avvertono dopo poche boccate di fumo. Questa varietà è anche conosciuta per la sua capacità di stimolare la creatività. Artisti e musicisti fanno ampio uso dell'Hindu Kush per aumentare le proprie facoltà mentali, ottenendo effetti sia corporei che cerebrali.

Il corpo viene travolto da sensazioni molto piacevoli, che si percepiscono dalla testa alla punta dei piedi come un leggero formicolio subcutaneo. Sebbene non sia particolarmente indicata per uscire a fare passeggiate o per giocare a calcio con un gruppo di amici, questa varietà può rivelarsi la perfetta compagna con cui vedere la televisione sgranocchiando qualche patatina fritta.

L'Hindu Kush stimola efficacemente anche l'appetito, risultando molto benefica per chi ha difficoltà a mangiare. Spesso, le persone malate di cancro che si stanno sottoponendo ad aggressive terapie fanno uso di Cannabis per alleviare gli effetti collaterali delle cure.

Sebbene sia un argomento fortemente dibattuto, chi si affida alle varietà Indica più pesanti, come appunto l'Hindu Kush, ammette di notare dopo poche boccate un maggiore appetito e una forte motivazione per affrontare le normali attività quotidiane. Grazie ai suoi incredibili sapori, ai suoi travolgenti effetti rilassanti ed altamente creativi, l'Hindu Kush occupa un posto di rilievo tra le migliori varietà di Cannabis del mondo.

COMPORTAMENTO DI CRESCITA DELL'HINDU KUSH

L'Hindu Kush ha la reputazione di essere molto facile da coltivare, anche dai principianti. Resiste bene ai cambiamenti repentini di temperatura e ai climi più avversi, il che significa che cresce senza richiedere particolari cure. In media, l'Hindu Kush tende a raggiungere il metro-metro e mezzo d'altezza, producendo fino a 400 grammi per pianta.

Questa varietà si comporta egregiamente quando viene coltivata con la tecnica colturale SoG (Sea of Green). Ciò consente di forzare le piante a fiorire prematuramente dopo appena una o due settimane di crescita vegetativa. In questo modo l'Hindu Kush rimane piccola e cespugliosa, mantenendo altezze facili da gestire. Posizionando un numero elevato di vasi sulle superfici di coltivazione, si possono ottenere piante di dimensioni contenute con cime molto compatte, massimizzando così le rese produttive finali.

L'Hindu Kush è anche conosciuta per produrre grandi quantità di resina. Si ritiene che molti dei primi hashish consumati dall'uomo provenissero proprio da piante di Hindu Kush o da altre varietà con genetica simile. Le sue cime estremamente appiccicose e compatte avvolgono le ramificazioni, soprattutto il fusto centrale dove si forma un'infiorescenza di dimensioni imponenti.

Le cime assumono colorazioni verde scuro e sono completamente ricoperte di cristalli che ricoprono le foglie come uno spesso strato di zucchero a velo. Le colture di Hindu Kush tendono a sprigionare odori molto piacevoli, con fragranze insolitamente dolciastre. Molti paragonano gli odori dell'Hindu Kush a quelli delle spezie e della resina di pino.

Se siete coltivatori principianti e non volete avere problemi durante le vostre prime esperienze colturali, dovete assolutamente provarla. L'Hindu Kush non ha solo la capacità di crescere negli ambienti meno favorevoli, ma riesce a sopportare bene un maggior margine d'errore nei valori di pH.

Per quanto riguarda i piani di fertilizzazione, l'Hindu Kush dovrebbe crescere durante la sua fase vegetativa in un substrato con EC di 2.3. Una volta avviata la fase di fioritura, si potranno regolare i valori di EC, se e quando fosse necessario. Cercate sempre di apportare le giuste quantità di sostanze nutritive e di allontanare gli eventuali parassiti. Potrete assaporare questa deliziosa pianta dopo circa otto settimane di fioritura.

L'HINDU KUSH ALLE COMPETIZIONI CANNABICHE

Oltre ad essere una delle varietà più antiche del mondo e ad essere particolarmente indicata per i coltivatori meno esperti, l'Hindu Kush ha anche vinto numerosi premi in diverse Cannabis Cup internazionali. Una delle prime seedbank a lanciare la propria versione di Hindu Kush sul mercato, oggi molto popolare ed apprezzata, è stata la prestigiosa Sensi Seeds.

Questa genetica ha vinto nel 2006 il primo premio alla Copa De Asturias. Da allora sono emersi altri numerosi fenotipi di Hindu Kush che hanno trovato la loro strada in concorsi e nuovi progetti di ibridazione genetica a livello mondiale.

Coltiva la tua Hindu Kush

Difficoltà di coltivazione
Facile
Tipo di fioritura
Fotoperiodo
Tempo di fioritura
7 settimane
Tempo di Raccolta (all'aperto)
Fine Settembre/Ottobre
Rendimento interna
Media
Rendimento esterna
Medio
Altezza interna
Piccola
Altezza esterna
Piccola

Allevatori / Banche di Semi

Ancora nessuna recensione, sii il primo!