Coltivare Cannabis Con Guano Di Pipistrello


Coltivare Cannabis Con Guano Di Pipistrello

In parole semplici, con "guano di pipistrello" si intendono le feci del pipistrello. Il guano dei pipistrelli che si nutrono di frutta o insetti viene spesso utilizzato dagli orticoltori. Esso infatti può avere molti effetti benefici sul suolo e sulle piante tra cui:

  • Effetti fertilizzanti
  • Effetti inoculanti
  • Effetti antimicotici
  • Effetti fissanti sull'azoto
  • Attivazione del compost
  • Regolazione dei nematodi (vermi)

Il guano è inoltre ricco di batteri benefici perché contiene grandi quantità di "Fauna". La fauna è composta da micro-organismi decompositori che agiscono sulla materia organica delle feci.

Il guano di pipistrello in genere viene scelto perché è organico. Può quindi generare un gusto più gradevole sul prodotto finito rispetto ad un concime chimico. Inoltre, riduce il rischio di un eccesso di nutrimento rispetto ai fertilizzanti artificiali.

Il concetto dell'assenza di sostanze chimiche si applica anche agli ortaggi biologici. Essi sono più costosi rispetto ai prodotti non biologici perché si ritiene che possiedano un sapore migliore.

Il guano di pipistrello agisce velocemente sul terreno e non produce un odore pungente. Un altro motivo per cui il guano è ideale, è che può essere usato mentre si semina e anche mentre la pianta è in fase di crescita.

COME AGGIUNGERE GUANO DI PIPISTRELLO ALLE PIANTE

Aggiungete il guano sul terreno asciutto come fertilizzante a rilascio graduale. Oppure, realizzate un "tè" con esso ed utilizzatelo per nutrire le piante regolarmente. Di solito si preferisce il tè perché in questo modo è più facile regolare la quantità di guano che penetra nel terreno.

Come Realizzare Il Tè di Guano:

  • Usate circa 3.5l di acqua per 3 cucchiai di guano
  • Usate 3 parti di acqua tiepida con 4 parti di acqua fredda per favorire lo scioglimento del guano. Non usate acqua troppo calda!
  • Mescolate l'acqua man mano che aggiungete il guano
  • Lasciate riposare per 8-48 ore
  • Successivamente, coprite liberamente il composto, aggiungendo dei fori di aerazione se necessario
  • Applicate al terreno 3-4 volte a settimana. Potete variare la quantità a vostro piacimento. Potrebbero essere necessarie ulteriori applicazioni se il terreno è altamente drenante

Suggerimento: Potete diminuire la quantità di guano a seconda delle necessità delle vostre piantine più giovani. Dovrebbero bastare 1-2 cucchiai.

DIVERSI TIPI DI GUANO

A seconda dell'alimentazione del pipistrello, nel guano si possono trovare diverse proporzioni di NPK (azoto, fosforo, potassio). Esiste guano di pipistrello specifico per ogni fase della crescita delle piante, dal seme al raccolto.

Guano di Pipistrello Messicano:

  • Alimentazione a base di insetti - contiene un alto tasso di azoto
  • Può essere usato dalla germinazione alla fioritura
  • Perfetto per aggiungere sostanze nutritive al terreno

Guano di Pipistrello Giamaicano:

  • • Alimentazione a base di frutta - alta concentrazione di fosforo
  • • Adatto a tutte le fasi di fioritura, specialmente dagli inizi fino a metà fioritura

Guano di Pipistrello Indonesiano:

  • • Alto contenuti di fosforo e minor concentrazione di azoto
  • • Riduce i livelli di azoto nel terreno. Ideale quindi per preparare le piante alla fine del periodo di fioritura e al drenaggio finale
  • • Aumenta la quantità di tricomi

Il giardinaggio biologico si perfeziona attraverso un'attenta osservazione, tentativi e fallimenti. Questo articolo è una guida generica, non una scienza esatta. Prendete sempre in considerazione i fattori esterni che influiscono sullo sviluppo delle piante, come la varietà, la quantità di luce, il pH e l'atmosfera, sia quando lavorate con il guano di pipistrello che in generale.