Stato giuridico della marijuana in Israele


Stato giuridico della marijuana in Israele

Israele è chiaramente in movimento verso la libertà per la cannabis ricreativa, mentre l'uso medico è già molto diffuso. Hai nello spirito il viaggio verso una parte molto sacra del mondo? Vuoi incontrare il "Padre del THC"?

Qualunque sia la tua ragione per visitare Israele, stai per atterrare nella terra dei cannabinoidi. L'uomo che ha cominciato il movimento medico moderno per la cannabis proviene da qui. Il primo programma clinico per la cannabis terapeutica nel mondo è cominciato qui.

Detto questo, non troverai nessun coffee shop a Tel Aviv (per ora).

MARIJUANA MEDICA IN ISRAELE

Israele si distingue innanzitutto per aver cominciato il movimento a favore della cannabis medica. Il dottor Raphael Mechoulam, un ricercatore israeliano, ha isolato per primo il THC e poi ha scoperto il sistema endocannabinoide. In altre parole, il "programma medico", è cominciato in Israele da molto tempo.

Intorno alla fine del secolo, le cose hanno cominciato a muoversi ancora. Nel 2008, il governo israeliano ha avviato prove mediche della cannabis sui soldati. Nel 2014, un altro passo avanti si è compiuto grazie a 15 famiglie israeliane con bambini malati che hanno minacciato di emigrare in Colorado se la legge sulla cannabis medica non fosse stata modificata.

Tre anni dopo, lo scenario israeliano continua a svilupparsi in modo positivo. Ci sono ora piani per una distribuzione capillare attraverso negozi. Anche le aziende americane del settore stanno cominciando ad affollare il paese. Il loro obiettivo? Diventare partner delle migliori aziende e dei migliori ricercatori nel campo della farmaceutica cannabica.

MARIJUANA RICREATIVA IN ISRAELE

Il programma medico riesce a spingere tutti gli altri tipi di riforma della cannabis, ma fino agli inizi del 2017 era ancora tecnicamente illegale detenere cannabis per uso personale. Ora questo è cambiato. Oggi fumare in pubblico può farti rischiare una piccola multa. Se continui a farti scoprire puoi anche finire in un programma di recupero.

Ma questo è solo l'inizio. Come ovunque nel mondo, anche in Israele riconoscono subito le piante più redditizie. Anche qui gli sviluppi a livello globale influenzano il mercato domestico.

Per la prima volta quest'anno il governo israeliano ha cominciato a parlare dell'esportazione di piante all’estero. Questo in opposizione al modello che prevede di esportare le tecniche di coltivazione ad alta tecnologia e i semi sviluppati in Israele. Questa decisione è già stata annunciata come il primo passo di una riforma completa e definitiva.

La riforma della cannabis nella nazione che ha cominciato tutto ha già entusiasmato gli imprenditori del paese. Gli israeliani sanno riconoscere un nuovo mercato esplosivo quando sta per nascere. Nei prossimi cinque o dieci anni, ogni grande incubatore di start-up del paese avrà almeno un serio investimento in aziende del settore cannabis.

Israele si sta muovendo lungo il cammino del trattamento del consumo di cannabis come questione di sanità pubblica, non come un crimine. Per questo motivo, a partire da quest'anno, questo è ciò che ti può succedere de ti trovano in possesso di erba.

Il primo reato ti costerà. 1.000 shekels (circa 250 euro). La seconda volta, l'ammenda sarà doppia. Sarai anche indirizzato a un centro di assistenza. Se ti prendono per la quarta volta, probabilmente farai alcuni giorni di carcere. Detto questo, le autorità stanno facendo tutto il possibile per impedire che ciò accada. In altre parole, se qui finisci in prigione per aver fumato in pubblico, è solo perché te la sei andata proprio a cercare.

Sì. La marijuana è sulla buona strada per diventare pienamente legale, se non addirittura kosher. Rimanete sintonizzati. Le cose si stanno muovendo velocemente. Israele è ora in corsa con il Canada per avere per prima la cannabis nei normali negozi. Aspettiamoci presto dei prodotti di alto livello, di quelli che ti stendono sul divano. Questo spinge verso la legalizzazione meglio di qualsiasi altro argomento.

SUPPORTA I GRUPPI PER LA LEGALIZZAZIONE IN ISRAELE

A questo punto, la legalizzazione è una cosa abbastanza sicura. In Israele si trova un'enorme industria medica e farmaceutica. L'ecosistema delle start-up sta cominciando ad avvicinarsi alla cannabis.

Oltre alla possibilità di lavorare per il governo o per una start-up con base in un kibbutz, ci sono altre organizzazioni no-profit che stanno cercando di espandere le connessioni globali e di sviluppare l'industria della cannabis in Israele.

Per cominciare puoi guardare cosa fa I-Cann, che sta tenendo conferenze in tutta Europa. Questi sono sempre ottimi posti per incontrare persone e capire subito chi fa cosa.