Effetti sulla salute del fumo di marijuana rispetto al tabacco


Effetti sulla salute del fumo di marijuana rispetto al tabacco

Alcune persone considerano i fumatori di marijuana come scarti non produttivi della società, mentre altri disapprovano i fumatori di sigarette a causa degli effetti del fumo passivo.

I fumatori di marijuana spesso si vantano che la loro sostanza preferita è molto più sicura delle sigarette, mentre i fumatori di sigarette potrebbero credere che fumare tabacco sia meglio che fumare una sostanza illegale.

È vero che sia il tabacco, sia la marijuana hanno certi effetti sulla salute, ma probabilmente il più grande vantaggio che la marijuana ha sul tabacco è che i consumatori non devono necessariamente fumarla per trarne beneficio. In questo articolo ci immergeremo negli effetti che il fumo di tabacco e di marijuana hanno sulla salute umana.

LA VERITÀ SUGLI EFFETTI DEL FUMO

La verità sugli effetti del fumo

Per molti anni gli umani hanno lavorato a diretto contatto con il fuoco. Le prove archeologiche suggeriscono che con il passare del tempo, l'homo sapiens ha iniziato a sviluppare adattamenti genetici per espellere e abbattere meglio a un ritmo costante le tossine del fumo.[1]

Anche se questo sembra abbastanza furbo, ha portato anche ad altre cattive abitudini nell'uomo, come inalare direttamente nei polmoni il fumo di una sostanza vegetale in combustione. Indipendentemente dalla fonte, il fumo può causare danni a determinati processi cellulari nel corpo, che contribuiscono al cancro.

Quando vengono bruciate, numerose sostanze rilasciano tossine e alcune di queste sono più dannose di altre. L'inalazione del fumo non solo indebolisce il sistema immunitario e causa problemi respiratori, ma in alcuni casi può disturbare il sistema riproduttivo.

FUMARE TABACCO VS FUMARE MARIJUANA

Fumare tabacco vs fumare marijuana

Quando si mettono a confronto queste due sostanze, emerge che il fumo della marijuana è molto simile a quello del tabacco. Come molti di noi sanno, il fumo di tabacco ha una lunga e ben documentata storia associata ad alti rischi di cancro ai polmoni, enfisema, malattie cardiache e ipertensione.

Nel complesso, fumare sigarette uccide quasi mezzo milione di persone ogni anno in America.[2] Il suo principale impatto sui polmoni è il rapido sviluppo di una malattia polmonare distruttiva, che rende il fumo di sigaretta la terza causa di morte più prevenibile nel Paese. Sfortunatamente, il fumo di sigaretta causa danni permanenti e irreversibili alle cellule del corpo.

Anche se la cannabis ha dimostrato di alleviare efficacemente alcuni sintomi, in questo caso non è vero che esente da rischi. Spesso, i consumatori di marijuana inalano e trattengono il fumo nei polmoni, il che porta alla deposizione di sostanze chimiche dannose nel corpo.

Come ci si potrebbe aspettare dall'inalazione di materiale vegetale caldo e in combustione, la marijuana può causare disturbi respiratori, tra cui bronchiti e infezioni polmonari causate dalle vie aeree danneggiate. Può anche aumentare le probabilità di un attacco cardiaco perché aumenta la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca. Fortunatamente, il danno può essere invertito se gli individui smettono di fumarla.

ALTERNATIVE AL FUMARE MARIJUANA

Il modo migliore per ridurre al minimo i rischi del fumo di marijuana è di interrompere completamente il consumo o utilizzare altri metodi per consumarla. Fortunatamente, i diversi modi con i quali una persona può consumare la cannabis si sono evoluti nel corso degli anni.

Edibili, vaporizzatori, tinture e dabbing (che utilizza sia la vaporizzazione, sia la combustione) sono solo alcune delle alternative al fumo più sicure. Qualunque strada tu scelga, sarà sempre meno dannosa che inalare il fumo direttamente nei tuoi polmoni.

Riferimenti

  1. ^ Oxford Academic, Divergent Ah Receptor Ligand Selectivity during Hominin Evolution, recuperate January-23-2019
    Legame
  2. ^ CDC, Current Cigarette Smoking Among U.S. Adults Aged 18 Years and Older, recuperate January-23-2019
    Legame