CBD Come Antietà: Funziona?


CBD Come Antietà: Funziona?

Sono stati condotti numerosi studi sul potenziale antietà del CBD. In questo articolo approfondiremo ciò che sappiamo finora sulla capacità del cannabinoide di aiutarci a rimanere giovani.

Se ti fosse data la possibilità di sembrare un ventenne per tutta la vita, probabilmente la prenderesti al volo. Tutti vogliono avere quella luce giovanile, ma sfortunatamente la Fontana della Giovinezza è solo una fantasia.

Detto questo, esiste un numero imprecisato di prodotti che pretendono di ritardare i segni dell’invecchiamento. La presenza del CBD in cosmetici come creme, oli ed altri prodotti, significa quindi che il cannabinoide potrebbe essere d’aiuto anche in questo senso? Negli ultimi anni, i ricercatori hanno studiato il potenziale anti-invecchiamento del CBD, scoprendo alcuni indizi interessanti.

Molte persone usano il CBD per rallentare i segni fisici dell’invecchiamento. Se per caso fossi tra queste persone, questo articolo dovrebbe rispondere a molte delle tue domande.

CBD ed Antinvecchiamento: Cosa Dice la Ricerca?

Cbd come antietà: funziona?

Come indicato in un articolo del 2019, i risultati di più studi suggeriscono che il CBD “regola fortemente la proliferazione, la migrazione e la neurogenesi delle cellule staminali mesenchimali (MCS)”. Queste cellule staminali hanno mostrato “proprietà antinfiammatorie, immunitarie, metaboliche e di autorinnovamento”, convincendo così molti dermatologi sulla capacità antinvecchiamento del CBD.

Lo stesso articolo tratta anche dell’agopuntura cutanea (detta anche micro-needling) con acido ialuronico e CBD. L’acido ialuronico è una sostanza che il corpo produce naturalmente per mantenere i tessuti lubrificati. La maggior parte si trova sulla pelle.

Una sezione dell’articolo spiega come una combinazione di CBD e acido ialuronico abbia aiutato a “prevenire gli effetti dell’invecchiamento”, sottolineando che con l’aiuto dell’agopuntura queste due sostanze penetrano più in profondità nella pelle. Di conseguenza, i nutrienti sono stati utilizzati “fino al 3.000 percento”.

Inoltre, si è notato che il micro-needling con acido ialuronico e CBD stimolava il naturale processo di guarigione del corpo.

L’articolo cita anche il potenziale dell’olio di CBD nella protezione della pelle dai danni del sole attraverso i suoi acidi grassi omega-3 e 6.

Quali Sono le Proprietà Antinvecchiamento del CBD?

Cbd come antietà: funziona?

Vale la pena notare che i risultati dello studio di cui sopra non dimostrano, da soli, che il CBD funzioni come composto antinvecchiamento. Inoltre, la suddetta ricerca sottolinea i potenziali effetti antietà del CBD quando combinato con altre sostanze.

Ma, da solo, in che modo il CBD sembra produrre effetti antietà?

Il CBD Agisce Come Antiossidante

Il nostro corpo invecchia principalmente a causa di Padre Tempo, ma lo stress ossidativo accelera il processo.

Lo stress ossidativo si verifica quando c’è un accumulo di radicali liberi nel nostro organismo. E una quantità eccessiva di radicali liberi è solitamente causata da cattiva alimentazione e scelte di vita. Anche alcuni fattori ambientali, come l’esposizione al fumo di sigaretta ed agli inquinanti atmosferici, svolgono un ruolo.

Gli antiossidanti sono la chiave per abbassare i livelli di stress ossidativo. Questi possono essere contenuti in alimenti come cioccolato fondente, bacche di goji e noci pecan. E secondo diversi studi, anche il CBD agisce come antiossidante.

Uno studio del 2017 ha valutato il potenziale del cannabidiolo come antiossidante neuroprotettivo, rilevando che in quest’ambito il CBD è ancora più efficace delle vitamine C ed E, e che può migliorare la qualità della pelle.

Uno studio del 1998 ha esaminato la stessa ipotesi, indicando che il CBD “protegge i neuroni in misura maggiore” rispetto all’ascorbato, una forma di vitamina C.

CBD per il Trattamento dei Disturbi della Pelle

Alcune condizioni della pelle possono contribuire ai segni dell’invecchiamento. Certe lasciano cicatrici, mentre altre causano una secchezza che fa sembrare la pelle vecchia e rugosa.

Ma, come nota uno studio del 2019, il CBD topico può aiutare a migliorare la qualità della pelle. Viene qui evidenziato il potenziale antinfiammatorio del cannabidiolo, sottolineando come sia un’opzione per la cura della pelle “efficace e non invasiva”.

Lo studio ha coinvolto 20 pazienti che soffrivano di psoriasi, eczema e cicatrici. Si è detto loro di applicare CBD topico sulle aree malate due volte al giorno per tre mesi.

I risultati suggeriscono che l’uso topico di CBD “ha migliorato in modo significativo” le condizioni della pelle dei partecipanti, i quali inoltre non hanno mostrato alcuna reazione avversa.

CBD per Dormire Meglio

La privazione del sonno ha conseguenze dannose. Gli studi hanno collegato la mancanza di sonno a problemi sia cognitivi, sia comportamentali, più avanti nella vita.

La privazione del sonno è anche un noto fattore di accumulo dello stress ossidativo. E come abbiamo affrontato in una sezione precedente, troppo stress ossidativo accelera il processo di invecchiamento fisico del corpo.

Anche qui, alcune ricerche suggeriscono come il CBD possa migliorare la qualità del sonno. Un caso di studio del 2019 sul CBD per il sonno e l’ansia si è concentrato su 72 partecipanti adulti che soffrivano di una scarsa qualità del sonno a causa dello stress. Capsule di CBD sono state somministrate ogni sera dopo cena per tre mesi.

Nel complesso, i risultati mostrano un miglioramento consistente della qualità del sonno tra i partecipanti allo studio. Si evidenzia anche come il CBD “sembri essere meglio tollerato” rispetto ai farmaci psichiatrici.

Come Usare il CBD per l’Antivecchiamento

Cbd per dormire meglio

Il CBD è disponibile in diverse forme. Ma se parliamo dei suoi plausibili tratti antietà, ci concentreremo su due varianti principali: i topici al CBD e l’olio di CBD.

Prodotti Topici con CBD

Le creme topiche antietà sono disponibili in diverse forme. Puoi scegliere tra lozioni, oli, balsami, creme ed unguenti. Se applicati sulla pelle, il CBD ed altri ingredienti possono potenzialmente aiutare i tuoi sforzi antinvecchiamento riducendo secchezza ed arrossamento mentre idratano la pelle.

Poiché il CBD topico esercita effetti localizzati sulla pelle, risulta possibile dirigere gli effetti antietà del CBD direttamente alla fonte del problema.

Olio di CBD

L’olio di CBD utilizzato per la cura della pelle verrà probabilmente applicato localmente anziché per via sublinguale. Come sempre, ti consigliamo di scegliere prodotti di alta qualità, come l’olio di CBD a spettro completo, soprattutto se hai la pelle sensibile.

Sebbene l’olio di CBD per uso topico sia il più usato per problemi legati alla pelle, anche prenderlo per via sublinguale può contribuire agli effetti antietà del CBD, dall’interno verso l’esterno. Il CBD ad uso topico e sublinguale può essere utilizzato contemporaneamente per aiutare l’organismo da diverse angolazioni.

Cosa Considerare Quando Si Acquistano Prodotti Antietà al CBD?

Olio di cbd

Quindi, stai per acquistare alcuni prodotti antietà e per la cura della pelle al CBD. Ma prima di spendere i tuoi soldi, ecco alcune cose da considerare:

• Per quanto possibile, scegli prodotti a base di canapa biologica ed estratti con CO₂. Questo dovrebbe aiutare a ridurre le possibilità che potenziali sostanze irritanti entrino in contatto con la pelle.

• Scegli prodotti testati da laboratori indipendenti. Questi prodotti sono privi di contaminanti e contengono la quantità esatta di CBD dichiarata.

• Assicurati di acquistare olio di CBD e non puro olio di semi di canapa. Sebbene l’olio di semi di canapa abbia i suoi benefici, non contiene CBD.

• Evita prodotti con troppi additivi od ingredienti extra. Le formule di CBD a spettro completo sono una buona scelta in quanto contengono solo ingredienti che si trovano naturalmente nella pianta di canapa.

Il CBD Aiuta l’Antinvecchimento?

Olio di cbd

Ci siamo rivolti alla scienza nelle sezioni precedenti. Ora andremo nello specifico dei benefici, la maggior parte dei quali sono confermati da prove aneddotiche. Ecco alcune delle domande più comuni che le persone si pongono riguardo al CBD e all’antinvecchiamento.

Il CBD Ti Fa Sembrare Più Giovane?

Alcune persone affermano che i prodotti topici al CBD forniscano la protezione alla pelle necessaria per rallentare il processo di invecchiamento. Ciò è in gran parte dovuto al potenziale antiossidante del cannabinoide. Insieme al cannabidiolo, molti prodotti per la cura della pelle al CBD contengono anche collagene, una proteina che rallenta il rilassamento cutaneo.

Oltre alle proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie del CBD, si ritiene che il collagene mantenga la pelle idratata. Di conseguenza, le creme al CBD contenenti collagene possono ridurre le linee sottili e le rughe che fanno sembrare la pelle più vecchia.

Il CBD Può Rassodare la Pelle?

Le aziende farmaceutiche si affidano ai presunti benefici del CBD per il rafforzamento della pelle. Sebbene non sia chiaro se il CBD possa rassodare la pelle, uno studio del 2017 si concentra sul potenziale del cannabidiolo di aumentare la produzione di melanina.

Più melanina significa più protezione dai dannosi raggi UV del sole. E in effetti, la pelle ottiene un aspetto più giovane.

Il CBD Può Combattere le Rughe?

In una sezione precedente abbiamo menzionato come il CBD possa combattere i segni dell’invecchiamento cutaneo con la sua presunta capacità antiossidante ed antinfiammatoria. Alcuni ipotizzano che possa potenzialmente regolare la produzione di sebo, in particolare sul viso.

Seguendo questa teoria, molti consumatori di CBD contano sul fatto che possa mantenere la pelle più liscia, più elastica e meno rugosa.

CBD ed Antinvecchiamento: Funziona?

Il cbd può combattere le rughe?

In soli dieci anni il cannabidiolo è entrato davvero nella coscienza collettiva, sia degli esperti medici che del pubblico. Ma sebbene i risultati ottenuti finora siano promettenti, sono necessari ulteriori studi per fornire risposte definitive.

Ma ecco cosa sappiamo finora:

• Il CBD ha il potenziale di migliorare la qualità complessiva della pelle. Grazie alle sue note proprietà antiossidanti, può potenzialmente proteggere la pelle dagli irritanti.

• Gli esperti vedono un grande potenziale nel CBD come agente antinfiammatorio.

• Il CBD potrebbere non aiutare solo l’invecchiamento fisico. I ricercatori hanno anche studiato il suo potenziale nel ritardare l’invecchiamento cerebrale e possibilmente nell’ostacolare le malattie neurodegenerative.

In effetti, questi sono segnali molto incoraggianti. Ma se scegli di usare il CBD per scopi antietà, è sempre meglio consultare un medico prima di farlo.