Profilo Terpenico: Linalolo


Profilo Terpenico: Linalolo

Offrendo molto più di semplici aromi, i terpeni sono in parte responsabili degli effetti complementari della cannabis. Finora, questi composti aromatici presenti in tutte le varietà di marijuana avevano ricevuto pochissime attenzioni.

Tuttavia, con la crescente legalizzazione e le nuove ricerche, stiamo imparando sempre di più sull'azione della nostra amata erba all'interno del nostro corpo. A tal fine, conoscere i terpeni, in questo caso il linalolo, può contribuire a migliorare ulteriormente gli effetti della marijuana.

CHE COS'È IL LINALOLO?

Nonostante la difficoltà a pronunciare il suo nome, in molti conoscono il linalolo senza nemmeno saperlo. È responsabile del caratteristico aroma sprigionato dalla lavanda. Questo distinto e pungente terpene è anche presente nella cannabis. I terpeni sono prodotti all'interno dei tricomi delle piante mature di cannabis ed hanno la capacità di far variare gli effetti da una varietà all'altra. Due genetiche possono infatti condividere lo stesso contenuto di cannabinoidi, ma il loro specifico profilo terpenico provocherà effetti diversi, a seguito dell'effetto entourage.

Il linalolo è presente in oltre 200 specie vegetali. Ciò non significa che la sua presenza nella cannabis sia meno eccezionale. I consumatori di cannabis non devono preoccuparsi dei rischi associati al consumo di linalolo, poiché viene metabolizzato in modo incredibilmente rapido dal nostro corpo.

QUALI SONO GLI EFFETTI E I POSSIBILI BENEFICI TERAPEUTICI DEL LINALOLO?

Data l'incidenza del linalolo in così tante piante, dovrà pur essere di qualche utilità? Il linalolo, infatti, non è solo considerato un analgesico ed un antinfiammatorio, ma viene anche usato per conciliare il sonno.[1] Inoltre, viene spesso usato negli studi sulle possibili terapie per il morbo di Alzheimer. Nel 2016, uno studio ha rilevato che il linalolo può ridurre alcuni dei disturbi associati a questa malattia.[2] Sebbene la ricerca sia ancora agli inizi, i potenziali benefici del linalolo sono molto interessanti.

Nonostante sia stato usato per secoli come rimedio tradizionale, la medicina moderna ha finalmente confermato l'uso del linalolo come sedativo naturale.[3] A quanto pare, anche le persone affette da epilessia possono trarre benefici da questo potente terpene. Sebbene sia stato testato solo su topi di laboratorio, ulteriori ricerche hanno dimostrato la sua capacità di prevenire, in alcuni casi, le convulsioni.[4] Un nuovo studio volto ad individuare le specifiche reazioni al linalolo potrebbe contribuire a far crescere ulteriormente questa lunga lista di applicazioni terapeutiche.

COME AGISCE IL LINALOLO?

Come agisce il linalolo?

Il potenziale del linalolo risiede nella sua capacità di innescare i ricettori nel cervello. È stato dimostrato che inibisce i recettori che stimolano il rilascio di glutammato, riducendo allo stesso tempo la forza di segnalazione dell'acetilcolina, entrambe sostanze chimiche presenti all'interno del nostro corpo. Il primo potrebbe spiegare le proprietà anticonvulsivanti del linalolo, mentre il secondo è collegato al potenziamento degli effetti di altri sedativi. Tuttavia, come accennato in precedenza, gli studi sono ancora carenti di prove conclusive.

Una cosa è certa, con il suo uso in diversi prodotti erboristici e la sua capacità di interagire con vari recettori del corpo, il potere curativo del linalolo è più di una semplice storia intrisa di tradizione.

IL POTERE DEI TERPENI

Con le attenzioni quasi sempre rivolte verso i soli cannabinoidi, i terpeni sono stati trascurati per molti anni. Tuttavia, le particolari miscele di terpeni e cannabinoidi sono ciò che caratterizzano le varietà di cannabis in termini di sapori, profumi ed effetti.

Selezionando varietà appositamente ibridate per ottenere determinati terpeni, i consumatori potrebbero potenzialmente aumentare gli effetti terapeutici naturali. Inoltre, con l'aumento della popolarità dei concentrati di cannabis, molto probabilmente aumenteranno anche le varietà appositamente selezionate per il loro particolare profilo terpenico.

Grazie alle avanzate tecniche di estrazione dei concentrati, si possono mantenere tutti i terpeni di una pianta, mentre con i metodi più tradizionali come il fumo questi composti possono degradarsi ancora prima che il corpo abbia la possibilità di sperimentarli.

VARIETÀ RICCHE DI LINALOLO

Varietà ricche di linalolo

Se tutto questo parlare dei benefici terapeutici del linalolo vi avesse stuzzicato la curiosità, prendete in considerazione le seguenti varietà ricche di questo terpene.

  • Grandaddy Purple S1: I riflessi violacei sono un omaggio indiscutibile della presenza del linalolo in questa varietà. A predominanza indica, i consumatori possono aspettarsi un "high" stimolante a livello corporeo, che offre una sensazione generale di calma e serenità.
  • Amnesia Haze: Questo grande classico con genetica sativa è un'ulteriore fonte di linalolo. Questa volta, gli effetti sono stimolanti a livello cerebrale, piuttosto che a livello corporeo.
  • Special Kush: Una miscela di genetiche indica e sativa in parti quasi uguali che offre una via di mezzo tra le varietà appena menzionate. Particolarmente ricca in linalolo, la Special Kush è la varietà perfetta per le occasioni sociali.
Riferimenti

  1. ^ NCBI, Anti-inflammatory activity of linalool and linalyl acetate constituents of essential oils., recuperate January-09-2019
    Legame
  2. ^ NCBI, Linalool reverses neuropathological and behavioral impairments in old triple transgenic Alzheimers mice., recuperate January-09-2019
    Legame
  3. ^ NCBI, Involvement of adenosine A1 and A2A receptors in (-)-linalool-induced antinociception., recuperate January-09-2019
    Legame
  4. ^ NCBI, Anticonvulsant activity of the linalool enantiomers and racemate: investigation of chiral influence., recuperate January-09-2019
    Legame