Profilo Terpenico: Geraniolo


Profilo Terpenico: Geraniolo

Per la maggior parte delle persone amanti della ganja, tutta la cannabis emana un odore meraviglioso. Ma potreste aver notato che certe varietà sprigionano un profumo specifico, e alcune possiedono un aroma più o meno intenso rispetto alle altre.

I responsabili di queste fragranze caratteristiche sono i terpeni. I terpeni sono molecole aromatiche ampiamente presenti in natura. Essi aiutano le piante ad allontanare i parassiti e a sopravvivere. Inoltre, sono responsabili dei profumi distintivi emessi dalle piante, incluse quelle di cannabis.

Il principale terpene che genera un aroma dolce e pungente nei fiori di cannabis si chiama geraniolo.

COS'È IL GERANIOLO?

Il geraniolo è un terpene presente in alcune varietà di cannabis, e anche in altre piante come le rose, le pesche, la citronella, il coriandolo, il geranio e i limoni. Alcuni degli aromi caratteristici emanati da queste piante e frutti derivano dalla presenza del geraniolo.

Grazie alla sua essenza invitante, questo terpene viene spesso utilizzato nel settore industriale e commerciale, dove viene aggiunto a prodotti come oli essenziali, alimenti, profumi e lozioni.

Il geraniolo ha un odore delizioso. Ma questo terpene racchiude un potenziale molto più ampio, oltre al semplice utilizzo come fragranza. Alcuni studi hanno infatti evidenziato interessanti potenzialità terapeutiche.

QUALI SONO GLI EFFETTI E LE POSSIBILI APPLICAZIONI TERAPEUTICHE DEL GERANIOLO?

Quali sono gli effetti e le possibili applicazioni terapeutiche del geraniolo?

Svolgendo delle ricerche più approfondite a livello scientifico, scopriamo che in realtà esistono diverse informazioni relative al geraniolo.

Secondo alcuni studi compiuti in passato, il geraniolo mostra proprietà antivirali, antinfiammatorie, antispastiche e neuroprotettive. Il terpene sembra inoltre possedere capacità antiossidanti e antitumorali. Qualcuno afferma che potrebbe persino rappresentare un possibile trattamento per il cancro in un prossimo futuro.

Un documento del 2016 pubblicato nell'International Journal Of Oncology illustra i possibili effetti antitumorali del geraniolo.[1] Gli autori dell'articolo affermano che il terpene è associato al trattamento e alla prevenzione di vari tipi di cancro, come quello al seno, ai polmoni, al colon, alla prostata, al pancreas e al fegato.

Il geraniolo potrebbe agire sull'organismo in vari modi. Gli scienziati hanno notato che è in grado di controllare i segnali multipli delle molecole coinvolte nei processi biologici relativi alla proliferazione del cancro.

Secondo una ricerca pubblicata nel 1988, il geraniolo possiede anche proprietà antimicotiche.[2] Lo studio, pubblicato nella rivista Lipid, ha evidenziato che il geraniolo è in grado di inibire lo sviluppo di Candida albicans e Saccharomyces, due lieviti molto comuni negli esseri umani adulti.

Il terpene è in grado di ottenere tali effetti aumentando il tasso di rilascio di potassio nelle cellule, ed aumentando la fluidità della membrana cellulare. Tale azione ha spinto i ricercatori ad affermare che il geraniolo può avere un effetto antimicotico.

Secondo un'indagine del 2015, il geraniolo possiede anche proprietà antinfiammatorie.[3] Un documento del 2015 pubblicato nella rivista European Journal of Pharmacology, dichiara che il geraniolo riduce la fibrosi, ovvero l'ispessimento e la cicatrizzazione del tessuto connettivo soggetto a lesione. È stato inoltre notato che il terpene esercita un'azione antinfiammatoria in caso di aterogenesi, un disturbo che colpisce le pareti delle arterie, causato da un'alimentazione scorretta.

Il geraniolo viene studiato anche per le sue proprietà neuroprotettive, che potrebbero essere utili per chi soffre di neuropatia - ovvero un danno ad alcune parti del sistema nervoso, che può causare sintomi come torpore, formicolio e dolore. Tutto ciò è sufficiente ad entusiasmare biohacker e fan delle sostanze nootrope, costantemente alla ricerca di soluzioni per ritardare l'invecchiamento e il deterioramento fisiologico.

Un articolo del 2014 pubblicato nel Journal of Neuroscience Research, ha indagato sugli effetti del geraniolo nei ratti affetti da neuropatia diabetica.[4] A quanto pare, il terpene si è dimostrato efficace sotto vari aspetti,. I ricercatori hanno dunque ipotizzato che il geraniolo potrebbe rappresentare una terapia promettente nella gestione della neuropatia diabetica negli umani.

IL VALORE DEI TERPENI

Queste scoperte, e gli studi condotti sui terpeni presenti nella cannabis, dimostrano che questa pianta ha molto altro da offrire, oltre ai cannabinoidi.

Si sa che i cannabinoidi possiedono notevoli proprietà terapeutiche, ma anche i terpeni meritano la dovuta attenzione per gli effetti che sono in grado di produrre. La cosa interessante è che entrambe le famiglie di molecole sono più efficaci se utilizzate insieme. Ciò suggerisce che gli estratti dell'intera pianta potrebbero essere più efficaci rispetto alle molecole isolate.

VARIETÀ DI CANNABIS RICCHE DI GERANIOLO

Varietà di cannabis ricche di geraniolo

Come citato precedentemente in questo articolo, il geraniolo è responsabile del caratteristico aroma floreale, intenso e pungente di alcune varietà. Ecco alcuni esempi:

  • Amnesia Haze: questa genetica ricca di THC provoca uno sballo potente e confortevole. Ogni boccata di fumo è accompagnata da sapori dolci, influenzati dalla presenza di geraniolo.
  • Afghani: questo ceppo autoctono, indica al 100%, è ricco di sapori terrosi. I livelli di THC medi generano uno sballo lucido e soave, che stordisce a livello fisico.
  • Headband: questa varietà discende da Chemdawg 91 e Loud OG. Gli elevati livelli di THC e le dosi moderate di CBD, offrono uno sballo variegato, euforico e stimolante a livello fisico. I sapori racchiudono note di agrumi, diesel e limone. I fumatori alla ricerca di quantità abbondanti di geraniolo resteranno pienamente soddisfatti da questa varietà.
Riferimenti

  1. ^ NCBI, The antitumor effects of geraniol: Modulation of cancer hallmark pathways (Review), recuperate January-09-2019
    Legame
  2. ^ Springer, Geraniol interferes with membrane functions in strains ofCandida andSaccharomyces, recuperate January-09-2019
    Legame
  3. ^ NCBI, Geraniol attenuates fibrosis and exerts anti-inflammatory effects on diet induced atherogenesis by NF-κB signaling pathway., recuperate January-09-2019
    Legame
  4. ^ Wiley Online Library, Protective effects of geraniol (a monoterpene) in a diabetic neuropathy rat model: Attenuation of behavioral impairments and biochemical perturbations, recuperate January-09-2019
    Legame