Perché l’erba mi influenza in modo diverso dai miei amici?


Perché l’erba mi influenza in modo diverso dai miei amici?

Ciao!

Solitamente fumo in compagnia con gli amici ed anche se fumiamo lo stesso bong o vaporizzatore con le stesse quantità, non mi sballo mai come la maggior parte del gruppo. Faccio qualcosa di sbagliato? Dovrei fumare di più per ottenere gli stessi effetti? O potrebbe essere qualcosa di diverso?

Saluti dalla Germania!

Johan

P.S. io ed i miei amici amiamo questo sito!


Ciao Johan,

Prima di tutto, siamo felici che tu ed i tuoi amici apprezziate il nostro sito. Facciamo del nostro meglio!

Per rispondere alla tua domanda, dobbiamo iniziare dicendo che non esiste una misura unica della cannabis che vada bene per tutti. Questo, è molto simile al modo con cui ogni individuo reagisce al caffè o ai dolci, quindi l’erba e l’effetto che ne deriva dipende molto dal tuo corpo e dal DNA unico.

HAI MAI PROVATO UN EFFETTO DIVERSO DAI TUOI AMICI?

Se hai mai avuto una sessione di fumata pesante con alcuni amici, potresti aver notato che, anche se fumi la stessa varietà, non provi lo stesso sballo della altre persone del gruppo e probabilmente potresti anche esserti sentito molto rilassato o pigro mentre gli altri provavano l’effetto opposto: energico e risollevante.

IL NOSTRO SISTEMA ENDOCANNABINOIDE

IL NOSTRO SISTEMA ENDOCANNABINOIDE

Prima di perderci in un mare di parole scientifiche, vale la pena spiegare come funziona il nostro corpo insieme alla cannabis. Gli endocannabinoidi sono composti chimici presenti in modo naturale nei nostri organismi e ci aiutano a sentirci meno ansiosi o possono dare un leggero sollievo dal dolore.

I cannabinoidi vengono forniti dalla cannabis e si sostituiscono agli endocannabinoidi quando fumiamo o ingeriamo la marijuana. In poche parole, sia i nostri endocannabinoidi che i cannabinoidi esterni non avrebbero effetto senza il sistema endocannabinoide.

Attraverso tutti i nostri corpi, abbiamo i ricettori cannabinoidi, o CB1 o CB2, che sono connessi al sistema endocannabinoide e che reagiscono quando vengono a contatto con i cannabinoidi o gli endocannabinoidi. Questa reazione, può variare dall’euforia intensa che proviamo quando fumiamo erba ed alla sensazione di sonno che si prova quando si consuma il cannabinoide CBN (cannabinolo).

TOLLERANZA, ATTIVITÀ FISICA E DIETA

Se consumi cannabis di buona qualità o molta cannabis, la tua tolleranza inizierà ad alzarsi lentamente. Può anche darsi che la tua tolleranza sia più alta di quella dei tuoi amici e che tu senta molto meno fumando la stessa quantità.

Anche l’attività fisica può giocare un ruolo significativo proprio come con il consumo dell’alcool, quindi se sarai stanco ti colpirà in modo più forte.

C’è una teoria che afferma che consumare il mango può incrementare lo sballo. Questo avviene perché il mango contiene il mircene, un terpene che aumenta la permeabilità delle cellule nel nostro organismo. Quindi, il motivo per cui proverai uno sballo differente è anche perché hai una dieta diversa dai tuoi amici.

I NOSTRI GENI GIOCANO UN RUOLO CHIAVE

Mentre alcune delle variabili della tua reazione alla cannabis potrebbero essere la tolleranza, lo stato mentale, quello che hai mangiato durante la giornata e l’attività fisica, il fattore più importante della reazione del tuo corpo alla cannabis è probabilmente il DNA.

Anche se fondamentalmente funzioniamo tutti allo stesso modo, da persona a persona ci sono piccole variazioni nel nostro codice genetico come la necessità di cibo ed acqua per sopravvivere, e questo ci fa reagire in modi differenti. La quantità di sballo o il modo con cui una varietà altera il nostro umore, sono la stessa cosa. Le variazioni minori o mutazioni in parti del nostro DNA, possono far sentire una persona più sballata anche se ha avuto la stessa dose che un’altra persona riesce a sentire a malapena.

Il DNA definisce chi siamo come esseri ed è un codice genetico presente in tutti gli organismi.

SECONDO LA SCIENZA, LE MUTAZIONI NEL DNA CAUSANO DIFFERENZE LEGGERE

SECONDO LA SCIENZA, LE MUTAZIONI NEL DNA CAUSANO DIFFERENZE LEGGERE

Studi hanno dimostrato che quelle piccole variazioni nei nostri ricettori CB1 e CB2, indicano il motivo per cui tutti reagiscono in modo diverso quando si fuma o si ingerisce la cannabis.[1] Forse, le nostre genetiche fanno in modo che alcune persone abbiano più o meno ricettori? O forse il THC si lega in modo migliore in alcune persone? Potrebbero esserci tutti i tipi di fattori differenti dettati dal nostro DNA.

Infatti, è stata identificata una rara mutazione genetica in alcuni adulti che causa un’alto livello di endocannabinoidi nel loro organismo, la quale può diminuire l’impatto di ansia e depressione.[2]

Con piccole variazioni nel nostro DNA, gli scienziati sono stati in grado di determinare se in alcuni pazienti la presenza di THC abbia prodotto effetti differenti come risultato delle loro differenze genetiche.[3] Alcuni pazienti, con il THC hanno provato un indebolimento della memoria più significativo di altri nello stesso gruppo sotto controllo.

Mentre al momento non esiste un modo per determinare in che modo potresti reagire quando fumi la cannabis, la tua struttura genetica giocherà un ruolo chiave in come ti sentirai, comparato a qualunque altra persona. Gli effetti complessivi sono generalmente gli stessi, ma le piccole sfumature come la durata di un effetto o se ti sentirai assonnato o energico, verranno determinate dal funzionamento individuale della tua struttura genetica. La strategia migliore è quella di provare piccole quantità di cannabis ed aumentare il dosaggio in modo graduale.

Speriamo che questo chiarisca un po’ la tua domanda e non vediamo l’ora di avere una tua risposta!

Saluti,

Il Team di CannaConnection

Riferimenti

  1. ^ Medicinal Genomics, Genetic moderation of the effects of cannabis: Catechol-O-methyltransferase (COMT) affects the impact of ∆9-tetrahydrocannabinol (THC) on working memory performance but not on the occurrence of psychotic experiences, recuperate January-09-2019
    Legame
  2. ^ NCBI, Rare genetic variants in the endocannabinoid system genes CNR1 and DAGLA are associated with neurological phenotypes in humans, recuperate January-09-2019
    Legame
  3. ^ NCBI, Genetic moderation of the effects of cannabis: catechol-O-methyltransferase (COMT) affects the impact of Δ9-tetrahydrocannabinol (THC) on working memory performance but not on the occurrence of psychotic experiences., recuperate January-09-2019
    Legame