4 Consigli per non odorare di ganja dopo aver fumato


4 Consigli per non odorare di ganja dopo aver fumato

Si sa che le cime di cannabis emanano un odore caratteristico estremamente pungente. Beh, anche il fumo di cannabis è altrettanto intenso. E, senza che ve ne rendiate conto, anche voi stessi siete intrisi dalla stessa fragranza ogni volta che fumate uno spinello.

L'odore intenso della ganja può persistere a lungo sui vestiti, sulla pelle, sull'alito e sui capelli, rendendo evidente a chiunque che fino a poco tempo prima stavate fumando una canna o stappando un bong. Ciò può essere problematico, soprattutto se fumate prima di andare a lavoro o partecipare ad eventi sociali formali. Ma, seguendo questi semplici consigli per camuffare l'odore, sarete sempre freschi e profumati, pronti per ogni occasione.

1. RINFRESCARE L'ALITO

RINFRESCARE L'ALITO

L'odore di fumo può persistere dentro e attorno alla bocca per molto tempo. Se vi presentate a lavoro con l'alito che sa di ganja, tutti capiranno che avete fumato. In più, risulterete poco professionali e potreste non offrire un'impressione positiva a colleghi e clienti.

Per fortuna, rinfrescare l'alito in breve tempo è facilissimo. Se consumate ganja prima di uscire di casa, ricordatevi di passare in bagno e spazzolarvi i denti energicamente. Se invece accendete lo spinello mentre siete in giro, masticate una gomma o una mentina. Usate una salvietta rinfrescante per rimuovere l'odore attorno alla bocca e sul resto del viso.

2. RIMUOVERE L'ODORE DALLE MANI

L'odore di fumo può restare sulle dita per ore dopo che avete fumato.
Potreste averlo notato dopo aver incrociato le dita sotto il mento mentre eravate alla scrivania, ed essere stati inondati da una zaffata di terpeni aromatici rimasti sui polpastrelli.

Per eliminare questo odore, dirigetevi al lavandino più vicino e sperate di trovare un sapone che deterga a fondo. Se siete fuori casa o non potete usare il sapone, portate con voi una crema per le mani profumata, e spalmatela sulla pelle dopo aver lavato le mani con un po' d'acqua.

3. FUMARE IN UN AMBIENTE VENTILATO O CONTROVENTO

FUMARE IN UN AMBIENTE VENTILATO O CONTROVENTO

Fumare in una stanza chiusa con aria stagnante permette al fumo di ganja di attaccarsi ancora più facilmente a corpo e vestiti. Se fumate in ambienti chiusi ricordate di aprire una finestra e creare una buona corrente d'aria. La brezza allontanerà il fumo, evitando che l'odore si depositi su oggetti e vestiti.

Potete anche accendere una candela profumata o un bastoncino di incenso nella stanza, per eliminare o camuffare l'odore di fumo penetrato nei tessuti degli abiti che indossate. Se state fumando all'aperto, posizionatevi controvento, in modo che il fumo venga trasportato lontano da voi.

4. TENETE VESTITI E CAPELLI LONTANO DAL FUMO

Per evitare che i vestiti odorino di ganja è più facile tenerli lontani, piuttosto che provare a mascherarne l'odore dopo che si sono impregnati di fumo. Se non fa troppo freddo, toglietevi gli strati di vestiario esterni e collocateli in un'altra stanza, o comunque lontano dal punto in cui state fumando. Se invece indossate solo un indumento a contatto con la pelle, portate con voi un deodorante o un profumo, per rinfrescarvi dopo aver fumato. Spruzzare sui vestiti un deodorante per tessuti è sicuramente meglio rispetto all'usare del profumo.

Se avete già pianificato quando e dove fumare, potete eliminare completamente il problema indossando degli abiti appositi mentre fumate, e cambiandoli con altri vestiti puliti per andare a lavoro, a scuola, ecc. Alcune persone possiedono una speciale "giacca da ganja", da indossare solo nelle occasioni in cui fumano cannabis.

Inoltre, le persone con i capelli lunghi dovrebbero farsi la coda prima di fumare, in modo da evitare che l'odore di fumo penetri nei capelli. Chi invece ha baffi lunghi o barba folta, dovrebbe rinfrescarsi il viso dopo aver fumato.