5 Consigli per eliminare qualsiasi traccia di odore di marijuana


5 Consigli per eliminare qualsiasi traccia di odore di marijuana

Non è certo un mistero che l’odore d'erba sia molto caratteristico e facile da riconoscere. L’odore dei fiori che bruciano o quello delle cime che crescono su una pianta si equivalgono.

Ovviamente, nei posti dove l’erba è stata depenalizzata dalla proibizione ignorante, questi aromi deliziosi non sono un gran problema. Tuttavia, nelle regioni in cui le piante sono ancora illegali, i fumatori vorrebbero minimizzare l’odore per questioni di privacy.

Ovviamente, molte persone fumano erba tra le comode mura di casa e ad alcune piace anche farlo in macchina con i finestrini chiusi. Quindi, indipendentemente dalla tua posizione, dopo un po' gli odori dei tuoi vestiti, della tua macchina e di tutto ciò che ti circonda potrebbero diventare piuttosto strani. 

Prevenire è sempre meglio che curare. L’opzione più semplice include l’utilizzo di candele profumate ed incenso per mascherare l’odore. Tenere la finestra aperta aiuta anche a far uscire il fumo dalla stanza, ma, ovviamente, spargerà l’odore in giro per la tua zona.

Si possono usare i filtri piccoli e maneggevoli conosciuti come "sploof" per espirare il fumo dentro. Un modo più estremo, ma efficace, è l’utilizzo di un purificatore d’aria.

Come posso sbarazzarmi degli odori accumulati nel tempo in casa o in auto se devo, ad esempio, lasciare l'appartamento o vendere la mia macchina?

1. PULISCI LE PARETI DI CASA

1. pulisci le pareti di casa

Se non riesci a tenere fuori l’odore quando fumi, allora dovrai farlo in un secondo momento. Inizia pulendo i tuoi muri.

Prima di iniziare l’operazione di pulizia, copri i tappeti e tutto l’arredamento della stanza per proteggerli dai prodotti che utilizzerai. Le coperte vecchie sono un'ottima soluzione per questo.

Ora che la tua stanza è protetta, puoi iniziare a pulire le pareti. È meglio iniziare togliendo tutta la polvere e le ragnatele che si sono accumulate negli angoli e lungo i battiscopa. Per farlo, utilizza una spazzola, una scopa o un aspirapolvere.

Per pulire i muri, mescola una soluzione con acqua calda e sapone. L’aggiunta di aceto bianco distillato può aiutare a pulire a fondo le tue pareti. Riempi un secchio con la soluzione ed un altro con l’acqua. Dopo aver applicato la soluzione, risciacqua con acqua.

Questo metodo si può applicare sia ai muri pitturati che a quelli con la carta da parati. Tuttavia, alcune carte non tollerano l’aceto ed è quindi consigliabile realizzare prima una prova su una piccola sezione.

2. PULISCI I TAPPETI

2. pulisci i tappeti

Un ottimo modo per pulire i tappeti è quello di spargere bicarbonato di soda e lasciarlo per una giornata o due. Dopo, si può pulire con l’aspirapolvere. Se ti accorgi di una qualsiasi area con un odore affumicato, puzzolente o stagnante, puoi usare uno smacchiatore. Solitamente questi si possono comprare in bottiglie spray che si possono spruzzare direttamente sull’area affetta.

Se l’odore del tuo tappeto è particolarmente forte, puoi anche lavarlo. Puoi acquistare un lavatappeto oppure semplicemente noleggiarne uno per l’occasione. Una volta pulita la stanza e tolti i mobili, usa il lavatappeti per spruzzare una soluzione di lavaggio nel tappeto e risucchiare l’acqua.

Fai respirare la stanza dopo l’operazione per permettere al tappeto di asciugarsi adeguatamente. Per assicurarti che non rimangano forti odori di cannabis, puoi ripassare di nuovo sul tappeto con una soluzione 50-50 di aceto bianco e acqua, usando la stessa macchina e lo stesso processo di asciugatura.

3. PULISCI I MOBILI

3. pulisci i mobili

Inizia spolverando tutti i mobili. L’arredamento fatto in legno, metallo o plastica sarà facile da pulire. Basta che utilizzi la soluzione detergente giusta e dai ogni tanto una pulita. Assicurati di scegliere agenti pulenti che non danneggino o degradino i materiali di cui sono composti i tuoi mobili.

I divani che hanno uno strato di tessuto possono essere un po' più complessi da lavare. A volte, le loro fodere si possono togliere dai cuscini per essere lavate semplicemente in lavatrice. Altre parti potrebbero avere un tessuto che non si può togliere. Proprio come con il tappeto, si può usare il bicarbonato di soda e lasciarlo per una giornata per poi aspirarlo nuovamente.

Si può anche utilizzare una soluzione casalinga di detersivo per piatti (meglio le opzioni naturali), acqua, aceto bianco e bicarbonato. Immergi una spugnetta in questa formula e strofina le aree che puzzano.

Alcuni lavatappeti hanno anche le estensioni per i mobili—una buona opzione per una pulizia completa.

4. ELIMINARE L’ODORE D’ERBA DALLA TUA MACCHINA

4. eliminare l’odore d’erba dalla tua macchina

Per iniziare il processo di pulizia della tua macchina, comincia con un lavaggio completo. Prendi di nuovo l’aspirapolvere e togli tutto lo sporco, residui d’erba e la spazzatura dalla tua macchina. Dopo, pulisci tutte le superfici solide con una soluzione detergente, per rimuovere ogni traccia d’erba.

Quando si tratta dei sedili, pelle e superfici in vinile, si possono pulire con lo stesso metodo usato con le superfici dure. Tuttavia, se i tuoi sedili sono ricoperti di tessuto, puoi spargerci del bicarbonato di sodio e carbone attivo e lasciarli agire per un po': questo dovrebbe aiutare a ridurre e rimuovere l’odore di cannabis. Passato un po' di tempo aspira via queste polveri.

I prodotti per la pulizia dei tappeti si possono anche usare sui tappeti delle macchine per poi strofinarli via. Non bagnare i tappeti eccessivamente perché potrebbero creare muffe se non vengono asciugati correttamente. Lascia la macchina asciugare tenendo i finestrini aperti per un po' ed accendi il sistema di ventilazione per velocizzare questo processo.

5. RIMUOVERE L’ODORE D’ERBA DAI TUOI VESTITI

Per eliminare l’odore d’erba dai tuoi vestiti, mettili nella lavatrice ed aggiungi un bicchierino del nostro fidato compagno chiamato aceto. Lava i vestiti alla temperatura massima permessa per i tessuti che stai lavando.