La Cannabis È un Superfood?


La Cannabis È un Superfood?

La cannabis è da tempo apprezzata per il modo in cui ci fa sentire. Può migliorare il nostro umore, rilassare il corpo e costituisce un rimedio potenzialmente efficace contro numerosi disturbi mentali e fisici. Inoltre, può essere consumata in diversi modi. Alcuni preferiscono inalare la cannabis fumandola in una canna o un bong, mentre altri la ingeriscono aggiungendola ai loro alimenti.

Dati i suoi potenziali benefici per la nostra salute, la cannabis potrebbe anche aggiungere un valore nutritivo a ciò che mangiamo? Può essere considerata un “superfood” come i frutti di bosco, i cereali integrali e le verdure a foglia verde come gli spinaci e i cavoli?

In questo articolo, scopriremo perché la cannabis e i suoi derivati possono perfettamente rientrare nella categoria dei “superfood”.

Che Cos’è un Superfood?

Cos’hanno in comune l’olio d’oliva, lo yogurt, le noci e il pesce? Sono tutti ricchi di vitamine ed altri nutrienti e la maggior parte degli esperti consiglia di incorporarli nella dieta quotidiana.

Questi quattro alimenti, insieme agli altri tre che abbiamo menzionato nell’introduzione, sono esempi di superfood. Contengono antiossidanti, grassi sani e fibre che apportano diversi benefici per la salute:

• Contribuiscono alla prevenzione del cancro
• Regolano la digestione
• Promuovono la salute del cuore
• Aiutano a mantenere bilanciati i livelli di colesterolo
• Migliorano la gestione del peso
• Bilanciano la dieta
• Aumentano l’energia

Molti superfood sono di origine vegetale ed alcuni sono a basso contenuto di grassi, mentre altri sono privi di glutine. Tuttavia, una cosa che hanno tutti in comune è che nessuno di essi è un alimento trasformato. Non contengono additivi potenzialmente dannosi per la nostra salute a lungo termine.

Valore Nutrizionale della Cannabis come “Superfood”

Per notare i suoi effetti psicotropi, la cannabis dev'essere sottoposta a qualche forma di decarbossilazione. Ecco perché la fumiamo, vaporizziamo o cuciniamo per produrre edibili. Ma, che tu ci creda o no, questa pianta magica ingerita nella sua forma grezza offre anche un certo valore nutrizionale.

In particolare, le foglie, i rami e i semi della pianta di Cannabis sativa contengono carboidrati, vitamine, proteine, amminoacidi, minerali, acidi grassi essenziali (omega-3 e omega-6), calcio, potassio, sodio e sostanze fitochimiche come acidi cannabinoidici e terpeni. È importante notare che non tutte le parti/derivati di questa pianta contengono gli stessi nutrienti (approfondiremo questo argomento più avanti). Tuttavia, quasi tutte le parti della pianta di cannabis possono essere destinate all’alimentazione.

Iniziamo dai terpeni, composti organici presenti in quasi tutte le piante. Nel caso della cannabis, i terpeni sono responsabili dei caratteristici sapori ed aromi della marijuana. Tuttavia, sono anche alla base degli effetti della pianta. Alcuni particolari terpeni, come il mircene e il limonene, vengono spesso citati per la loro capacità di influenzare i livelli di energia e l’umore.

Poi c’è la clorofilla, la sostanza che conferisce alle piante il loro colore verde. Come i terpeni, la clorofilla può avere un effetto benefico sul corpo umano, reprimendo potenzialmente le infiammazioni, depurando il corpo ed inibendo i danni al DNA.

Ma i composti che si trovano esclusivamente nella pianta di Cannabis sativa sono gli acidi fitocannabinoidici. L’acido tetraidrocannabinolico (THCA) e l'acido cannabidiolico (CBDA) sono i due esempi principali. Una volta che questi acidi vengono attivati attraverso la decarbossilazione, si ottiene il THC ed il CBD che tutti i consumatori di cannabis conoscono ed amano.

Da solo, il THCA non provoca effetti psicoattivi. Tuttavia, si ritiene che abbia diversi potenziali benefici e numerosi studi hanno dimostrato la sua efficacia nell’alleviare nausea e vomito, infiammazioni ed altri sintomi e problemi di salute.

Allo stesso modo, il CBDA ha dimostrato proprietà antinfiammatorie ed antiemetiche. Uno studio del 2012 ha persino esaminato la capacità del CBDA di inibire la migrazione delle cellule tumorali, portando gli autori a conclusioni piuttosto incoraggianti.

La Cannabis è un Superfood?

Passiamo ora al nodo centrale della questione. La cannabis può essere classificata come un superfood? Risponderemo a questa domanda sezionando ogni parte della pianta.

I Semi di Canapa Sono un Superfood?

Oggi, la società è molto più ricettiva ed aperta ai benefici della cannabis ed i semi di canapa sono diventati un alimento base tra i più salutisti. Anche noti come “cuori di canapa”, i semi sono trasformati in olio, latte o cosparsi su insalate o porridge.

E sebbene prodotti dalla pianta di cannabis, i semi di canapa non sballano. Invece, apportano numerosi benefici non psicoattivi per la nostra salute.

Benefici dei Semi di Canapa

I semi di canapa contengono una miriade di sostanze nutritive. Possiedono un rapporto ideale di acidi grassi essenziali omega-3 e omega-6 ed offrono una delle più alte fonti di proteine di origine non animale. Inoltre, sono un ottimo modo per incorporare vitamina E ed amminoacidi essenziali nella nostra dieta. Detto questo, i semi di cannabis hanno il potenziale di migliorare la nostra salute generale. Sulla base di studi recenti, ecco alcuni dei possibili benefici:

• Promuovono un livello di colesterolo più sano
• Mantengono una buona pressione sanguigna
• Riducono le infiammazioni
• Riducono il rischio di malattie coronariche
• Migliorano la salute dell’apparato digerente e della pelle
• Proteggono il cervello

L’Olio di CBD È un Superfood?

È opinione diffusa tra gli esperti che il CBD potrebbe giovare ad alcuni aspetti del nostro benessere fisico e mentale. Ma, a quanto pare, è anche un integratore molto efficace per adottare abitudini alimentari più sane.

L’olio di CBD viene solitamente assunto attraverso gocce sublinguali o con cibo e bevande. L’olio di CBD convenzionale è composto da estratto di CBD diluito in un olio vettore. In questo modo, sia il CBD che il vettore possono conferire benefici nutrizionali.

L’olio di cbd è un superfood?

Benefici dell’Olio di CBD

Se cercate su Google, troverete una lunga lista di articoli che spiegano i possibili benefici dell’olio di CBD. Per risparmiare un po’ di tempo, ecco un breve riepilogo sul suo valore nutrizionale.

• L’olio di CBD agisce come un potente antiossidante, come la maggior parte dei superfood
• Gli oli vettore come quelli di semi di canapa, d’oliva e MCT apportano una serie di vitamine, minerali, proteine ed acidi grassi
• L’olio di CBD può favorire una digestione sana
• L’olio di CBD aumenta i livelli di cannabinoidi interni come l’anandamide (anche conosciuta come “molecola della beatitudine”)
• L’olio di CBD può favorire un ciclo sonno-veglia più bilanciato

Le Foglie di Cannabis Sono un Superfood?

Come accennato in uno dei precedenti paragrafi, le foglie di cannabis “crude” non sballano. Tuttavia, la loro ingestione può apportare altri benefici.

Sì, hai letto bene: le foglie a ventaglio delle tue piante di cannabis contengono THCA e CBDA, che, come accennato in precedenza, offrono i propri effetti con potenzialità alquanto interessanti.

Benefici delle Foglie di Cannabis

Oltre a quelli appena menzionati, ecco alcuni dei possibili benefici delle foglie di cannabis ingerite nella loro forma grezza:

• Contribuiscono a mantenere sano il cuore
• Rafforzano il sistema immunitario
• Aiutano a depurare l'organismo
• Prevengono i danni al DNA
• Apportano vitamine e minerali per regolare i livelli di ossigeno nel sangue
• Promuovono la salute dell’apparato digerente

Le Infiorescenze di Cannabis Sono un Superfood?

I fumatori conoscono molto bene il valore delle loro cime di cannabis. È proprio al loro interno dove si trovano le maggiori quantità di cannabinoidi. Per i consumatori ricreativi, le cime sono la fonte del loro sballo. Ma, nel caso non lo sapessi, anche le infiorescenze possono essere un superfood.

Benefici delle Infiorescenze di Cannabis

Stai pensando di mangiarti una cima di cannabis cruda? Dopotutto, potrebbe non essere un'idea così cattiva. Rispetto alle foglie, le cime sono ancora più ricche di THCA, CBDA ed altri composti benefici:

• Ricche di vitamine ed acidi grassi essenziali
• Alto contenuto di fibre
• Alimentano il sistema endocannabinoide

Come Integrare i Superfood di Cannabis nella Propria Dieta

Anche se abbiamo appena detto che l'ingestione di cannabis cruda potrebbe avere dei risvolti positivi, non tutti potrebbero ritenerla un’idea appetitosa. Quindi, ecco alcuni deliziosi trucchi per incorporare i superfood di cannabis nella propria dieta.

Ricetta per Fare Frullati-Superfood di Cannabis

Da qualche parte nel mondo, il sole sta splendendo caldo e luminoso. Ma, a prescindere che tu viva o meno in un clima tropicale, un frullato di frutta fresca si rivelerà sempre una bevanda rinfrescante e molto piacevole da gustare.

Per questo frullato tropicale al CBD, tutto ciò di cui hai bisogno è un frullatore, dieci minuti di tempo per la sua preparazione e i seguenti ingredienti.

Ingredienti (per 2 persone)

• 25mg di olio di CBD
• ½ tazza di pezzi di mango congelati
• ½ tazza di ananas a pezzi
• ½ tazza di succo d’ananas
• ½ tazza di yogurt greco naturale
• 1 tazza di latte di cocco
• La spremuta di una piccola arancia
• Una manciata di verdure a foglia verde per ulteriori benefici nutrizionali (opzionale)
• Un pizzico di cannella in polvere
• Un pizzico di sale

Procedimento

1. Inserisci gli ingredienti nel frullatore e trita fino a raggiungere la consistenza desiderata.

2. Se ti sembra troppo denso, puoi aggiungere dell’acqua o del latte. Se è troppo liquido, aggiungi qualche cubetto di ghiaccio.

3. Versalo in un bicchiere e goditi la tua meravigliosa creazione.

Ricetta per Fare un Condimento per Insalate a Base di Semi di Canapa

Chi ama mangiare sano, ha un debole per i piatti di insalata. È leggera, rinfrescante e non ti fa sentire in colpa per quello che hai appena mangiato.

E quale modo migliore per ottimizzare la tua esperienza con le insalate se non con un tocco di vinaigrette di semi di canapa ricca di proteine? Per chi ama i condimenti a base di olio di semi di canapa e d’oliva, ecco una ricetta molto divertente.

Ingredienti

• 4 cucchiaini di olio di semi di canapa
• 1 cucchiaino e mezzo di aceto balsamico
• 1 cucchiaino di senape di Dijon
• 1 cucchiaino e mezzo di succo di limone

Procedimento

Gli unici strumenti necessari per questa ricetta sono una ciotola ed una frusta.

1. Aggiungi tutti gli ingredienti nella ciotola e sbatti con la frusta fino ad ottenere un composto omogeneo.

2. Aggiungi un po’ di sale e pepe a piacere.

3. Servire e gustare.

La Cannabis È un Superfood?

Quindi, la cannabis può essere considerata un superfood? Certamente. Potresti preferire non mangiarla cruda, ma ci sono molti modi per aggiungerla ad un pasto per un’esperienza più gradevole sul palato.

Noi ti abbiamo suggerito un paio di ricette che puoi fare da solo, ma ce ne sono molte altre da provare. Ci auguriamo che queste nuove idee accrescano il tuo apprezzamento per questa magica pianta.