Tagliare Le Piante Al Momento Giusto Per Ottenere L'Erba Migliore


Tagliare Le Piante Al Momento Giusto Per Ottenere L'Erba Migliore

Dopo mesi e mesi passati a coltivare con attenzione le vostre preziose piante di cannabis, non vorrete certo rovinare l'intera piantagione raccogliendo troppo in anticipo o troppo in ritardo. I coltivatori esperti sanno bene che esiste un momento ottimale, alla fine del periodo di fioritura, quando le gemme contengono la concentrazione ideale per produrre i massimi effetti.

Raccogliere troppo precocemente influisce negativamente sui cannabinoidi, che non riusciranno a formarsi completamente. Le rese inoltre saranno ridotte. Raccogliere troppo in ritardo provoca un deterioramento del THC, dopo che esso ha raggiunto il suo livello ideale. Niente paura però, individuare il momento giusto per tagliare le piante non è poi così complicato. Vi basterà avere a disposizione una lente di ingrandimento e l'amore per le vostre piante, e potrete notare la differenza già sul raccolto di quest'anno.

DUE METODI: PISTILLI & TRICOMI

DUE METODI: PISTILLI & TRICOMI

Dunque, come fanno i saggi coltivatori a capire quando è il momento di brandire l'accetta? Esistono due metodi principali per capire se i fiori sono pronti per essere raccolti, ed entrambi si basano su regole simili.

PISTILLI

I pistilli sono lunghi filamenti presenti sui fiori di cannabis. La loro funzione è quella di raccogliere il polline maschile per la fecondazione. Inoltre, sono anche un modo evidente per capire se la piantagione è pronta per essere raccolta.

Durante il processo di crescita, i pistilli mantengono una colorazione bianco-candida, fino a quando le gemme iniziano a contenere la massima concentrazione di cannabinoidi.

Man mano che la pianta matura, i pistilli iniziano ad assumere una tonalità color ambra, e si piegano verso l'interno. Infine, diventano color marrone scuro. Questa pigmentazione indica che i fiori hanno superato il momento ideale di raccolta.

Una regola generale sul metodo dell'osservazione dei pistilli prevede di attendere fino a quando metà dei pistilli è diventata ambra e si è incurvata. Se si attende più a lungo, i fiori produrranno effetti a dominanza indica, come arti pesanti (couch lock) e stanchezza.

TRICOMI

Il metodo più accurato per riconoscere se le piante sono pronte per essere raccolte, è osservare i tricomi con una lente di ingrandimento.

Come con la tecnica dei pistilli, i coltivatori devono notare la variazione di colore per capire il momento giusto per agire.

I tricomi sono le ghiandole fondamentali per la produzione di resina nei fiori. Esse sviluppano preziose sostanze come THC e terpeni.

Queste piccole ghiandole a forma di fungo sono trasparenti fino alla fase di fioritura. Poi, iniziano a diventare opache. Questo è un momento d'oro per la concentrazione di cannabinoidi. È il segnale che indica ai coltivatori esperti che è ora di agire. Superato questo momento, i tricomi diventano color ambra. Questo indica che il contenuto di THC sta iniziando a deteriorarsi.

Come con qualunque altra coltivazione vegetale, le suddette "regole" variano a seconda della varietà e di altre condizioni. Diversi metodi di allevamento producono maggiori eccezioni negli "standard" di coltivazione attuali. Il modo migliore per eliminare ogni dubbio quando coltivate una nuova varietà, è chiedere ai vostri colleghi le loro esperienze personali. I consigli di altri coltivatori possono talvolta essere fuorvianti. Tuttavia, possono anche risolvere grandi dilemmi. Provate a svolgere qualche ricerca online per capire se la vostra varietà presenta qualche incongruenza al momento del raccolto.

IL MOMENTO DI RACCOGLIERE

Dopo aver stabilito che le vostre piante sono pronte per essere raccolte, dovete aspettare il mattino presto, o la sera tardi, in modo da poter raccogliere nella quasi totale oscurità. Anche se potrebbe sembrare un dettaglio irrilevante, il momento della giornata scelto per il raccolto può influire enormemente sul gusto e l'asprezza delle vostre gemme finali. Raccogliere con la luce del sole può causare una perdita di sostanze nutritive, e anche interferire con le concentrazioni di THC. Altre teorie affermano che di notte i nutrimenti prodotti dalla fotosintesi si spostano verso le radici, lontano dalle gemme.

AFFILATE LE CESOIE!

Quando vi accingete a tagliare le piante, assicuratevi di avere a disposizione un set affilato di forbici, cesoie e guanti da giardinaggio. Per iniziare, eliminate tutte le foglie a ventaglio più grandi. Questo vi permetterà di lavorare più facilmente con le cesoie. Poi, tagliate l'intera pianta separandola dall'apparato radicale.

Ecco fatto! Una splendida pianta raccolta nel suo pieno potenziale, e pronta per essere condotta alle fasi finali del processo di coltivazione: essiccazione e trattamento. Dopodiché, i fiori potranno finalmente essere fumati, estratti, e apprezzati da tutti!