ENCOD (Coalizione Europea Per Politiche Giuste Ed Efficaci Sulle Droghe)


ENCOD (Coalizione Europea Per Politiche Giuste Ed Efficaci Sulle Droghe)

La Coalizione Europea per Politiche Giuste ed Efficaci sulle Droghe (ENCOD) è una piattaforma che protesta per mettere fine alla guerra contro le droghe. ENCOD fu fondata nel 1993 da 14 distinte organizzazioni che lavoravano nel campo del controllo delle droghe, ed è ora composta da oltre 150 membri, organizzazioni, imprese, e cittadini.

Come altre organizzazioni preoccupate per lo stato attuale delle politiche sulle droghe, ENCOD invoca un cambiamento dell'attuale strategia proibizionista di controllo sulle droghe dell'Unione Europea. Fa invece pressione per delle politiche giuste che promuovono salute e sicurezza, e che soprattutto cessino di criminalizzare quegli utilizzatori di droghe i quali non arrecano danno al prossimo.

La Coalizione ottenne la sua prima vittoria importante nel 2014, quando una maggioranza di deputati europei ha appoggiato una delle sue denunce, che suggeriva un cambio radicale nelle politiche europee sulle droghe in favore di politiche che si concentrino sulla riduzione dei rischi, ed un controllo equilibrato delle droghe piuttosto che la proibizione.

ENCOD E I CANNABIS SOCIAL CLUBS

La Coalizione è una fervida sostenitrice dei Cannabis Social Club. Questi club consistono in organizzazioni di cittadini che sono legalmente autorizzati a coltivare una limitata quantità di cannabis per l'uso sicuro e responsabile da parte dei suoi membri.

Grazie al persistente attivismo di ENCOD i Cannabis Social Club sono oggi in grado di operare legalmente in Spagna e Belgio. Iniziative per legalizzare il sistema di questi club sono in corso anche in una serie di altri Paesi dell'UE.

PUBBLICAZIONI PRINCIPALI

Nel marzo 1998, la Coalizione Internazionale per Politiche Giuste ed Efficaci sulle Droghe pubblicò il suo primo manifesto importante, in preparazione della Sessione Speciale dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite sulle Droghe, il cui svolgimento era previsto a New York più tardi nel corso di quell'anno.

Il manifesto venne preparato da 14 ONG provenienti da Europa, Africa, e America latina, e riassumeva le inquietudini collettive del gruppo riguardo alla strategia in corso per il controllo delle droghe, dichiarando che le politiche sulle droghe allora in corso:

  • violavano i diritti umani
  • marginalizzavano dei cittadini
  • facevano un uso inefficace di risorse di polizia
  • danneggiavano l'ambiente
  • violavano la sovranità nazionale di nazioni che avevano firmato le Convenzioni Internazionali sulle Droghe, e di Paesi in cui si producevano droghe
  • erodevano lo stato di diritto creando corpi nazionali ed internazionali di controllo delle droghe, che si sottraevano al controllo democratico

Il manifesto invocava una revisione della strategia sulle droghe, che desse la priorità alla riduzione dei rischi, ai diritti umani fondamentali, ed alla decriminalizzazione delle droghe. Potete leggere il manifesto completo qui.

Maggiori informazioni sul loro sito web: www.encod.org