Fornire alle piante di cannabis sufficiente aria fresca


Fornire alle piante di cannabis sufficiente aria fresca

Vi sono numerosi elementi che condizionano la crescita delle piante di cannabis. In genere i coltivatori sono preoccupati principalmente per luce, umidità e sostanze nutritive.

Tuttavia, un fattore spesso tralasciato, che può influire enormemente sul raccolto finale, è la corretta ventilazione.

In questo articolo, daremo un'occhiata all'importanza di fornire alle piante di cannabis aria sempre fresca. Inoltre, scopriremo alcuni metodi essenziali per creare un adeguato ricircolo di aria nello spazio di coltivazione.

IN CHE MODO LE PIANTE USANO L'OSSIGENO

Proprio come gli esseri umani, le piante hanno bisogno di ossigeno per vivere.

Durante il giorno, le piante assorbono anidride carbonica dall'aria, acqua attraverso le radici, ed energia dal sole. Con questi elementi producono zucchero, una fonte di energia da consumare ed immagazzinare. Tale processo è chiamato fotosintesi.

Quando una pianta non viene esposta a sufficienza alla luce del sole, inizia a consumare gli zuccheri prodotti per sopravvivere. Tuttavia, per scomporre tali zuccheri e trasformarli in una fonte di energia assimilabile, deve anche consumare ossigeno.

Le piante producono naturalmente ossigeno durante la fotosintesi. Sono inoltre in grado di assorbire ossigeno dall'ambiente circostante per proseguire la crescita in punti in cui non avviene la fotosintesi (come le radici della pianta). Questo processo è chiamato respirazione.

L'IMPORTANZA DELL'ARIA FRESCA

Affinché le vostre piante crescano a livello ottimale, è essenziale che ricevano costantemente aria fresca e ricca di ossigeno.

L'aria fresca contiene tra le 300 e le 500 parti per milione di anidride carbonica. I valori ideali per le piante di cannabis si aggirano sulle 1.000 - 1.400 parti per milione.

Ora, in ambienti di coltivazione all'aperto, ciò non è un problema. All'aperto infatti l'aria circola di continuo. Invece, in un ambiente indoor, le cose possono diventare difficili, soprattutto se state coltivando molte piante in uno spazio limitato.

È qui che entra in gioco il ricircolo di aria.

Per garantire aria fresca e ricca di ossigeno a sufficienza nella vostra area di coltivazione, consigliamo di investire in un adeguato sistema di ventilazione che muova l'aria stagnante nell'ambiente e permetta l'afflusso di aria fresca dall'esterno.

I sistemi di ventilazione possono essere semplici quanto una ventola posizionata in modo strategico, o sofisticati come condotti di aerazione e impianti di scarico. Potete scegliere in base alle vostre preferenze, alle vostre possibilità economiche, e al livello di discrezione che preferite (o di cui avete bisogno) per la vostra area di coltivazione. Daremo un'occhiata più approfondita a questi vari sistemi più avanti nell'articolo.

L'IMPORTANZA DELLA CIRCOLAZIONE DELL'ARIA

L'IMPORTANZA DELLA CIRCOLAZIONE DELL'ARIA

La corretta circolazione dell'aria è un modo sicuro per fare in modo che le piante di cannabis ricevano ossigeno in abbondanza. Tuttavia, questo non è l'unico motivo per cui la circolazione dell'aria è essenziale.

Innanzitutto, un'adeguata circolazione di aria è fondamentale per ridurre il rischio di muffa sulle gemme ed altre condizioni patologiche.

Quando la pianta respira, produce acqua che in genere si accumula sulle foglie e sulle gemme della pianta di cannabis. Un eccessivo accumulo di questa umidità può far marcire le gemme, e provocare altre condizioni come muffa e funghi.

Un corretto ricircolo dell'aria consente all'aria di soffiare intorno alla pianta, eliminando l'umidità in eccesso, ed abbassando il rischio delle suddette problematiche.

La circolazione dell'aria permette inoltre di proteggere le piante da parassiti da giardino come ragni rossi e moscerini dei funghi. Questi insetti dannosi non amano vivere in zone molto ventilate. In genere infatti preferiscono luoghi con aria stagnante.

Inoltre, il flusso di aria permetterà allo strato di terreno superficiale di asciugare correttamente, rendendo più difficile la nascita di parassiti come moscerini.

Con un'adeguata circolazione dell'aria nello spazio di coltivazione, riuscirete a mantenere costanti le temperature e i livelli di umidità nell'intera area di coltivazione. Ciò è davvero fondamentale in caso di coltivazioni su ampia scala. Le condizioni di aria stagnante infatti possono creare sacche di umidità e calore, che possono compromettere la crescita individuale delle piante.

Infine, se esponete le piante ad un adeguato flusso di aria, esse svilupperanno steli più robusti. Questi risulteranno utili in fase di fioritura, quando dovranno sostenere il peso delle gemme.

COME FORNIRE ARIA FRESCA ALLE PIANTE DI CANNABIS

VENTOLE

Le ventole sono un modo semplice e relativamente economico per mantenere l'aria in ricircolo nella stanza di coltivazione.

In linea generale, dovreste mantenere un flusso di aria sopra e sotto la chioma principale della pianta. Pertanto, consigliamo di posizionare una ventola sopra le piante e una al di sotto della loro chioma.

Consigliamo inoltre di utilizzare ventole oscillanti, perché sono più semplici da utilizzare e sono in grado di generare una dolce brezza omogenea in uno spazio piuttosto ampio, senza soffiare eccessivamente sulle singole piante.

Dopo aver posizionato le ventole, controllate che la brezza nella vostra area di coltivazione sia costante ed omogenea. Inoltre, verificate se sono presenti foglie colpite da vento eccessivo, arrotolate e incurvate, con un aspetto "ad artiglio".

IMPIANTI DI SCARICO

Gli impianti di scarico sono metodi più elaborati rispetto alle semplici ventole. La loro installazione e manutenzione è inoltre più costosa.

Tuttavia, essi consentono di eliminare l'aria vecchia e stagnante dall'area di coltivazione, e favoriscono la crescita ottimale delle piante.

Gli impianti di solito vanno installati sopra la chioma delle piante, dal momento che l'aria calda sale verso il soffitto. Molte luci da coltivazione possiedono prolunghe per impianti di scarico, e permettono di istallare i condotti di aerazione di fianco alle lampade.

L'idea è molto semplice: mentre le ventole nella stanza permettono all'aria fresca di circolare, l'impianto di scarico rimuove ed espelle l'aria vecchia.

Ad ogni modo, installare questi impianti è più complicato e richiede una buona conoscenza del flusso di aria nella stanza di coltivazione. Dovrete inoltre calcolare la potenza necessaria al vostro impianto di scarico, soprattutto se state coltivando su ampia scala, e molto altro.