Un Consumatore di Cannabis può/deve donare il sangue?


Un Consumatore di Cannabis può/deve donare il sangue?

Dove ed in quali circostanze potete/dovete donare il sangue se fumate cannabis? Negli Stati Uniti non è un grande problema. In alcuni parti d'Europa invece, potrebbe esserlo.

Anche se, il donare il sangue o no se si è consumatori di cannabis possa suonare come una domanda diretta, in realtà non lo è. Il problema è in realtà solo uno, nell'innovazione della riforma della sanità.

Ossia, non è stato abbastanza studiato o esaminato.

Inoltre è importante non mescolare queste due idee. La prima sono i test delle droghe “illecite” (per esempio quelli del lavoro o partecipazione ad eventi sportivi). La seconda è la donazione del sangue. Dato che la sicurezza sulla fornitura del sangue è un problema pubblico critico, è strettamente regolamentata.

Comunque, se siete in un luogo dove le norme non includono il problema, il sangue donato solitamente non viene esaminato per il THC.

QUINDI POSSO DONARE IL SANGUE SE FUMO L'ERBA?

La risposta per questa domanda è che dipende dai casi.

Ci sono posti in cui si può consumare la cannabis e donare il sangue. Questi includono gli Stati Uniti. L' American Red Cross ed altre autorità non esaminano il sangue donato per individuare la cannabis. L'unica ragione per cui non dovete donare il sangue è se vi presentate alla banca del sangue visibilmente fatti.

Le banche del sangue, in generale, vogliono sapere se avete avuto rapporti sessuali a rischio. Questo include sesso non protetto con un partner casuale. Anche se molte banche del sangue chiedono specificatamente di rapporti omosessuali, dovrebbe essere tecnicamente un problema per tutti i tipi di rapporto sessuale.

Se avete viaggiato in paesi a rischio o che hanno una malattia contagiosa, non vi permetteranno di donare il sangue.

L'uso di siringhe, per qualsiasi ragione, è una pratica vista in malo modo. Se vi siete iniettati una droga illegale, siete automaticamente bannati dalla lista.

Recentemente in alcune giurisdizioni, anche tatuarsi non permette di donare il sangue. Bisogna anche essere sobri al momento della donazione.

Questo è quanto.

Comunque, se siete in Europa, potrebbe non essere permesso ai consumatori di cannabis di donare il sangue. In Norvegia per esempio, i consumatori di marijuana non possono donare. Apparentemente perché hanno paura che i consumatori d'erba facciano uso di altre droghe illegali.

La paura qui, è più di avere meno consumatori d'erba che donano il sangue che di avere meno sangue contaminato. In Norvegia, dovrete provare che vi siete astenuti dal consumo per almeno un anno, prima di poter ottenere il permesso per donare il sangue nuovamente.

Risposta facile? Dove esistono le regolamentazioni, sono controllate maggiormente dalla politica che da altre problematiche. Date un occhio alle regolamentazioni locali se siete preoccupati.

DEVO DONARE IL SANGUE SE FUMO LA CANNABIS?

Devo donare il sangue se fumo la cannabis?

Questo è un altro problema totale.

Per molti, la fornitura di sangue carica di cannabinoidi potrebbe andare lontano aiutando la popolazione in generale. Il fatto è che non ci sono ancora state ricerche sistematiche.

Ci sono anche popolazioni di persone il cui sangue infuso di cannabinoidi potrebbe essere meno che ottimale. Questo include i neonati, i bambini e donne incinte o in fase di allattamento.

Quanto a lungo possa esser tracciata la cannabis nel sangue dipende da tanti fattori quali il peso, quanto grasso avete in corpo, la velocità del metabolismo e da alcune altre cose.

I consumatori abitudinari, avranno per forza tracce, nel loro sistema sanguigno, più a lungo di un consumatore occasionale. L'uso della cannabis influisce anche sul flusso sanguigno. Come questo possa influenzare i donatori è ancora sconosciuto.

Comunque, bisogna che sappiate in generale questa cosa. La cannabis è tecnicamente un “contaminante del sangue”. Quanto a lungo lo sia, non è ancora chiaro.

Una regola da ricordare è quando donate il sangue, da consumatore di cannabis regolare, provate a non fumare almeno una settimana prima della donazione.

Se siete un consumatore terapeutico, è probabilmente meglio che saltiate questa regola a meno che possiate astenervi per un periodo di tempo prolungato.