Stato legale della cannabis in Uruguay


Stato legale della cannabis in Uruguay

L'Uruguay ha fatto le prime pagine dei giornali di tutto il mondo con la sua nuova politica nei confronti della cannabis. Tecnicamente, il Paese si trova ancora in fase di transizione, ma è bello sapere che in Uruguay c'è qualcosa di più che non soltanto delle belle spiagge – per quanto queste siano di per sé meravigliose.

La riforma cannabica qui è andata avanti, e davvero in fretta. L'uso personale non è sanzionato. E cosa ancora migliore, non vengono determinati requisiti specifici per definire questa qualifica.

Questa piccola gemma del Sud America è ancora largamente immune dal turismo di massa. Potete godervi un paradiso tropicale ancora non contaminato da orde di stranieri. E presto si potrà trovare facilmente dell'erba abbondante e a buon mercato.

MARIJUANA MEDICA IN URUGUAY

Nel 2016 l'Uruguay ha preso la decisione di diventare il primo Paese a vendere legalmente della cannabis al bancone delle farmacie. Fondamentalmente ciò significa che, siate voi un utilizzatore a scopo terapeutico oppure ricreativo, la cannabis sarà disponibile dappertutto e senza alcuna prescrizione, a condizione che abbiate la cittadinanza o che siate un residente fisso. Dovrete iscrivervi a un registro nazionale dei consumatori di cannabis, e potrete ottenere fino a 40 grammi al mese.

Questo sistema di distribuzione nelle farmacie è programmato per cominciare ad entrare in funzione a partire dalla metà del 2017, ed a parte questo, la maggioranza delle persone continua a coltivarsela da sé. In caso questo vada male, comprano la loro erba in un cannabis club.

MARIJUANA RICREATIVA IN URUGUAY

Dato che si può prendere la vostra erba in farmacia o in un cannabis club, e si è autorizzati a coltivare fino a sei piante, possiamo dire che i consumatori ricreativi in Uruguay se la passano piuttosto bene.

Niente, finché si tratta di uso personale. Al di là di questo? Fate attenzione, perché potreste ancora trovarvi in guai seri.

Soltanto le strutture per la coltivazione dotate di permesso, e controllate dal governo, possono vendere la droga; perciò, ovviamente, non mettetevi a vendere dell'erba.

Morale della favola? Se non state facendo nient'altro di troppo criminale, probabilmente ve la caverete, nel peggiore dei casi, con una tiratina d'orecchi. Evitate giusto di venderla o di andare in giro con grosse quantità! Le cose potrebbero mettersi male.

La legge sulla legalizzazione della cannabis sta ancora prendendo forma. Ad un dato momento, l'Uruguay disporrà di un programma per l'uso medicinale autorizzato, e delle generose opzioni per la coltivazione domestica. Fino ad allora, state con chi coltiva. L'attuazione della legge è anche resa complicata dai regolamenti internazionali delle Nazioni Unite.dibattito.