VIP della Marijuana: Woody Harrelson


VIP della Marijuana: Woody Harrelson

Woody Harrelson è famoso soprattutto per i suoi ruoli in film come “Hunger Games” e “Zombieland”. Ma molti non sanno che è anche attivo nel campo della riforma e legalizzazione della cannabis.

Woody Harrelson ha lasciato un segno nel mondo dello spettacolo. È famoso per il suo lavoro come attore, commediografo, ed attivista, ed ha goduto di un immenso successo tanto sul grande come sul piccolo schermo.

Harrelson è nato nel 1961 ed ha ottenuto un diploma in inglese ed arti dello spettacolo allo Hanover College.

L'attore ha cominciato la sua carriera al New York Theatre, ed ha poi fatto il suo ingresso nei grandi media quando fu scelto per il personaggio di Woody nella serie TV “Cheers” che andava in onda dal 1982. Questo ruolo risultò essere una svolta per Harrelson, e diede il calcio d'avvio a quella che sarebbe stata una carriera estremamente fruttuosa e ricca di successi.

Harrelson è apparso da allora in film come “Zombieland”, del 2012, “Amici di letto”, e “Hunger Games”.

Fra gli altri grandi titoli che son stati arricchiti dalla presenza attoriale di Harrelson troviamo “Sonny & Pepper. Due irresistibili cowboy”, “Now you see me”, “Radio America”, e “The War - Il pianeta delle scimmie”.

Harrelson ha anche interpretato un ruolo chiave nel personaggio di Carson nel thriller “Non è un paese per vecchi”, vincitore dell'Oscar nel 2007. Il film ha vinto il premio come Miglior Film e Miglior Regia, e Harrelson ha ottenuto lo Screen Actors Guild Award come parte del Miglior Cast.

Harrelson ha ricevuto anche una nomination agli Emmy, come Miglior Attore Protagonista in una serie drammatica del 2014, per la sua interpretazione nel ruolo del Detective Martin Hart nella stagione pilota della serie poliziesca della HBO “True Detective”.

Harrelson fu anche nominato per gli Oscar, come Miglior Attore e Miglior Attore Non Protagonista in titoli come “Larry Flynt - Oltre lo scandalo” e “Oltre le regole - The Messenger”.

WOODY HARRELSON E LA SUA MARCIA PER LA LEGALIZZAZIONE

Harrelson non è famoso solo per il suo talento d'attore ed i successi della sua carriera. È anche un acceso sostenitore della cannabis ed un attivista in favore di una riforma progressista sulle droghe.

Non è certamente nuovo alla causa, e si può anzi dire che sia un veterano, dato che nel 1996 Harrelson fu effettivamente tratto in arresto per una manifestazione di protesta nello Stato del Kentucky. Harrelson si è presentato insieme ad una troupe di ripresa ed al suo avvocato, ed ha proceduto a piantare nella Terra in forma cerimoniale 4 semi di canapa.

Il ragionamento dietro la sua azione era quello di dimostrare che le leggi dello Stato del Kentucky non facevano distinzioni fra le piante di cannabis psicoattiva e quelle di canapa industriale non psicoattiva.

Le azioni di Harrelson erano dirette a mettere in rilievo l'evidente illogicità di tali leggi, e ad attirare l'attenzione sul fatto che la canapa non è psicoattiva ed è in realtà una coltura di alto valore industriale, che può essere impiegata per produrre fibre, carta, cibo, materiali da costruzione, e perfino carburante. Gli agricoltori in difficoltà in quelle aree potrebbero beneficiare della pianta come coltura efficace e redditizia.

Dopo aver piantato appena 4 semi di canapa, Harrelson venne arrestato ed accusato del reato minore di possesso. Lo Stato del Kentucky dichiarò che la similarità della canapa con la cannabis costituiva un grosso peso per gli agenti della forza pubblica che tentavano di porre fine al mercato illegale della cannabis nel territorio.

Il cosiddetto reato commesso da Harrelson era punibile con una cospicua multa di 500 dollari, e fino ad un anno di prigione. Tuttavia, dopo un giorno di processo, Harrelson venne scagionato da una giuria di sei persone. L'avvocato di Harrelson affermò: “Penso che ciò dimostri che perlomeno sei persone sono in disaccordo con la Corte Suprema riguardo a come dovrebbe essere la legge”.

E continuò aggiungendo che “diversi giurati commentarono in seguito che ritenevano la legge assurda”, ma che infine “almeno per il momento la canapa è illegale per le leggi dello Stato”.

MEMBRO DEL COMITATO CONSULTIVO DI NORML

Oltre a svolgere un ruolo nell'esporre assurde leggi sulla canapa, Harrelson è diventato membro del comitato consultivo di NORML, un'organizzazione che lavora per la riforma delle leggi sulla marijuana.

I membri del comitato consultivo di NORML prestano il proprio nome all'organizzazione, per farle guadagnare credibilità e creare delle opportunità di diffondere il suo messaggio nella sfera pubblica. Fra gli altri membri del comitato si trovano Willie Nelson, Tommy Chong, e Bill Maher.

IL TENTATIVO DI UN DISPENSARIO DI MARIJUANA MEDICINALE

Nel 2016 Harrelson è stato fra i 66 beneficiari che tentarono di ottenere licenze per dei dispensari di marijuana medicinale nello Stato delle Hawaii; purtroppo, la domanda di Harrelson venne respinta.

Sebbene alcune fonti affermino che Woody abbia smesso di fumare erba, in altre interviste ha dichiarato che la marijuana non deve necessariamente essere fumata perché la si possa consumare.

Proprio così. Vai Woody!