VIP della Marijuana: Snoop Dogg


VIP della Marijuana: Snoop Dogg

Diciamo la verità: dovreste aver vissuto in una caverna per non sapere che Snoop Dogg è un fan della marijuana. Nel corso della sua intera carriera il rapper californiano ha manifestato espressamente il suo amore per la Maria, specie quando è racchiusa nell'involucro di un blunt. Continuate a leggere per scoprire lo stretto legame tra Snoop Dogg e la ganja.

SNOOP DOGG: BREVE BIOGRAFIA

Snoop Dogg è nato a Long Beach, in California. Ben presto è diventato uno dei rapper più famosi di tutti i tempi. Già da piccolo aveva un grande interesse per la musica. Snoop è celebre anche per il suo coinvolgimento in attività illecite come spaccio di droga e sfruttamento della prostituzione.

Snoop era un membro della gang Rollin' 20 Crips, nell'area est di Long Beach. Durante l'adolescenza ha passato vari periodi in carcere. Nel corso degli anni '90, Snoop Dogg è stato arrestato per possesso di droga, coinvolgimento nell'omicidio di un membro di una gang rivale, possesso di arma da fuoco ed altri reati.

Snoop è uno dei tanti artisti scoperti da Dr. Dre. Le sue prime opere sono state dei mixtape realizzati in casa e registrati insieme a Nate Dogg, Lil ½ Dead, e Warren G. Il gruppo si faceva chiamare 213. Uno dei suoi pezzi freestyle su Hold On delle En Vogue giunse alle orecchie di Dr. Dre, che decise di incontrarlo per sottoporlo ad un provino.

Il primo progetto di Dre e Snoop fu la colonna sonora del film thriller del 1992 "Massima Copertura". Poco dopo, Dre e Snoop iniziarono a lavorare su The Chronic, l'album nel quale Dre debuttò come solista.

Lavorando a stretto contatto con Dre, Snoop Dogg iniziò a ricevere molte attenzioni da parte dei media. Alcuni critici affermarono che proprio questa vicinanza favorì il successo del primo album di Snoop, Doggystyle, che restò in testa alle classifiche di tutto il mondo per diversi mesi e lanciò singoli famosi come "Gin and Juice" e "Who Am I? (What's My Name?)". Nell'album sono presenti anche delle collaborazioni con altri rapper della casa discografica Death Row Records, tra cui Daz Dillinger, Kurupt, Nate Dogg, e vari altri.

Nel 1993 Snoop venne arrestato mentre stava registrando il suo album di debutto, con l'accusa di aver partecipato all'uccisione di un membro di una gang rivale. In seguito venne prosciolto, ma per i 3 anni successivi restò invischiato in varie battaglie legali collegate al caso.

Nel 1994, Snoop Dogg pubblicò Murder Was The Case, un cortometraggio e una colonna sonora basati su una storia fittizia che descriveva la morte di Snoop dopo che egli aveva stretto un patto col diavolo. Il film fu diretto da Dre e Fab Five Freddy. La colonna sonora fu realizzata in collaborazione con altri artisti famosi come Dre, Ice Cube, Nate Dogg, Tha Dogg Pound e molti altri. Nel 1995, Snoop fondò una casa discografica, chiamata Doggy Style Records Inc. Uno dei primi artisti a sottoscrivere un contratto con questa etichetta fu Charlie Wilson dei The Gap Band.

Il primo album di Snoop Dogg viene spesso citato come esempio di G-Funk (Gangsta Funk), un particolare stile hip hop nato a Los Angeles, ma fortemente influenzato da altri generi musicali simili presenti in California. Il secondo disco di Snoop, Tha Doggfather, venne pubblicato nel 1996. Non ebbe successo quanto il suo album di debutto, ma vendette comunque molte copie.

A seguito di una disputa tra Dre e Suge Knight, co-fondatore della Death Row Records, Snoop si rifiutò di produrre altri dischi per l'etichetta, fino alla fine del suo contratto. Nel 1998 Snoop firmò con la casa discografica No Limit, e continuò a produrre album molto apprezzati dal pubblico come No Limit Top Dogg del 1999 (che vendette 1.503.865 copie), e Tha Last Meal del 2000 (oltre 2.000.000 di copie vendute).

Da quel momento in poi, Snoop Dogg seguitò a produrre altri 10 album, e partecipò ad innumerevoli collaborazioni con altri artisti. Il rapper è celebre per la sua capacità oratoria fluida e vellutata, ed il suo talento unico per il freestyle. In effetti, si vocifera che alcune delle sue canzoni siano state addirittura registrate in modo improvvisato.

Nel complesso, dalla pubblicazione del suo primo album, Snoop Dogg ha passato ogni singolo giorno della sua vita sotto i riflettori. Ancora oggi continua ad essere un'icona molto influente nei settori dell'hip hop e del rap. Oltre alla musica, Snoop si è avventurato in vari altri progetti commerciali, tra cui case discografiche, app per dispositivi mobili, ed altro.

SNOOP E MARIA

La figura di Snoop Dogg è cambiata drasticamente nel corso degli anni. Da rapper gangster, a pappone, a rastafariano, l'immagine pubblica di Snoop ha preso innumerevoli direzioni. Un aspetto che è rimasto immutato nel tempo, tuttavia, è la sua grande passione per la cannabis.

Snoop è sempre stato molto esplicito riguardo il consumo di cannabis, fin dall'inizio della sua carriera. Per cominciare, in tutte le sue canzoni sono presenti vari riferimenti alla marijuana, dai pezzi più vecchi come Gin And Juice fino alle hit più recenti come This Weed Iz Mine (ft Wiz Khalifa).

Snoop Dogg fuma liberamente cannabis durante le sue interviste. È apparso con lo spinello in mano in trasmissioni come Tim Westwood TV (BBC Radio 1), Huffington Post Live, e svariate altre interviste sul suo canale personale westfesttv.

Snoop Dogg ha fumato insieme a tantissime altre celebrità amanti della cannabis come Seth Rogen, Wiz Khalifa, Nick Diaz, B Real, e Willie Nelson. Infatti, Nelson e Snoop sono ottimi amici e hanno fumato insieme in varie occasioni.

In un'intervista del 2016 pubblicata sul The Weed Channel, Snoop Dogg ha dichiarato di fumare più di 81 blunt di cannabis al giorno (davvero, Snoop?!). Ad ogni modo, è risaputo che Snoop interrompe il consumo di marijuana per almeno 3 mesi all'anno, quando allena una giovane squadra di football.

In una intervista su Complex, Snoop ha confessato di essere stato scoperto ad odorare di ganja durante gli allenamenti. Da quel giorno ha deciso di smettere di fumare, almeno durante la sua attività di allenatore.[1]

"Una volta sono andato agli allenamenti dopo aver fumato erba. Uno dei bambini mi ha detto "Coach, hai lo stesso odore del fidanzato di mia mamma", ha riferito Snoop Dogg.

"Quindi ho dovuto rigare dritto. Ho smesso di fumare a partire da quel momento, e per tutti i 180 giorni successivi. Questo mi ha reso un allenatore migliore e anche una persona migliore. Per questo smetto di fumare quando alleno la squadra di football. Ogni anno, quando insegno football ai bambini, non fumo. Lo faccio per circa 3 mesi all'anno."

Il metodo preferito da Snoop per consumare cannabis è il blunt, che gli venne offerto per la prima volta dalla leggenda dell'hip hop Tupac Shakur. A quanto pare i due artisti si conobbero ad un party organizzato in occasione del film Poetic Justice, nel 1994. Quella notte Snoop fumò il suo primo blunt.

Secondo la testimonianza del regista Michael Rapaport, quando i due rapper si incontrarono, ingaggiarono una sorta di battaglia rap freestyle. Dopo questo scontro intenso, Snoop e Tupac si diressero fuori dal locale. Con loro c'era Laylaw degli Above The Law (un gruppo hip hop di Pomona, in California), che presentò i due artisti.

"Laylaw prende l'involucro di un sigaro e inizia a riempirlo di ganja. Tupac fa la stessa cosa... Io avevo una cartina Zig Zag, così ho rollato una Zig Zag. Accendiamo e fumiamo la nostra roba per 10 minuti... C'era ancora tensione nell'aria... Allora ho passato il mio spinello a Pac, lui l'ha preso e mi ha passato il suo blunt. Io ho detto "Cos'è questo?". Così Snoop ha ricordato la vicenda, durante una trasmissione sul Double G News Network.

Nel 2015 Snoop Dogg ha finalmente trasformato il suo amore per la cannabis in un vero e proprio business. Ad aprile ha avviato Eaze, un servizio di consegne che sostiene di consegnare cannabis a domicilio nel giro di 10 minuti.

Ad ottobre ha lanciato Merry Jane, un canale digitale di contenuti multimediali focalizzato sul tema della marijuana. A novembre è stata presentata Leafs By Snoop, la sua linea di prodotti alla cannabis che include fiori, concentrati, ed edibili.

Durante un'intervista che approfondiva il ruolo del rapper nella serie televisiva Weed, è stato chiesto a Snoop Dogg di elencare tutti gli appellativi possibili per definire la ganja. Questi sono alcuni dei nomi più bizzarri che ha affibbiato alle cime di cannabis:

  • blue carpet treatment
  • purple kush
  • barney
  • green
  • blueberry
  • raspberry
  • belvedere
  • shticky
  • icky icky
  • oohway

Continua così Morgan!

Riferimenti

  1. ^ Hiphop DX, Snoop Dogg Recalls Quitting Marijuana For 6 Months, recuperate November-27-2018
    Legame