Time Traveling Bong (2016): Recensione della Serie TV per Fumati


Protagonisti: Ilana Glazer e Paul W. Downs
Prodotto da: Ilana Glazer, Paul W. Downs e Lucia Aniello
Rete: Comedy Central
Tempo di esecuzione: 2016

Time traveling bong (2016): recensione della serie tv per fumati

Mentre la legalizzazione della cannabis sta lentamente diventando globale e l'erba sta diventando sempre più mainstream, il genere "film sui fattoni" si sta espandendo verso le serie televisive.

Sempre più produzioni hanno come obiettivo un pubblico a cui piace rilassarsi e farsi una maratona di serie TV mentre si gusta dell'erba sul divano.

Alcune persone potranno dire che non ci sono mai abbastanza canna-serie o film prodotti e, nel caso di "Time Travelling Bong", possono aver ragione.

Questa mini-serie, in onda su Comedy Central, è una creazione di Ilana Glazer, Paul W. Downs e Lucia Aniello, lo stesso team che ha lavorato insieme ad una piccola serie chiamata "Broad City".

Ilana Glazer è la protagonista di questa mini-serie, ed interpreta Sharee, una ragazza simpatica e chiacchierona del New Jersey, che vive con il cugino Jeff (Paul W. Downs).

Nel primo episodio Sharee e Jeff mettono le mani su un bong magico, che quando viene usato per fumare erba, teletrasporta in altre era come l'Antica Grecia, il Giurassico ed esilaranti versioni del futuro.

Mentre la serie si sviluppa attorno ad un bong, è chiaro che sia stata solo pensata per essere vista mentre si è fumati. Probabilmente anche i non-fumatori potranno farsi due risate sulle sciocche peripezie che capitano a questi due.

La serie non parla solo di cose divertenti, ma riesce a toccare argomenti seri come la schiavitù e il femminismo. Tutto con un sottile senso dell'umorismo, tipico della Glazer e Downs.

Per ora la serie è composta solo da tre episodi, che si possono vedere su gratuitamente su Comedy Central, ma noi speriamo di veder tornare il bong magico indietro per nuovi episodi!