VIP della Marijuana: Joe Rogan


VIP della Marijuana: Joe Rogan

Se doveste scrivere su un pezzo di carta una lista con tutte le virtù di Joe Rogan, vi accorgereste che sono davvero una miscela eclettica: campione in arti marziali, cronista della federazione statunitense MMA, comico, conduttore di giochi, attore e attivista pro-cannabis estremamente esplicito nelle sue affermazioni.

Questa non è un'accozzaglia di doti di scarsa importanza; anzi, Rogan ha attirato un significativo seguito di fan, soprattutto per il suo approccio piuttosto sincero e schietto su temi come la legalizzazione della cannabis e le sue esperienze di vita.

CHI È JOE ROGAN?

Joe Rogan è la prova vivente che le prodezze accademiche non sono il vero fulcro del successo. Battezzato alla nascita con il nome di Joseph James Rogan, la sua infanzia fu molto simile a quella di chiunque altro: turbolenta, dirompente e non priva di problemi. Tuttavia, ciò non impedì a Joe di sviluppare e perseguire le materie di suo maggiore interesse.

Furono però le arti marziali a catturare le attenzioni di Joe nei suoi primi anni di gioventù. Praticando karate, taekwondo e kickboxing, vinse numerosi titoli, tra cui campione di full-contact nello Stato del Massachussets per quattro anni consecutivi.

Il suo percorso verso il successo in questi sport fu però interrotto. A ventun anni, Rogan soffriva di frequenti mal di testa e, temendo ulteriori lesioni, decise di ritirarsi dalle arti marziali a livello agonistico. Fu così che Rogan iniziò ad istruire e a guidare altri atleti in arti marziali. Tuttavia, fu la sua avventura da comico, ben diversa dalla sua precedente carriera, a portarlo alla ribalta.

La commedia fu la strada che condusse Rogan verso la brillante carriera per cui è oggi conosciuto da molti di noi: il podcast Joe Rogan Experience. Il suo esilarante senso dell'umorismo e il suo gruppo eterogeneo di ospiti, con cui discute degli argomenti più diversi, hanno reso il podcast Experience un programma a dir poco di grande successo.

Rogan iniziò a farsi un nome grazie ai suoi brevi spettacoli comici. "Sgomitando e graffiando" per soldi, Joe prese parte a serate comiche, ad eventi in club privati e, dopo molta perseveranza, a commedie televisive con emittenti del calibro di Disney e NBC.

CARRIERA E TRAGUARDI PROFESSIONALI

Il programma che avrebbe portato al successo nazionale Rogan fu Fear Factor sulla NBC. In qualità di presentatore dello show, il programma superò tutte le aspettative, anche quelle di Rogan, e per più stagioni.

Il programma consisteva nel mettere i concorrenti l'uno contro l'altro in una serie di sfide grossolane, estreme o terrificanti volte a indurre, avete proprio indovinato, la paura. Se il pensiero di essere messi in un sacco pieno di insetti e chiusi in un frigorifero di un obitorio (e questo è solo un piccolo assaggio) E dover sbloccare una serie di catene e lucchetti che vi impediscono di muovervi non rientra tra i vostri passatempi più divertenti, allora questo programma non fa per voi. Tuttavia, ha ottenuto un enorme successo tra i telespettatori.

Per quanto riguarda il Joe Rogan Experience, si tratta di un podcast che rappresenta il culmine delle molte abilità separate, ma allo stesso tempo intersecate, del suo multi-talento. Qui coglie l'occasione per canalizzare il suo umorismo e la sua impressionante presenza in profonde discussioni. Il suo podcast è sorprendentemente popolare, con oltre 30 milioni di scaricamenti al mese.

JOE ROGAN E LA MARIJUANA

Dire che Joe Rogan parla di erba nel suo podcast sarebbe quasi un eufemismo. Ne parla continuamente! Ma ciò non è affatto negativo, esattamente come la sua eclettica miscela di virtù. L'uso di marijuana è ancora fortemente stigmatizzato, con molti ambienti sociali e mezzi di comunicazione che si rifiutano di discuterne, anche in ambito terapeutico. Nel vasto mare della disinformazione, è bello sentire qualcuno parlare in modo carismatico e con acceso entusiasmo della propria relazione con la cannabis.

Rogan non è molto diverso da qualsiasi altro uomo o donna che lavora. Ammette apertamente di usare marijuana tutti i giorni, con cui riesce a seguire meglio i suoi allenamenti, scrivere le sue commedie e raggiungere un benessere generalizzato.

Dato il numero di download ricevuti dal suo podcast e il crescente pubblico che lo segue, il suo punto di vista risulta oggi molto influente. Tuttavia, Rogan scoprì l'erba solo all'età di trent'anni: una tendenza che sta diventando sempre più frequente.

IN CONCLUSIONE

Joe Rogan è sposato, ha tre figli e si alza ancora tutti i giorni al suono di una sveglia. Lui stesso è a favore dell'uso della cannabis, dimostrando che una persona può incorporarla nella propria vita senza per questo rovinare tutto il resto. Joe crede fermamente nei benefici medicinali della marijuana e, spesso, mette in discussione il motivo per cui molti politici sembrano adottare un approccio arcaico verso questa sostanza.

Una cosa è certa, con il suo fisico, gli allenamenti e la sua genuina esperienza con la cannabis, molti politici non avranno mai il coraggio di ritrovarsi faccia a faccia con lui nel suo programma. La marea cannabica sta crescendo e Joe Rogan sta contribuendo al cambiamento, podcast dopo podcast. La domanda che spesso rivolge ai suoi ascoltatori è: "Da che parte della storia volete schierarvi?".

Se c'è una cosa sicura è che noi ci schiereremo sempre dalla parte di Joe. Vai avanti così Joe!