Perché un apparato radicale sano è essenziale per la cannabis


Perché un apparato radicale sano è essenziale per la cannabis

L'unica cosa essenziale nella vostra piantagione di cannabis è invisibile agli occhi e spesso dimenticata: l'apparato radicale delle piante.

Promuovere un apparato radicale sano è fondamentale per ottenere cannabis di buona qualità. Il sistema radicale agisce come connessione con il mondo esterno e costituisce le basi su cui si sviluppa la pianta.

La funzione principale dell'apparato radicale è quella di assorbire acqua e sostanze nutritive, trasportandole in ogni parte della pianta. Più l'apparato radicale è robusto, più la cannabis sarà vigorosa e florida.

L'umidità viene rilasciata dalle foglie, e viene rapidamente sostituita dall'acqua proveniente dal fusto principale, precedentemente assorbita dalle radici. Questo assorbimento naturale permette di distribuire acqua e sostanze nutritive in modo omogeneo su tutta la pianta.

Il sistema radicale è la parte più importante del giardino. Infatti, un apparato radicale danneggiato non è in grado di fornire alla pianta le sostanze necessarie per sopravvivere. Per avere un buon pollice verde è quindi essenziale imparare a mantenere le radici sane.

ALLA RADICE DI TUTTO

Il sistema radicale può essere paragonato al cervello o al cuore. Senza di essi, è impossibile vivere. Anche le piante di cannabis possiedono i loro organi. Tuttavia, l'unico vitale per la loro sussistenza è l'apparato radicale. Chiunque abbia accidentalmente spezzato o tagliato una pianta durante la potatura sa bene che tale situazione è tutt'altro che ottimale.

Comunque, in questo stato la pianta è in grado di rigenerarsi e continuare a crescere, fintanto che le radici restano integre. Anche le foglie sono un elemento fondamentale per la fotosintesi, ma possono essere strappate senza particolari conseguenze. Finché le radici sono intatte e sane, c'è sempre speranza.

Uno dei problemi principali con l'apparato radicale è che è fuori dalla vista, e pertanto spesso viene dimenticato. Spesso non riusciamo a collegare i sintomi presenti su foglie o stelo con problemi all'apparato radicale. Se la vostra soluzione nutrizionale è esattamente quella desiderata, ma continuate a notare segni di sofferenza, il problema potrebbe non essere il mix nutritivo, ma un malfunzionamento delle radici.

Quando l'apparato radicale è danneggiato, i sintomi si manifestano in molti modi, ma spesso vengono scambiati per carenze nutrizionali. Quali sono le cause di danni alle radici e come si possono prevenire?

CAUSE DI DANNEGGIAMENTO ALLE RADICI

Quando le radici vengono danneggiate, non sono più in grado di svolgere le loro funzioni e l'intera pianta ne risente. Esistono varie cause che comportano un danneggiamento delle radici. Principalmente i danni sono causati da un eccesso o una carenza di acqua.

Le radici devono respirare. Anche le radici nel terreno hanno bisogno di una quantità bilanciata di aria ed umidità per svolgere le loro funzioni. Un eccesso di irrigazione inonda le radici, impedendo loro di assorbire ossigeno. L'irrigazione eccessiva può far marcire le radici, e provocare la morte della vostra piantagione.

Una carenza d'acqua ha effetti opposti ma provoca le stesse conseguenze. Se l'acqua è scarsa, le radici si asciugano e diventano friabili. Le radici fragili non riescono a trasportare le sostanze nutritive essenziali alla pianta, che alla fine muore.

Se state utilizzando sali nutritivi, correte il rischio di bruciare l'apparato radicale, se il mix è troppo concentrato. La cannabis cresce al meglio in quella zona ideale dove tutto è "semplicemente perfetto".

Anche le sostanze nutritive non fanno eccezione. Qui entrano in gioco le necessità individuali di ogni singola varietà. A seconda della varietà, la cannabis ha bisogno di vari mix nutritivi. Se fornite alla pianta la miscelazione errata, l'eccesso di sostanze nutritive potrebbe danneggiare l'apparato radicale.

L'eccesso di nutrimento condiziona gravemente la capacità funzionale delle radici e i sintomi sono visibili attraverso le foglie della pianta.

Una delle principali cause di danneggiamento delle radici nelle piante di cannabis sono i parassiti. I maggiori nemici delle radici sono afidi e moscerini dei funghi. Se notate piccoli insetti volanti nella vostra piantagione, potreste avere un'infestazione.

I moscerini dei funghi spesso prosperano in condizioni di umidità eccessiva. Non solo da un eccesso di irrigazione ma da un elevato tasso di umidità generale. I moscerini nascono nel suolo sotto forma di larve e all'inizio si nutrono delle radici della pianta. Ciò è grave sotto vari aspetti.

L'apparato radicale delle piante non dovrebbe nutrire nient'altro che le vostre preziose gemme. Gli afidi delle radici provocano effetti simili. Iniziano in uno stato di larve e alla fine si trasformano in insetti volanti.

A quel punto le radici sono già state danneggiate. Applicando della carta moschicida intorno alla vostra piantagione potrete individuare tempestivamente il problema.

COME PROTEGGERE LE RADICI

L'unica cosa fondamentale per avere radici sane è tenere l'ambiente di coltivazione pulito e asciutto. Per asciutto non si intende senza umidità, ma evitare di lasciare acqua in eccesso stagnante nei sottovasi o sul pavimento.

L'eccesso di acqua provoca molti problemi che si ripercuotono direttamente sulle radici. Troppa acqua può provocare muffa e marciume delle radici. Crea inoltre un ambiente ideale per la riproduzione di moscerini dei funghi. L'acqua in eccesso è spesso provocata da un'irrigazione esagerata. Ma anche la carenza d'acqua può essere altrettanto distruttiva per le radici.

Per garantire la salute dell'apparato radicale, imparate a conoscere le vostre piante e a capire di quanta acqua hanno bisogno. Non tutte le piante hanno le stesse esigenze. Irrigazione e alimentazione vanno di pari passo.

Se ancora non avete capito il quadro generale, sta tutto nel riuscire a creare un ecosistema equilibrato. Ciò include il corretto apporto di sostanze nutritive, ma non tanto da bruciare le radici. L'ecosistema si basa sull'equilibrio.

Ogni fattore coinvolto nella salute delle piante come luce, temperatura ed umidità, può facilmente provocare danni alle radici, se non è adeguatamente bilanciato.

Scoprirete presto che con un po' di attenzione, riuscirete a mantenere le radici forti e sane, e ad ottenere un abbondante e gustoso raccolto.