Cosa sono i Cannabis Social Club e come lavorano?


Cosa sono i Cannabis Social Club e come lavorano?

L'idea di istituire i Cannabis Social Club è stata concepita da ENCOD, un'organizzazione no-profit che in tutta Europa punta alle riforme politiche in materia di droghe.

Secondo la definizione propria di ENCOD, "I Cannabis Social Club sono istituiti per proteggere i diritti dei consumatori e dei produttori di cannabis, e per contribuire a creare politiche sulla cannabis in grado di portare benefici alla società nel suo complesso".

LO SCOPO DEI CANNABIS SOCIAL CLUB

In altre parole, i Cannabis Social Club sono associazioni di consumatori di cannabis che li aiutano a coltivare e consumare cannabis per uso personale in modo sicuro. La coltivazione di cannabis di alta qualità e in seguito la distribuzione ai membri dei raccolti sono gestite e supervisionate direttamente dal club.

È importante capire che i Cannabis Social Club coltivano solo per i propri membri, e che non si può semplicemente comprare la cannabis in un club se non si è suoi membri. Dal modo con cui sono gestiti si può quindi capire che questi club sono davvero riservati a circoli privati di associati.

Le nazioni che consentono l’apertura di questi club impongono di non aprirli al pubblico e anche di lavorare in modo discreto, senza fare pubblicità.

Questo modo semi-privato di coltivare e distribuire la cannabis all’interno degli spazi di un club privato è anche più sicuro e molto più trasparente rispetto a cercare la cannabis sul mercato nero.

COME FUNZIONANO I CANNABIS SOCIAL CLUB?

COME FUNZIONANO I CANNABIS SOCIAL CLUB?

I Cannabis Social Club possono offrire la massima trasparenza perché l'intero processo, dai semi al prodotto finito, è curato con attenzione e può essere supervisionato. Questi club sono organizzazioni senza fini di lucro e sono finanziate dalle quote d’iscrizione dei membri. Le quote per l'adesione sono normalmente determinate dalla quantità di cannabis necessaria per ogni singolo membro del club, sia per uso medico, sia per uso ricreativo.

Nella maggior parte dei casi, i membri dei Cannabis Social Club non sono solo consumatori di cannabis, ma sono attivamente coinvolti nella vita del club, nella coltivazione e nella distribuzione dei suoi prodotti.

- Nei Cannabis Social Club, l’offerta segue la domanda

È improbabile che un Cannabis Social Club coltivi più cannabis rispetto a quella che i suoi membri richiedono. La produzione segue la domanda e non viceversa. Questo d'altra parte non è mai un problema perché si conosce in anticipo la domanda di cannabis per ciascuno dei membri di un club. Ciò consente al club di produrre solo le quantità necessarie per soddisfare le esigenze di tutti i membri.

- I Cannabis Social Club sono associazioni senza scopo di lucro

I Cannabis Social Club sono associazioni senza fini di lucro. Se a un certo punto si ottengono dei profitti economici, questi vengono utilizzati solo per promuovere gli obiettivi dell'associazione. Insieme all'obiettivo principale, che è quello di coltivare e distribuire cannabis in modo sicuro, i club spesso generano opportunità di lavoro o producono beni e servizi connessi. Queste attività restano sempre all'interno di ciò che è consentito dalla legge.

- I Cannabis Social Club offrono trasparenza

Anche se i Cannabis Social Club possono a volte avere un carattere piuttosto privato a causa della loro stessa natura, questi circoli restano sempre delle associazioni legalmente riconosciute. Hanno quindi una propria organizzazione interna e un organismo decisionale che comprende tutti i club: l'Assemblea Generale Annuale, dove ogni membro di un Cannabis Social Club ha diritto di voto.

Come per tutte le associazioni ufficiali e legalmente riconosciute, i Cannabis Social Club devono presentare i loro bilanci delle uscite e delle entrate all'Assemblea Generale. Ciò significa che i club stanno oggi mantenendo traccia delle loro attività, e che queste possono essere visibili dai membri stessi, da altri club o dalle autorità. In qualità di membro di un club, non devi preoccuparti della tua privacy dato che le informazioni personali e i dati di produzione restano sempre anonimi.

- I Cannabis Social Club sono orientati alla salute

Per i Cannabis Social Club la salute dei propri membri e quella del più vasto pubblico ha sempre un ruolo importante. Per la coltivazione della propria cannabis, i club usano di solito procedure biologiche senza l'uso di pesticidi e sostanze chimiche potenzialmente dannose. Allo stesso modo, i club stanno cercando di educare sugli usi problematici della cannabis. Il consumo sicuro e responsabile è una delle prime priorità dei Cannabis Social Club.

- I Cannabis Social Club non temono un dialogo aperto con le autorità

Al contrario di ciò che avviene normalmente sul mercato nero, i Cannabis Social Club sono sempre disposti a impegnarsi nel dialogo con le autorità. Il dialogo costruttivo con le istituzioni è accolto e incoraggiato attivamente.

STORIA DEI CANNABIS SOCIAL CLUB

I primi moderni Cannabis Social Club sono stati inaugurati in Spagna nel 2005 come concetto creato dall'organizzazione non governativa ENCOD. La ENCOD vede i club come il miglior modello per la produzione e la distribuzione legale di cannabis. Tra i principi di questi club si trovano l’imprescindibile status di organizzazione no-profit e la produzione di cannabis limitata alla quantità necessaria per coprire le esigenze personali dei loro membri.

IN QUALI PAESI ESISTONO I CANNABIS SOCIAL CLUB?

La maggior parte dei Cannabis Social Club si trovano oggi in Spagna, Francia, Paesi Bassi, Belgio, Germania, Austria, Slovenia e Nuova Zelanda. Sono in corso progetti pilota per la costituzione di Cannabis Social Club anche in Svizzera e nel Regno Unito.

CHI COLTIVA ERBA NEI CANNABIS SOCIAL CLUB?

CHI COLTIVA ERBA NEI CANNABIS SOCIAL CLUB?

L'erba dei Cannabis Social Club è coltivata collettivamente. Di solito il club elegge un gruppo di membri che coltiveranno le piante. I membri che gestiranno la coltivazione per il club saranno normalmente quelli che hanno già esperienza con la coltivazione di cannabis indoor e outdoor. Quando i frutti sono maturi, anche altri membri del club possono aiutare nelle operazioni di raccolta e conservazione.

QUALI SONO I VANTAGGI DI UN CANNABIS SOCIAL CLUB?

I Cannabis Social Club hanno molti vantaggi, ma il più grande è che garantiscono sicurezza eliminando la necessità di comprare la cannabis sul mercato nero. Il risultato di questo intero processo, dal seme al raccolto, sotto la supervisione del club sta nel fatto che non ci sono più prodotti tagliati o di bassa qualità, e che i prezzi si sono notevolmente ridotti. Molti club offrono anche posti di lavoro insieme a diversi prodotti o servizi, ovviamente del tutto legali.

Anche i vantaggi dal punto di vista sociale di questi club non devono essere sottovalutati. I club educano, informano e consigliano sia i membri, sia il pubblico su un uso sicuro della canabbis.

CHIUNQUE PUO’ DIVENTARE UN MEMBRO?

I requisiti per diventare membri di un Cannabis Social Club possono essere diversi da un club all’altro, ma possiamo dare un esempio tipico su ciò che serve per associarsi a un club di Barcellona.

A volte non puoi semplicemente richiedere di iscriverti a un club, poiché dovrai essere presentato da un membro. Questo è normalmente il modo migliore per diventare membro di un club, ma non tutto è perduto se non hai un amico in un Cannabis Social Club.

Alcuni cannabis club possono avere siti web con informazioni sulle loro specifiche esigenze per accettazione di nuovi membri, e molti di loro che forniscono moduli di richiesta online. Può essere una buona idea controllare innanzitutto i club della zona di tuo interesse su internet. Molti club hanno oggi le loro pagine Facebook dove è possibile mandare messaggi e richiedere informazioni.

La maggior parte dei Cannabis Social Club ha una politica rigorosa del tipo "ospiti non ammessi", e quindi se prevedi di andare in un club non puoi portare nessuno con te, a meno che non sia già un membro o stia per diventarlo.

La quota associativa per i club può variare, anche a seconda della qualità del club. Le quote medie dei club di Barcellona sono comprese tra i 20 e i 50 euro all'anno.

Ricorda che devi sempre e assolutamente portare con te un documento d’identità valido quando fai visita a un Cannabis Social Club.

SONO LEGALI?

Come spesso avviene con le leggi sulla cannabis, le risposte vagano in una zona grigia e non portano a informazioni conclusive. Ad esempio, oggi in Spagna ci sono più di 500 club e diversi tribunali hanno sancito la legittimità di queste associazioni.

Ma ora il presidente di un club storico è indagato con l’accusa di traffico di droga. Se i tribunali spagnoli stanno tentando di costituire un precedente con questo caso, di sicuro si tradurrà in cattive notizie per molti altri club del Paese.

Allo stesso modo, le leggi sulla cannabis possono cambiare molto rapidamente, e quindi che ciò che era stato legale (o illegale) ieri non lo sarà necessariamente anche il mese prossimo.

In altri paesi, la situazione non è migliore, ma nemmeno peggiore. Ad esempio, chi è interessato a fondare un Cannabis Social Club nel Regno Unito si trova in una situazione un po' bizzarra, visto che la creazione di una simile associazione sarebbe completamente legale, ma la coltivazione della cannabis e la sua distribuzione non lo sono.

Questa situazione causa naturalmente una serie di problemi. D'altra parte, nel Regno Unito si stanno compiendo oggi molti sforzi per fondare dei Cannabis Social Club. Alcuni di essi sono già operativi, ma restano strettamente controllati.

COME AVVIARE UN CANNABIS SOCIAL CLUB

Come avviare un cannabis social club

Le procedure di apertura di un Cannabis Social Club non sono molto diverse da quelle per aprire qualsiasi altro tipo di club associativo legale. Ci sono linee guida e raccomandazioni che si devono seguire per ottenere immediatamente il diritto di formare il club.

Per aiutarti, la ENCOD, in qualità di organizzazione di sorveglianza dei Cannabis Social Club in Europa, ha definito le fasi del processo di avviamento di un cannabis club. Diamo un'occhiata alle loro linee guida per l’apertura di un Cannabis Social Club.

- Dichiarazione pubblica di inizio attività

Come primo passo è necessario creare la consapevolezza del pubblico sul tuo progetto. Devi far sapere che vuoi creare un Cannabis Social Club. Non puoi farlo solo mettendo in giro alcuni volantini. Quello che ti serve è una presentazione professionale sul tuo progetto per i media locali, i giornali e gli altri mezzi di informazione.

In questa presentazione per la stampa dovrai dichiarare la tua missione e quale sarà l’obiettivo del club. Ad esempio quello di creare un ambiente sicuro per gli adulti responsabili che consenta di consumare la cannabis senza i rischi e i pericoli legati alla criminalità e al mercato nero. In altre parole, quello che farai sarà una bellissima iniziativa, e tu devi sottolineare molto bene questa cosa nella presentazione.

Per aumentare le possibilità che tu sia ascoltato e che poi il tuo club venga accettato, può essere una buona idea avere un personaggio pubblico che possa aiutarti a supportare l'idea! Questo ha almeno due vantaggi: maggiore copertura mediatica per il tuo Cannabis Social Club e minore rischio essere indagato dalle autorità.

Dopo questa tua comparsa davanti ai media locali, è furbo restare un po’ ad aspettare con pazienza. Se è tutto a posto (che significa: nessuno sta tentando di bloccare la tua iniziativa) allora puoi continuare con il passo successivo: fondare il tuo Cannabis Social Club!

- Fondazione di un Cannabis Social Club

Dopo la presentazione, e dopo aver fatto conoscere il tuo intento, ora arriva la parte divertente. Adesso stai formalmente fondando il tuo Cannabis Social Club legale! Per far questo servirà un comitato esecutivo che gestirà il club. Come per qualsiasi altro tipo di associazione avrete bisogno di un presidente, di un segretario e di un tesoriere.

Quando questo passo è stato compiuto, la prossima cosa in lista è lo statuto del club. Lo statuto deve includere gli scopi del club, che non devono essere lasciati troppo nel vago perché qualcuno potrebbe interpretarli in modo errato, visto che non è legale produrre o distribuire cannabis.

Non esitare anche a impegnare il tuo club nella ricerca sulla cannabis, ad esempio sulle migliori tecniche di coltivazione biologica. Se hai bisogno di aiuto, puoi ottenere buoni modelli di statuti per Cannabis Social Club da ENCOD, già utilizzati con successo per formare altri club.

Devi far registrare e approvare lo statuto del tuo Cannabis Social Club dalle autorità locali perché questo aumenterà notevolmente la trasparenza del tuo club.

Ora che ti sei preso cura di tutte queste procedure puoi finalmente iniziare ad accettare i membri! In questo caso, ti consigliamo di fare attenzione. Accetta solo i membri che conoscono e consumano veramente la cannabis.

Gli utenti esperti sulla cannabis medica sono sempre buoni soci ma è necessario assicurarsi che le condizioni di queste persone non stiano peggiorando a causa del consumo di cannabis. Anche se è comprensibile che vorrai accettare tutti, pensa che un club con problemi legali in grado di portarlo a chiudere sarebbe l’ultima cosa che tu e i membri desiderate!

Quando si è raggiunto un certo numero di membri, arriva la domanda. Questo significa che è ora di cominciare a coltivare la pianta! Se possibile, scegli un terreno privato in un luogo lontano e nascosto a occhi indiscreti. Non basta che il tuo club coltivi erba per i suoi membri. Tu vuoi farlo nel modo più corretto e ottenere la migliore qualità possibile. Coltiva in modo biologico e tieni sempre in mente la qualità. Probabilmente vorrai anche piantare un certo numero di varietà diverse in base alle esigenze dei tuoi membri.

Una cosa importante che stranamente viene spesso trascurata è questa: in ogni momento e durante tutte le attività del club porta sempre con te i documenti sulla tua appartenenza a un club legale. Non si sa mai se e quando qualcuno potrebbe essere arrestato, e in questi casi è meglio avere sempre pronti questi documenti.

Questo è particolarmente importante per tutti coloro che sono attivamente coinvolti nella coltivazione, nella raccolta e nella distribuzione! Inutile dire che la distribuzione e il consumo di cannabis dovrebbero avvenire solo all’interno degli spazi del club.

- Organizzazione Professionale del Club

Nelle prime fasi di vita del tuo club probabilmente non troverai troppi membri e le cose potrebbero andare bene senza grandi problemi. Ma nel corso del tempo gli iscritti aumenteranno grazie al passa parola! Un maggior numero di membri significherà probabilmente più lavoro e più problemi logistici. E allora dovresti considerare di "professionalizzare" il tuo club.

Una “professionalizzazione” può essere fatta in vari modi. Ad esempio, a un certo punto il tuo club potrebbe trovarsi a coltivare una considerevole quantità di cannabis e dovrai decidere di non utilizzare l’intero raccolto. A un certo punto potresti anche considerare di stabilire alcune linee guida per i tuoi membri, specialmente quando si tratta di distribuire il prodotto del tuo club a chi non è membro. Ma ci sono molte altre cose che le linee guida possono regolamentare.

Se dovessi mai guadagnare del denaro, puoi reinvestire questo profitto nel club in modo intelligente. Potresti utilizzare i soldi per migliorare le strutture o per offrire sconti e quote di iscrizione più basse.

Tieni sempre traccia delle tue attività e delle spese effettuate per il Cannabis Social Club. Avere tutti i documenti in regola per tutto ciò che fa il tuo club è il modo migliore per dimostrare le tue buone intenzioni e per farti valere come orgoglioso fondatore di un Cannabis Social Club professionale e trasparente!