Erbe da mischiare con la cannabis


Erbe da mischiare con la cannabis

Consumata da sola, la cannabis è già di per sé un'erba magica che vi può far viaggiare in tanti posti. Che preferiate consumarla in una canna, bong, o vaporizzatore, potete godervi una indica che vi faccia dormire come un sasso, o una sativa che vi stimoli la vena creativa.

Ma sapevate che ci sono altre erbe che si possono aggiungere alle vostre preparazioni cannabiche, per renderle ancora un pochino migliori? Esistono ottime erbe medicinali che di solito si usano per preparare infusioni ed altre salutari bevande, e che apparentemente funzionano bene anche con la vostra pianta prediletta.

Ma naturalmente, per far le cose in modo sicuro, sarebbe meglio consultare una persona esperta prima di gingillarsi con questi mix. Eccovi comunque una lista di erbe medicinali che possono comporre un mix ideale con la cannabis.

ASHWAGANDHA

AshwagandhaSe qualcuno dovesse trovare quest'erba un po' troppo esotica, è perché davvero lo è. La Ashwagandha è una radice adattogena, usata principalmente nella medicina ayurvedica indiana, ma che ha cominciato ad attirare l'attenzione del mondo occidentale. Un adattogeno, in due parole, è un'erba che aiuta l'organismo a reagire allo stress, e si ritiene che possieda proprietà antidepressive ed ansiolitiche.[1]

Mischiatela con la vostra erba ed avrete il perfetto trattamento per la gestione dello stress.

BLACK COHOSH (ACTAEA RACEMOSA)

Quest'erba è comunemente usata dalle donne in età di menopausa, principalmente per favorire un maggior equilibrio del sistema endocrino, che normalizza gli ormoni.[2] È anche ricca di fitoestrogeni, ormoni che vengono di solito persi durante la menopausa.[3]

Mischiandola con cannabis, che a sua volta svolge la funzione di stimolare il sistema endocannabinoide, rende molto più facile per le donne affrontare l'età matura.

MENTA E LAVANDA

Sia menta che lavanda sono dei rilassanti ben noti, e si usano comunemente per aggiungere un tocco di conforto alle nostre vite. Perciò, se siete reduci da una dura sessione di allenamento in palestra, per voi questo mix potrebbe essere l'ideale.

La menta, dal canto suo, offre un effetto calmante e rende il fumo un po' meno irritante, specialmente quando la si fuma con il bong. Ma per la vaporizzazione, meglio scaldarla a 160-175°C.

ECHINACEA

EchinaceaQuest'erba viene usata di solito per combattere il raffreddore comune per le sue qualità stimolanti del sistema immunitario, ma quando la si combina con cannabis, anch'essa può costituire un mix magico. L'echinacea possiede anche alcune sostanze presenti nel cannabidiolo (CBD), il componente non psicoattivo della cannabis. I composti chiamati N-aciletanolamine sostanzialmente interagiscono con l'enzima che scompone gli endocannabinoidi dell'organismo.

Proprio come le altre erbe menzionate in precedenza, anche questa può costituire un buon rilassante, ed una forma di medicazione per infiammazione e dolori. Può anche essere una buona fonte di antiossidanti.

IPERICO

L'iperico è un'erba usata da tempi immemorabili. Nei Balcani, in particolare, viene spesso aggiunta all'olio d'oliva e lasciata macerare al sole, per poi essere impiegata come olio curativo per le bruciature. Il suo estratto viene anche trasformato in capsule o infusioni, ed usato come antidepressivo.

Quando lo si mischia con cannabis, può agire come rimedio sia antidepressivo che ansiolitico. E malgrado siano stati riportati casi in cui l'iperico ha aggravato i sintomi di ADHD e ADD (sindrome da deficit di attenzione, con o senza iperattività), la cannabis, noto rimedio per entrambe, è là per rimettere a posto le cose.

BASILICO SACRO

Non soltanto quest'erba è un'altra buona fonte di proprietà antistress, ma la si ritiene anche una soluzione contro l'acne persistente. Altro prodotto della medicina ayurvedica indiana, si pensa che il basilico sacro possieda proprietà che riducono il livello di cortisolo nell'organismo.

La cannabis ha naturalmente già di per sé proprietà antistress, quindi quest'erba, se combinata specialmente con una buona varietà indica, vi farà probabilmente sentire come se steste fluttuando sulle nubi.

CAMOMILLA

Come la conosciamo oggi, la camomilla viene usata principalmente da persone che hanno difficoltà a dormire, ma in passato veniva impiegata anche per curare casi di depressione, ansia, stress, e perfino mal di testa.

L'effetto calmante della camomilla può aggiungere qualcosa alle analoghe qualità della cannabis, ma è più che altro questione di intensificare l'aroma. Quando la si vaporizza, il meglio è scaldarla ad una temperatura di 190°C.

È importante insistere sul fatto che si dovrebbe consultare un medico o erborista prima di far tentativi aggiungendo una qualsiasi di queste erbe alla vostra cannabis. Se anche sono di natura organica, potrebbero comportare effetti avversi e perturbare l'equilibrio del vostro organismo. Ma se ottenete il via libera dagli esperti, sentitevi liberi di mischiare!

Riferimenti

  1. ^ NCBI, Anxiolytic-antidepressant activity of Withania somnifera glycowithanolides: an experimental study., recuperate December-09-2018
    Legame
  2. ^ NCBI, The effects of black cohosh on the regulation of estrogen receptor, recuperate December-09-2018
    Legame
  3. ^ NCBI, Black cohosh: just another phytoestrogen?, recuperate December-09-2018
    Legame