Che cos’è il Green Out e come evitarlo


Che cos’è il Green Out e come evitarlo

Se sei come la maggior parte dei fumatori, probabilmente non hai mai avuto a che fare con il green out. Forse, questa è anche la prima volta che senti parlare di questo termine. Se fai parte di quelle persone non affette, considerati fortunato. È probabilmente l'esperienza meno piacevole che tu possa avere con la marijuana e l’azione più saggia è quella di evitarla del tutto.

Tuttavia, a volte non si può evitare, quindi dovrai combatterla. Dato che è un'esperienza così sconosciuta a molti, abbiamo pensato di creare una guida! Andremo a discutere cos’è, come si verifica, come combatterla e come evitarla.

CHE COS’È IL GREEN OUT?

Potresti aver notato la somiglianza tra “green out” ed il più comune “black out”. Hanno sicuramente alcune somiglianze, ma anche alcune differenze. Solitamente, con il “black out” ci si riferisce a bere così tanto alcol che si dimentica tutto ciò che è accaduto quella notte (passato un certo punto). Implica anche vomitare o stare male—ma la perdita di memoria è solitamente la caratteristica più evidente.

Tuttavia, il “green out” si riferisce solo al consumo di una quantità di THC così alta da provocare nausea e malessere. Potrebbe verificarsi anche una perdita di memoria, anche se questo dipende dalla persona in questione. Comunque, il termine viene spesso utilizzato per indicare altri sintomi avversi.

COME FA IL THC A PROVOCARE IL GREEN OUT?

In parole povere, il green out è causato dalla iperattivazione del recettore CB1 nel cervello. Come abbiamo discusso in altri articoli, il THC ed altri cannabinoidi interagiscono con specifici recettori dei cannabinoidi del nostro organismo. Oltre ad essere stimolati dalla cannabis, questi recettori vengono anche attivati in modo naturale dai neurotrasmettitori endocannabinoidi, come l'anandamide. Attraverso questa interazione, l'anandamide svolge un ruolo nel modo in cui il nostro corpo si occupa dell'umore, della nocicezione e della fame. Inoltre, svolge un ruolo importante nella memoria e nella fertilità.

Tuttavia, l'anandamide non attiva i recettori CB1 nella misura in cui lo fa il THC. Di conseguenza, questi recettori si possono iperattivare prima di quanto si pensi. Grazie a questo eccesso di attivazione, il corpo viene catapultato in uno stato di malessere.

COME FAI A SAPERE SE SI STA VERIFICANDO IL GREEN OUT?

Per fortuna (o sfortuna, in base a come lo si interpreti), è facile capire quando si sta verificando il green out. Come abbiamo accennato in precedenza, la prima cosa che probabilmente noterai è la nausea. Potresti anche iniziare ad avere sudorazione e vertigini persistenti, insieme ad un aumento della frequenza cardiaca e fluttuazione della pressione sanguigna. Oltre dei sintomi fisici, potresti provare alcuni stati acuti di nervosismo, paranoia e difficoltà di concentrazione.

A seconda della quantità di cannabis che hai fumato o ingerito e della tua fisiologia, proverai questi sintomi per un periodo compreso tra i 30 minuti e le sei ore. È un intervallo grande, lo sappiamo, ma c'è anche una vasta gamma di fumatori d’erba.

COME PUOI FERMARE IL GREEN OUT?

Sfortunatamente, non puoi fermare il green out in modo rapido. Tuttavia, ci sono alcuni passaggi che puoi fare per assicurarti che vada nel modo più fluido possibile.

• Se sei con i tuoi amici, non lasciarli. Stare con le persone può aiutarti a rallentare i pensieri, diminuendo la paranoia o la paura. Tuttavia, ognuno è differente. Se stare con le persone ti rende più nervoso, esci da quella situazione sociale e prenditi del tempo per te stesso.

• Resta costantemente idratato. Se ripulisci costantemente il tuo organismo con dell’acqua, riuscirai a superare il green out in modo notevolmente più rapido.

• Rassicurati che starai bene o fai in modo che lo facciano le persone intorno a te. Non c'è alcuna possibilità che tu possa avere un overdose fatale con l'erba. Per quanto possa sembrarti strano, passerà e starai benissimo.

• Sdraiati su un fianco e assicurati di poter rimanere così! Vomitare mentre giaci sulla schiena può essere fatale a causa del rischio di soffocamento. Rimanendo di lato, ti assicurerai che venga espulso tutto ciò che il tuo corpo da bisogno di espellere.

• Se possibile, vai a dormire. Dopo esserti sdraiato su un fianco, idratato e rilassato mentalmente, è ora di andare a letto. Quando ti sveglierai, lo sballo della notte precedente sarà un lontano ricordo. Se ti sei sballato _veramente_ tanto, al tuo risveglio sarai meno sballato rispetto a prima.

COME PUOI EVITARE IL GREEN OUT DEL TUTTO?

COME PREVENIRE UN GREEN OUT

Possiamo ovviamente immaginare che tu non voglia avere a che fare con l'esperienza del green out. I metodi di prevenzione che troverai di seguito sono abbastanza ovvi, tuttavia li andremo ad esaminare insieme per assicurarci che tu sia preparato.

• Prima di tutto, non fumare troppa erba. Se sei nuovo al mondo dell’erba, prendi le cose con calma, uno o due tiri alla volta. Prenditi del tempo per valutare te stesso durante la sessione di fumo, assicurandoti di non andare troppo forte o troppo veloce.

• Inoltre, se ritieni che la tua erba attuale ti renda troppo sballato, puoi anche optare per varietà con meno THC.

• Assicurati di stare bene ed essere sazio prima di fumare, poiché puoi sballarti in modo più veloce se sei a stomaco vuoto.

• Infine, assicurati di non mescolare alcol o altre droghe insieme al THC, poiché questi possono incrementare gli effetti in modo notevole.

Fai attenzione e divertiti in modo responsabile!