The Mountain Project - Recensione


Protagonisti: Daniel and Bryan Eatmon
Prodotto da: 
Mendo Dope
Rete:
Youtube
Tempo di esecuzione: 
2018

The mountain project - recensione

The Mountain Project è una serie documentario creata dai Mendo Dope, che narra la vita all'interno delle regioni montuose della California settentrionale. Mendo Dope è un duo hip-hop, composto dai fratelli Daniel e Bryan Eatmon, in arte Old E e Bleezy.

La coppia è cresciuta all'interno della cultura cannabica dell'Emerald Triangle, la regione in cui sono presenti le più vaste piantagioni di cannabis degli Stati Uniti. L'influsso culturale sulla loro musica e sul documentario stesso è lampante.

LA PIANTAGIONE DEGLI ALBERI

Il primo episodio, intitolato La Piantagione degli Alberi, inizia con i due fratelli che sfrecciano lungo una strada sterrata all'interno di un vecchio furgone, saltando ad ogni buca e fumando uno spinello gigantesco, come loro abitudine. Questo documentario offre una panoramica della coltivazione della cannabis in queste regioni montuose.

I fratelli spiegano come hanno ottenuto il permesso di avviare una piantagione su vasta scala nel 2017. Pochi istanti dopo, i due iniziano un tour dell'appezzamento di terra sul quale hanno deciso di iniziare a coltivare.

ASPETTI POSITIVI

La serie segue le vicende dei due fratelli per tutta la durata della stagione di coltivazione, dalla semina al raccolto delle piante mature. Nei primi episodi il duo abbatte alcune serre in polietilene e pulisce i vasi. Iniziano a lavorare all'alba, e affermano "lavoriamo più noi prima di fare colazione, che voi durante tutta la giornata".

La serie è composta da numerosi episodi. Ognuno narra i progressi della piantagione, mostra la preparazione dell'area di coltivazione, e il trapianto degli esemplari all'interno dei vasi. Anche la cultura di questa zona montuosa viene messa in mostra. Infatti, molti abitanti del posto verranno a dare una mano ai due coltivatori. Sembra davvero un lavoro collettivo.

I fratelli mostrano in anteprima agli spettatori le loro varietà, tra cui Cherrygasm, Raspberry Smash, Locomotion e White Cherry Truffles. I due sfoggiano la loro esperienza nella coltivazione in ogni puntata della serie. Dimostrano di saper comporre un substrato ottimale, costruire grate, travasare, produrre pacciame ed innaffiare le piante.

ASPETTI NEGATIVI

Se amate la ganja, non esistono molti aspetti negativi in questa serie. Forse, l'unica pecca è che certi punti di alcuni episodi sembrano un po' statici. A volte sembra che non accada nulla, altre volte i ragazzi appaiono un po' troppo presuntuosi.

In certi momenti la qualità dell'audio è un po' scarsa. Inoltre, appaiono messaggi "subliminali", come musica del duo in sottofondo, o altri tipi di pubblicità. Ma, in fondo, fa tutto parte del gioco, no?

IN CONCLUSIONE

The Mountain Project è una serie che vale la pena vedere, soprattutto se siete appassionati di giardinaggio o fan della ganja, e volete scoprire cosa succede tra le montagne dell'Emerald Triangle. Potrete imparare tecniche di coltivazione utili, e tutte le nozioni fondamentali per diventare coltivatori di cannabis.

E, se amate la musica hip-hop, apprezzerete questa serie ancora di più.