Cannamiele: si possono addestrare api a produrre miele dall'erba?


Cannamiele: si possono addestrare api a produrre miele dall'erba?

Un apicoltore ed attivista pro-marijuana francese, che si fa chiamare Nicholas Trainer-bee, ha suscitato molto scalpore qualche tempo fa. Egli ha infatti dichiarato di essere riuscito ad addestrare le api a ricavare miele dalle piante di cannabis.

Ha pubblicato video e foto su Youtube e social media per dimostrare di essere riuscito ad ottenere un miele alla cannabis totalmente naturale. In alcune foto e video pubblicati su Youtube è possibile notare le api aggirarsi freneticamente su alcune gemme di cannabis femmina viventi.

Tutti amiamo il miele, ma molti di noi amano la marijuana ancora di più. Potrebbe trattarsi del primo alimento edibile alla cannabis completamente naturale? Un modo ideale per apprezzare ancora di più le api? O si tratta solo di una bufala?

Nicholas afferma di consumare marijuana terapeutica, che lo aiuta a gestire la sua iperattività. In giovane età questo disturbo gli ha causato vari problemi a scuola. Alla fine, è stato costretto ad abbandonare gli studi. Quando ha iniziato a conoscere le potenzialità terapeutiche della cannabis, ha subito pensato di combinarle con il miele. Il miele infatti contiene molti antiossidanti e flavonoidi. Tali sostanze, secondo alcune ricerche, contribuiscono a diminuire il rischio di alcuni tipi di cancro e malattie cardiache.

API PIÙ CANNABIS UGUALE "CANNAMIELE"?

Api più cannabis uguale "cannamiele"?

Nicholas sostiene di essere riuscito ad unire con successo i due elementi. Afferma che le sue api riescono a produrre miele alla cannabis (cannamiele). Sembra molto interessante, vero? Ma che cos'è esattamente questo "cannamiele", e che effetti provoca?

Beh, difficile dirlo. Nicholas afferma che il miele produce effetti simili a quelli della normale cannabis. Tuttavia, il miele non è stato sottoposto ad alcun test per verificarne il contenuto di terpeni e cannabinoidi. Egli dichiara che possiede un delizioso aroma floreale, che ricorda leggermente quello della pianta usata per produrlo.

Il colore del miele varia dal verde chiaro, al bianco, al giallo.

Il risultato di Nicholas è comunque sbalorditivo. Le api infatti di solito non usano piante di cannabis per produrre miele. In natura, le api usano il nettare dei fiori delle piante per produrre miele. Sono attratte da piante che possiedono determinati colori e profumi. Le piante di cannabis di solito non possiedono caratteristiche estetiche ed olfattive attraenti per le api.

Un'altro elemento della pianta che ovviamente attira le api è il nettare dei fiori. Esso viene usato dalle api per produrre il miele (non il polline). Non è chiaro se le piante di cannabis producano nettare dai fiori. Esiste solo un resoconto in cui si afferma che esse lo producono. Tale relazione è contenuta in un libro del 1970 di John Free intitolato Insect Pollination of Crops.

Secondo altri apicoltori, le piante di cannabis maschio sono in grado di produrre polline. Le api in certi casi possono usare tale polline come fonte estrema di alimentazione. Ma questo non aiuta a spiegare i video di Nicholas, nei quali sembra che le api siano attratte dalle piante di cannabis femmina in fiore.

VERITÀ O BUFALA?

Verità o bufala?

Quindi, come è riuscito a stimolare l'interesse delle api per le piante d'erba, ed indurle ad usarle per produrre miele? Nicholas afferma di averle addestrate ad estrarre la resina dalle piante. Comunque, non è chiaro come abbia fatto. La resina della cannabis è racchiusa nei tricomi della pianta di cannabis (i minuscoli filamenti presenti su gemme, steli e foglie della pianta). La spiegazione di Nicholas sembra suggerire che egli abbia insegnato alle api a cercare tali tricomi, sebbene in natura questo comportamento risulterebbe anomalo.

Secondo Mary Wendy, apicoltrice e coltivatrice, le dichiarazioni di Nicholas sono false.

Dopo aver visionato il video di Nicholas sui social media, ha realizzato lei stessa un filmato. Qui sostiene che Nicholas spruzzi acqua zuccherata sulle piante. Per questo motivo le api sarebbero così interessate alle piante di cannabis femmina.

"Sono un'apicoltrice dal 2010, ma coltivo cannabis dal 1996", dichiara Mary nel suo canale youtube. "Nicholas deve essere pazzo se pensa che le sue api producano miele alla cannabis per lui!"

Nicholas comunque afferma di aver dovuto affrontare delle difficoltà durante questo procedimento. Alcune persone infatti temevano che stesse facendo "sballare" le sue api. Tuttavia, egli è stato in grado di placare tali preoccupazioni. Una ricerca ha infatti dimostrato che le api ed altri insetti non possiedono un sistema endocannabinoide. Pertanto, non sono in grado di metabolizzare i cannabinodi come gli esseri umani.

Nicholas attualmente possiede oltre 30 alveari, che utilizza per i suoi esperimenti con la cannabis. Ma, dal momento che vive in Francia, deve confrontarsi con il proibizionismo. Non è quindi chiaro se e quando il suo miele potrà essere commercializzato.

In ogni caso, non vediamo l'ora di assaggiare questo "cannamiele". Nel frattempo, date un'occhiata ai video di Nicholas e Mary qui sotto.