Strumenti essenziali per il dabbing con la marijuana


Strumenti essenziali per il dabbing con la marijuana

Il dabbing è diventato un metodo di assunzione molto popolare negli ultimi anni. Per un'esperienza ottimale con il dabbing, occorre procurarsi alcuni strumenti appositi.

Ecco cosa serve, e come funziona ogni componente:

1. UN OIL RIG O DAB RIG

UN OIL RIG O DAB RIG

Procuratevi questo strumento, e tutto il resto verrà da sé. Anche se avete deciso di acquistarlo online, entrate in un negozio di accessori per fumatori per vedere da vicino l'attrezzatura e fare qualche domanda. Afferrate la pipa per dabbing (o "rig"), soppesatela, e controllate come va assemblata.

Se usate un tono cortese, il commesso potrebbe addirittura aggiungere un po' d'acqua in uno degli apparecchi e spiegarvi come si aspira.

Un attrezzo per dabbing, o "dab rig", è molto simile ad un bong in vetro, ma è dotato di una giuntura in vetro che sorregge il "chiodo", invece di un braciere. Parleremo dei "chiodi" più tardi. La giuntura può essere maschio o femmina, e in genere è grande 14mm o 18mm.

Quando scegliete il dab rig, fate domande sulle sue funzioni, la robustezza, e la quantità d'acqua che può contenere. Cercate di capire se userete l'apparecchio in un unico posto, o se vorrete trasportarlo con voi.

Anche le dimensioni contano. Questi oggetti possono entrare nel palmo di una mano, ma possono anche essere giganteschi. È solo una questione di gusti, poiché anche un oil rig compatto può offrire effetti straordinari ed un gusto corposo. I rig più grandi, invece, producono boccate più vellutate e sapori più delicati.

Se volete investire in un oggetto che duri nel tempo, fate attenzione al design e alla qualità del vetro. I rig robusti e di buona qualità sono realizzati in vetro borosilicato. Assicuratevi che abbia una base stabile, che non si ribalti al minimo movimento brusco.

Se siete preoccupati che si possa rompere, sappiate che esistono anche oil rig economici in silicone.

I prezzi variano dai $50 per i rig più piccoli ed economici, fino a migliaia di dollari per le vere e proprie opere d'arte realizzate da famosi soffiatori di vetro. Sulla fascia di prezzo media, tra $100 e $250, troverete dab rig dalle prestazioni soddisfacenti.

Anche una pipa ad acqua standard può essere convertita in oil rig o dab rig. Non dovete far altro che sostituire il braciere in vetro con gli appositi accessori per dabbing, acquistabili online e nei negozi specializzati.

2. UN CHIODO

UN CHIODO

Avrete anche bisogno di un "chiodo" da inserire nel vostro dab rig, solitamente grande 14mm o 18mm. Durante l'utilizzo, questo strumento si riscalderà per vaporizzare il concentrato. Si tratta di un elemento che si rompe spesso, quindi vi conviene tenerne uno di riserva.

I chiodi esistono con cupola o senza cupola. I chiodi con cupola sono quelli di vecchia generazione. Dopo aver attaccato il chiodo al dab rig, lo coprite con una cupola in vetro per raccogliere il vapore. I modelli senza cupola sono più moderni, e possiedono un foro integrato, in modo che il vapore venga risucchiato nel rig.

Quando acquistate un chiodo, fate attenzione ai materiali. Il vetro borosilicato è eccellente per il rig, ma non è altrettanto adatto per un chiodo. Non trattiene bene il calore, si rompe facilmente, e si frantuma con le alte temperature. Evitate questo materiale.

Titanio e quarzo sono entrambe ottime scelte. I chiodi in titanio sono molto resistenti, e creano un vapore piacevole. Alcuni appassionati di dabbing preferiscono il quarzo perché, secondo loro, produce un sapore migliore. Qualcuno inoltre ritiene che il titanio si possa ossidare e deteriorare, se esposto ad alte temperature.

Se avete dei dubbi, potete sempre acquistare un chiodo composto da una miscela di quarzo e titanio. I chiodi in titanio sono leggermente meno costosi, dai $50 ai $250. Per i chiodi in quarzo dovrete spendere dai $75 ai $200.

3. LA CUPOLA, OPZIONALE

LA CUPOLA, OPZIONALE

Si tratta di un semplice cappuccio in vetro che va posto attorno al chiodo dopo il dabbing. Acquistatene uno se avete scelto un chiodo standard.

Se invece possedete un chiodo non predisposto per l'aggancio della cupola, depennate questo accessorio dalla vostra lista della spesa.

4. LA FIAMMA OSSIDRICA

LA FIAMMA OSSIDRICA

La fiamma ossidrica vi servirà per riscaldare il chiodo, fino ad una temperatura sufficiente a vaporizzare completamente il concentrato. Le mini-torce in vendita nei negozi di casalinghi sono adatte a questo scopo, anche se impiegano qualche minuto per riscaldare il chiodo. Alcune persone scelgono fiamme più potenti, alimentate a propano, come quelle usate dai saldatori. In tal caso, ricordate sempre di tenere a portata di mano un po' di butano o propano in più.

Se l'idea di utilizzare una fiamma vera non vi piace molto, potete acquistare un chiodo elettronico (e-nail) a circa $250. I modelli attuali devono essere collegati ad una presa elettrica, ma offrono diversi vantaggi, come la regolazione della temperatura, un calore omogeneo, ed una maggiore sicurezza.

5. UN UTENSILE PER IL DABBING

UN UTENSILE PER IL DABBING

L'utensile per il dabbing non è altro che una bacchetta in vetro, metallo o ceramica che serve a trasferire il materiale per dabbing sul chiodo riscaldato. Se usate concentrati oleosi, scegliete una bacchetta con una punta stretta e appuntita. Gli estratti più asciutti invece si prelevano più facilmente con un utensile a forma di cucchiaio.

Potete usare anche un "carb cap dabber", composto da un'estremità appuntita per il dabbing, e da una parte arrotondata sul lato opposto, il cosiddetto "carb cap". È quasi come la cupola, ma un po' diversa.

Usatela per coprire la superficie di un chiodo riscaldato, in modo da concentrare il calore, come in un piccolo forno. In questo modo, potete ottenere un dabbing a basse temperature, e preservare i terpeni che oltre i 700 gradi si decomporrebbero. I terpeni aggiungono sapore ai vostri estratti.

6. IL CONCENTRATO

IL CONCENTRATO

Per finire, parliamo del concentrato. Scegliete quello che preferite, purché non sia stato realizzato con solventi a base di alcool. Ciò significa che QWISO e RSO sono da evitare, mentre si possono usare BHO ed estratti privi di solventi. Inoltre, potete fare dabbing con concentrati come shatter, cere (wax), budder e rosin.

TROPPO COMPLICATO? ECCO UN'ALTERNATIVA SEMPLICE

Se avete acquistato parecchia attrezzatura costosa ma non avete idea di come utilizzarla nel modo giusto (anche dopo aver guardato diversi video su YouTube), sappiate che non siete gli unici. Fidatevi di noi: con un po' di impegno e di esperienza, in breve riuscirete a "dabbare" come dei veri professionisti.

Nel frattempo, potete comprare un vaporizzatore a penna più economico, progettato per essere usato con gli estratti che ora avete a disposizione. La penna non offrirà la stessa esperienza di un oil rig, ma di certo il suo funzionamento è molto più intuitivo.