Profilo Terpenico: β-Carioffilene


Profilo Terpenico: β-Carioffilene

Le piante di cannabis producono una grande varietà di composti vegetali secondari che le rendono estremamente interessanti per gli esseri umani. Uno dei composti meno conosciuti è il β-cariofillene, un terpene piccante e pungente che aggiunge un po' di spinta a diverse varietà di cannabis.

I terpeni, oltre a fornire il profumo e gusto, svolgono un ruolo più profondo all'interno della cannabis, poiché possono influenzare e migliorare gli effetti dei cannabinoidi come il CBD ed il THC. Durante gli studi, molti terpeni hanno mostrato anche un enorme potenziale medicinale, suggerendo un futuro ruolo all'interno di alcuni campi della medicina.

Uno di questi terpeni è noto come β-cariofillene, una molecola che conferisce al pepe nero ed ai chiodi di garofano la loro speziatura distintiva. Si trova anche all'interno del luppolo, rosmarino e basilico.

QUALI SONO GLI EFFETTI ED I POSSIBILI VANTAGGI MEDICI DEL β-CARIOFILLENE?

Quali sono gli effetti ed i possibili vantaggi medici del β-cariofillene?

Il β-cariofillene è stato trovato in sinergia con diversi cannabinoidi e, grazie a questo, potrebbe migliorare alcuni dei loro effetti medicinali. Un articolo del 2011 pubblicato sul British Journal of Pharmacology, discute sul fenomeno dell'effetto “entourage”—la possibilità che una varietà di terpeni e cannabinoidi incrementino i loro effetti a vicenda.[1]

Il documento afferma che il β-cariofillene potrebbe migliorare gli effetti gastrici citroprotettivi (protezione contro le lesioni della mucosa gastrica), del THC. Le due molecole possono anche lavorare insieme nel trattamento del prurito (grave prurito della pelle). Il β-cariofillene è stato anche potenziato per lavorare insieme al CBD nel trattamento della dipendenza.

Sono stati scoperti numerosi usi terapeutici del β-cariofillene, con la molecola che mostra azioni analgesiche, antibatteriche, antidepressive, antinfiammatorie, antiproliferative, antiossidanti, ansiolitiche e neuroprotettive.

LA SCIENZA DIETRO IL β-CARIOFILLENE

Una delle ricerche più interessanti sul β-cariofillene riguarda la sua apparente capacità di aumentare la longevità. Un documento del 2014 pubblicato sulla rivista Experimental Gerontology illustra gli effetti che influenzano la longevità sul verme nematode fasmidario Caenorhabditis elegans.[2]

Gli autori del documento menzionano gli effetti antiossidanti, antinfiammatori e antitumorali del terpene. Continuano affermando che il β-cariofillene può influenzare l'estensione della durata della vita, modulando i geni che regolano lo stress ossidativo, la disintossicazione xenobiotica e la longevità.

Il β-cariofillene ha anche dimostrato effetti antiossidanti, questo significa che può inibire l'ossidazione, un fenomeno associato al danno del DNA e alle malattie croniche tra cui il cancro, diabete, malattie cardiovascolari e l'artrite reumatoide.[3]

Il terpene si sta rivelando promettente anche nel campo del cancro. Un articolo del 2007, pubblicato sul Journal of Pharmacy and Pharmacology, ha dichiarato che potrebbe migliorare gli effetti del farmaco chemioterapico paclitaxel.[4] Il rapporto afferma che il terpene facilita il passaggio del farmaco attraverso la membrana cellulare.

VARIETÀ DI CANNABIS RICCHE DI β-CARIOFILLENE

Varietà di cannabis ricche di β-cariofillene

Molte varietà sono ricche del terpene β-cariofillene, un tratto che conferisce loro un gusto sorprendente che permane sulla lingua. Ecco alcune che sono piene di questo terpene speziato:

Bubba Kush 2.0: questa varietà è per gli amanti delle indica, con una percentuale di geni indica del 90–100%. Fornisce un effetto potente, che provoca sensazioni di sonno e da blocco sul divano. Il livello alto di β-cariofillene contribuisce ad un profilo aromatico composto da note floreali, pepate e speziate. Bubba Kush 2.0 deriva dalle varietà Afghani e Pre-'98 Bubba Kush.

Skywalker Kush: questa varietà è così piena di tricomi che i suoi fiori sembrano diamanti. Questa pianta raggiunge un'altezza elevata, offre una buona resa e produce uno sballo felice, risollevante, euforico e sensazioni di sonno. Il suo livello alto di THC la rende una buona candidata per la produzione di estratti.

Sour Diesel: questo ceppo a predominanza sativa è stato creato incrociando Northern Lights, Diesel, Shiva ed Hawaiian. Il suo contenuto di THC del 19% dà come risultato un effetto ad azione rapida, che scatena una mentalità rilassata e concentrata. Quando vengono fumati, i suoi fiori lasciano un sapore di diesel, erbe ed acidità sulla lingua.

Riferimenti

  1. ^ NCBI, Taming THC: potential cannabis synergy and phytocannabinoid-terpenoid entourage effects, recuperate November-20-2018
    Legame
  2. ^ NCBI, Beta-caryophyllene modulates expression of stress response genes and mediates longevity in Caenorhabditis elegans., recuperate November-20-2018
    Legame
  3. ^ NCBI, The antioxidant effect of β-caryophyllene protects rat liver from carbon tetrachloride-induced fibrosis by inhibiting hepatic stellate cell activation., recuperate November-20-2018
    Legame
  4. ^ NCBI, Potentiating effect of beta-caryophyllene on anticancer activity of alpha-humulene, isocaryophyllene and paclitaxel., recuperate November-20-2018
    Legame