5 Consigli Per Prevenire E Sbarazzarsi Della Fame Chimica


5 Consigli Per Prevenire E Sbarazzarsi Della Fame Chimica

Molte persone amano gli effetti della cannabis, ma non sopportano la fame chimica. Non solo può essere molto fastidiosa e difficile da gestire, ma può anche spingervi a mangiare DAVVERO troppo, perché qualsiasi alimento sembra dannatamente delizioso!

Dare sfogo alla propria fame chimica può far sentire gonfi e pieni di rimorsi. Sebbene si possano ripercuotere su chiunque, le conseguenze possono infastidire soprattutto coloro che cercano di ridurre le calorie. Se state cercando di limitare l'apporto calorico, continuate a leggere per scoprire come prevenire la fame chimica la prossima volta che farete uso di cannabis.

1 - FUMARE UNA VARIETÀ CHE NON PROVOCHI FAME CHIMICA

Il modo più semplice per evitare la fame chimica è conoscere la varietà di cannabis che si sta fumando. Le varietà indica si sono guadagnate la fama di essere più propense a stimolare l'appetito. Alcune varietà vi renderanno semplicemente più affamati, e questo vale soprattutto per le indica pure. In generale, una varietà che provoca i tipici effetti da indica tende anche a stimolare un appetito più vorace.

Tuttavia, le varietà ad alto contenuto di THCV (tetraidrocannabivarina) o CBD (cannabidiolo) sono note per sopprimere l'appetito.

A livello molecolare, la THCV è molto simile al THC, ma gli effetti sono completamente diversi. A differenza del THC, la THCV sopprime l'appetito invece di stimolarlo. Inoltre, tende a ridurre l'ansia, invece di aumentarla. Tuttavia, la maggior parte delle varietà contengono solo piccole quantità di THCV e, di conseguenza, è estremamente difficile che riusciate a percepire effetti capaci di sopprimere il vostro appetito. Le varietà con le maggiori quantità di THCV sono normalmente le varietà sativa autoctone dell'Africa, come la Durban Poison, ma anche la Jack The Ripper e la Girl Scout Cookies sono ricche di THCV.

Quando viene consumato in piccole quantità, il CBD ha clinicamente dimostrato di sopprimere l'appetito.[1] Tuttavia, il CBD non "sballa" e non provoca alcun effetto che possa alterare la mente. Come tale, una varietà con un alto contenuto di CBD (e di THC) potrebbe risultare un'ottima scelta, mentre una varietà ricca solo di CBD potrebbe non essere la soluzione perfetta per chi vuole prevenire la fame chimica senza rinunciare agli effetti psicotropi della cannabis.

2 - BERE MOLTA ACQUA PER MANTENERSI IDRATATI

Uno dei modi più semplici per sconfiggere la fame chimica è bere molta acqua e mantenersi idratati.

Il corpo umano ha la tendenza a confondere la sete con la fame. Molte volte, quando sentite il bisogno di sgranocchiare qualche snack, la causa scatenante potrebbe essere semplicemente un po' di sete. Questo effetto viene ulteriormente amplificato dal fatto che la marijuana è conosciuta per disidratare la bocca ("secchezza delle fauci"). La prossima volta che vi troverete ad affrontare una forte fame chimica, provate a bervi un bicchiere d'acqua. Potrebbe essere sufficiente per mettere fuori gioco quell'insistente languorino!

Indipendentemente dalla frequenza con cui si manifesta la fame chimica, è sempre raccomandabile bere molta acqua quando si fuma marijuana, dato che il suo uso può disidratare il corpo nel lungo periodo. I consumatori di cannabis abituali o quelli più incalliti tendono a consumare regolarmente un buon quantitativo d'acqua. Ignorare questo importante aspetto può generare mal di testa e crampi muscolari da disidratazione.

Sebbene esistano diverse bevande capaci di mantenere idratato il nostro corpo, l'acqua rimane la migliore scelta. Le vostre bibite gassate o succhi di frutta preferiti potrebbero essere allettanti da bere sotto gli effetti della cannabis, ma il prezzo da pagare in calorie sarà elevato!

3 - PREPARATEVI A CEDERE ALLA FAME CHIMICA FACENDO SCORTA DI SNACK SANI!

PREPARATEVI A CEDERE ALLA FAME CHIMICA FACENDO SCORTA DI SNACK SANI!

Preparatevi ad andare incontro al fallimento! Può succedere a chiunque!

Avere a portata di mano alternative alimentari più genuine può aiutare a limitare i danni causati dalla fame chimica. Verdure a basso contenuto calorico, come il sedano e le carote, sono l'ideale per qualche spuntino sotto gli effetti della cannabis. Verdura e frutta possono riempirvi velocemente, senza caricarvi di calorie. Se non resistete alla tentazione di mangiare qualcosa, tanto vale provare a placare la fame con alimenti più sani!

Prestare particolare attenzione alle dimensioni delle porzioni di cibo può anche aiutare a limitare i danni della fame chimica. Trasformare i vostri errori in piccole infrazioni non sarà certo una tragedia.

4 - EVITARE LE TENTAZIONI

Un altro modo per evitare la fame chimica è allontanare qualsiasi tentazione dalle vostre vicinanze. I cibi spazzatura e gli spuntini poco sani sono di solito i primi bersagli della fame chimica. Fate sparire da casa vostra tutti questi alimenti in modo da non poterli nemmeno toccare. Spesso, la sola vista di uno snack appetitoso è sufficiente per scatenare una forte fame chimica.

Inoltre, se eviterete sempre questi alimenti limiterete anche il vostro desiderio di sgranocchiarli quando sarete sotto gli effetti della cannabis. Andate piuttosto a fare una passeggiata in mezzo alla natura! Ritrovarsi in un posto totalmente privo di cose da mangiare renderà le cose molto più facili.

5 - MANTENERSI OCCUPATI!

Un eccellente modo per sbarazzarsi della fame chimica è cercare semplicemente di non pensarci. Mantenersi occupati con attività che non hanno nulla a che vedere con il cibo può mantenere la mente lontana dai languorini più insistenti. Se lascerete invece vagare la vostra mente, avvertirete inevitabilmente forti sensazioni di fame.

Dovreste inoltre allenare il vostro cervello a pensare a qualcos'altro ogni volta che si manifesta la fame chimica. Cercate di passare rapidamente ad altro svolgendo subito un'attività che vi distragga abbastanza a lungo da farvi dimenticare la fame.

Qualsiasi attività al chiuso o all'aperto può funzionare bene, ma sappiate che sempre più persone si divertono a fare esercizio fisico quando sono sotto gli effetti della cannabis. Avete mai pensato di fare yoga o di andare in palestra dopo aver consumato marijuana? Fidatevi di noi, è veramente fantastico!

Riferimenti

  1. ^ NCBI, An update on safety and side effects of cannabidiol: a review of clinical data and relevant animal studies, recuperate April-02-2019
    Legame