Come costruire un grow box fai-da-te per cannabis con poco budget


Come costruire un grow box fai-da-te per cannabis con poco budget

Quando le persone fanno la prima ricerca sui costi che derivano dalla coltivazione di cannabis, spesso rimangono sorpresi dall'investimento iniziale richiesto. Oltre a lampade, ventilatori, strumenti ed altro molti scelgono di procurarsi anche un grow box.

Chi decide di acquistarne uno in un negozio, potrebbe ritrovarsi a spendere centinaia di euro. Anche se con il passare del tempo potrai recuperare l’investimento, non si può negare che sono molti soldi da spendere in una volta. Inoltre, potresti scoprire che anche i migliori grow box disponibili non si adattano in modo perfetto al tuo spazio o situazione.

Tuttavia, cosa succede se ti autocostruisci il tuo grow box? I grow box fai-da-te non solo costano meno delle controparti prefabbricate, ma possono essere personalizzati in base alle proprie esigenze di coltivazione. Certo, dovrai dedicare un po' di tempo ed impegno per costruirlo, ma è più facile e vantaggioso di quanto potresti immaginare.

Man mano che procediamo, analizzeremo i vantaggi e gli svantaggi dei grow box fai-da-te e ti mostreremo come crearne uno tuo.

VALE LA PENA COSTRUIRE IL PROPRIO GROW BOX PER COLTIVARE CANNABIS?

Per iniziare, probabilmente ti starai chiedendo se i grow box fai-da-te facciano al caso tuo. Per quanto possano essere fantastici, non sono la soluzione perfetta per tutti. Per aiutarti a comprendere la tua situazione, andremo a dare uno sguardo più da vicino ai loro pro e contro.

I VANTAGGI DEI GROW BOX FAI-DA-TE

• Sono semplici da assemblare: Anche se potresti pensare che il processo sia complicato, costruire un grow box è abbastanza semplice. Oltre a ciò, potrai sempre prendere spunto dai design di qualsiasi grow box presente sul mercato per creare il tuo. Presto, ti renderai conto che non servono molti elementi per crearlo e che questi si uniscono in modo abbastanza chiaro.

• Dimensioni personalizzate: Dato che sarai tu a dover mettere il tutto insieme, potrai scegliere l'altezza, la larghezza e la forma precisa del tuo grow box. Invece di doverti adattare alle dimensioni di un box prefabbricato, il tuo grow box si adatterà a te.

• Controllo completo delle condizioni dell'impianto: Avrai tanto controllo delle impostazioni interne tanto quanto la forma e le dimensioni del tuo grow box. Avrai il pieno controllo di umidità, temperatura e flusso d'aria.

GLI SVANTAGGI DEI GROW BOX FAI-DA-TE

• Necessitano di più tempo e impegno: Ovviamente, ordinare online o acquistare un grow box in negozio richiede uno sforzo minore rispetto a costruirne uno da zero. Inoltre, ci vorranno anche alcune ore in più rispetto a montarne uno che è pre-progettato e pronto per essere assemblato.

• Potrebbe essere meno durevole: Anche se abbiamo fiducia in te come costruttore di box, è naturale affermare che i produttori professionisti siano più bravi ad ottimizzare il processo rispetto ad una persona normale. È possibile trovare errori e difetti anche nei prodotti prefabbricati, ma sono meno probabili. Tuttavia, se costruisci il tuo box potresti ritrovarti a commettere diversi errori.

• Gli errori di progettazione sono rischiosi: In linea con il punto precedente, commettere errori durante l’assemblaggio del tuo box potrebbe portare (nella migliore delle ipotesi) ad una riduzione della resa o (nella peggior ipotesi) alla morte delle piante di cannabis. In particolare, l’infiltrazione di luce esterna all’interno del box potrebbe compromettere gravemente la riuscita della tua coltivazione, interrompendo l’importante fase di fioritura. Inoltre, anche la cura e l'attenzione sono a dir poco vitali nel processo di assemblaggio.

QUANTO COSTA COSTRUIRE IL PROPRIO GROW BOX PER COLTIVARE CANNABIS?

Se hai deciso che un grow box fai-da-te è esattamente ciò di cui hai bisogno, è arrivato il momento di pianificare il tuo budget. Detto questo, la domanda principale sarà ovviamente incentrata sui costi.

Come per ogni altro aspetto dei grow box fai da te, il costo è in gran parte dettato dalle tue esigenze e dai materiali scelti. Considerando che i materiali principali sono una qualche sorta di materiale di copertura e tubi in PVC, potresti finire per spendere solamente 25 € per il box. Puoi facilmente spendere più soldi se usi materiali più pregiati, ma la configurazione di base è abbastanza accessibile.

Tieni presente che il costo stimato non include lampade, ventilatori ed altre apparecchiature tecnologiche per il controllo ambientale. Solitamente, questi non vengono nemmeno inclusi nei box prefabbricati, quindi sono considerati una spesa a parte. Detto questo, se progetti il tuo grow box particolarmente bene, potresti risparmiare denaro su alcune di queste cose.

CHE DIMENSIONI DEVE AVERE IL MIO GROW BOX?

Esattamente come con il costo ed i materiali, la dimensione del tuo grow box dipenderà interamente da te. Tuttavia, alcune varietà di cannabis hanno requisiti che il tuo box dovrà soddisfare in termini di dimensioni. Dopotutto, senza l’uso delle tecniche di training, non puoi far crescere un seme in una pianta più piccola di quanto dovrebbe essere in natura.

Se hai difficoltà a capire le dimensioni esatte da scegliere, considera le dimensioni dei grow box disponibili in commercio e le varietà specifiche che desideri coltivare. Come riferimento, molti coltivatori amatoriali optano per un grow box dal diametro di circa 1,2 x 1,2m ed alto circa 1,8–2,1m.

Non sentirti obbligato a seguire quelle dimensioni esatte, ma considera invece lo spazio che hai a disposizione. Tieni presente che avrai bisogno di abbastanza spazio verticale e orizzontale per accedere alle tue piante e muoverti. Dovrai anche assicurarti che ci sia abbastanza spazio tra le piante stesse e tra la chioma e le lampade di coltivazione.

COME COSTRUIRE UN GROW BOX PER LA CANNABIS

Gli svantaggi dei grow box fai-da-te

Tenendo a mente il costo e le dimensioni desiderate, è arrivato il tempo di creare il tuo grow box per la cannabis.

MATERIALI

Per poter iniziare, dovrai prima procurarti i materiali. Per costruire un grow box di dimensioni standard per la coltivazione di cannabis, avrai bisogno di:

• Diversi metri di tubo in PVC con un diametro di 2,54cm
• Otto giunti angolari in PVC compatibili con i tubi
• Un materiale per la copertura di tua scelta (riflettente per la coltivazione indoor, trasparente/semitrasparente per la coltivazione outdoor—per ricreare una serra)
• Tre grandi strisce di velcro per la porta.

STRUMENTI

• Un ago da cucito
• Una grande bobina di filo robusto
• Un seghetto
• Super colla (colla permanente)
• Nastro adesivo (opzionale)

PROCEDIMENTO

Ora che hai tutto a portata di mano, è il momento di iniziare l'assemblaggio vero e proprio.

1. Inizia creando lo scheletro del tuo grow box con i tubi in PVC. Tagliali in pezzi di dimensioni equivalenti utilizzando il seghetto e utilizza i giunti angolari per formare la base inferiore. Dopo, forma le quattro colonne principali della struttura in modo che sporgano dalla base per poi collegarle nella parte superiore utilizzando gli altri giunti angolari e tubi. Il risultato finale dovrebbe essere una cornice con una forma che ricorda un parallelepipedo.

2. Ora, misura il materiale di rivestimento assicurandoti che sia un po' più grande della dimensione minima richiesta. Ricorda, non devono esserci infiltrazioni di luce.

3. Utilizza l’ago e filo per cucire il rivestimento nella sua posizione. L’ideale è avere un'altra persona ad aiutare a stabilizzare il box mentre si procede, tuttavia puoi farlo anche da solo.

Un ottimo modo per farlo da solo è avvolgere la copertura sul telaio e fissarla con del nastro adesivo nella parte superiore per tenerla ferma. Dopo, potrai drappeggiare il lato successivo e fissarlo con del nastro adesivo e cucire insieme i due punti. Ripeti l’operazione intorno a tutto il box e per la copertura superiore ed inferiore. Se si tratta di un box indoor, assicurati che il lato riflettente del materiale sia rivolto verso l'interno. La cucitura deve essere tale da garantire che non vi siano perdite di luce.

4. Ritaglia la porta e le prese d'aria ed utilizza del materiale di rivestimento aggiuntivo per creare una porta che si sovrapponga al materiale del box. Cuci la porta nella parte superiore ed utilizza tre strisce di velcro per creare un sigillo attorno agli altri tre lati del box. A questo punto dovresti ritrovarti con una porta sicura e a prova di luce che puoi aprire.

5. Appendi le lampade di coltivazione sui tubi della parte superiore del box, aggiungi le condotte di ventilazione e fissale attorno alle prese d'aria che hai ritagliato. In questo caso potrebbe esserti d’aiuto del nastro adesivo nero. Il risultato finale dovrebbe essere un grow box semplice, ma funzionale!

Nota: Puoi usare della super colla per rendere questa struttura più resistente e a prova di luce, ma ciò significa che non sarai in grado di smontarla quando hai finito, il che per molti è una delle caratteristiche meno allettanti per i box fai-da-te.

I MIGLIORI CONSIGLI PER COSTRUIRE UN GROW BOX PER LA CANNABIS

Se ti senti pronto per metterti al lavoro, abbiamo alcuni altri suggerimenti che dovrai tenere a mente prima e durante la costruzione del tuo grow box per la cannabis.

ESAMINA IL TUO BOX ACCURATAMENTE PRIMA DI COMINCIARE A COLTIVARE

Prima di coltivare qualsiasi cosa nel tuo box, dovrai esaminarlo a fondo per assicurarti che sia adatto ad ospitare le tue piante. Prima di tutto, dovrai assicurarti che nessun spiraglio di luce penetri durante il periodo di buio. Inoltre, ti consigliamo di verificare che ci sia abbastanza spazio per far maturare le piante—sia orizzontale che verticale—senza che si avvicinino troppo alle lampade o l'una all'altra. Bisogna considerare tutte queste variabili ed altro prima del giorno della semina.

UTILIZZA LAMPADE CHE GENERANO MENO CALORE

Come accade con qualsiasi grow box, l'interno può diventare piuttosto caldo quando si iniziano ad utilizzare le lampade. Per ridurre al minimo questo problema e controllare il rischio di incendio, ti suggeriamo le lampade più piccole e fredde tipo LED o simili. Le lampade tradizionali tipo MH e HPS possono surriscaldarsi un po' troppo, specialmente per i coltivatori su piccola scala.

OTTIMIZZA FLUSSO D'ARIA

Naturalmente, se metti giù lo scheletro con i tubi, lo ricopri con il materiale riflettente, ritagli una porta e lo chiami grow box, avrai molti problemi con il flusso d'aria. Un flusso d’aria scarso non solo genererà un ambiente orribile all’interno del tuo box, ma potrebbe portare ad un eccesso di umidità, muffe ed eventualmente alla morte delle piante. A sua volta, ti consigliamo di assicurarti di disporre di sistemi che consentano un sufficiente ricambio di aria fresca. In altre parole, fai un ulteriore passo avanti ed installa un sistema semplice per il filtraggio dell'aria invece di tagliare semplicemente i fori sul lato.

SELEZIONA VARIETÀ RESISTENTI

Infine, anche se siamo sicuri che la tua tenda sarà fantastica, la prima volta ti suggeriamo di coltivare varietà più resistenti. Se qualcosa va storto, non verrai punito in modo esagerato e potrai ancora raccogliere cime che potrai goderti mentre cerchi di capire come migliorare il tuo prossimo raccolto. Ad esempio, se hai paura che le infiltrazioni di luce ostacolino la tua coltivazione, scegli le varietà autofiorenti: non verranno infastidite dai cambiamenti del ciclo di luce!