Come calcolare i costi dell'elettricità per coltivare la cannabis indoor


Come calcolare i costi dell'elettricità per coltivare la cannabis indoor

Se stai pianificando di coltivare indoor, dovrai calcolare il costo del tuo consumo di elettricità per evitare sorprese indesiderate. Sotto troverai alcune stime approssimative dei costi dell'elettricità per la coltivazione indoor di erba.

Ovviamente, alcuni coltivatori usano attrezzature più grandi e potenti, incluse le lampade da 150, 250, 400, 600 o anche 1000 watt. Tuttavia, una lampada standard da 400W (HPS) viene considerata da molti un buon punto di partenza per una strumentazione indoor di base.

CALCOLARE IL TUO CONSUMO DI ENERGIA ELETTRICA:

Come esempio base dei costi di un piccolo allestimento di coltivazione indoor, immaginiamo di avere una piccolo box di coltivazione con una lampada HPS da 400W ed il periodo vegetativo dura 4 settimane, seguito da un periodo di fioritura di 8 settimane.

In un box di coltivazione di base, avrai bisogno di molte cose che necessitano di elettricità:

  • LAMPADA. In questo momento, le lampade HPS sono ancora la fonte di luce più utilizzata nelle configurazioni di coltivazione indoor. Per le prime 4 settimane, la tua lampada funzionerà per circa 18 ore al giorno (se applichi un ciclo di luce normale di 18–6 ore). Dopo, durante il periodo di fioritura la lampada funzionerà per 12 ore al giorno per circa 8 settimane.
  • BALLAST. Un ballast per la lampada HPS (o regolatore di corrente), solitamente utilizza circa il 15% di tutta la potenza della lampada quando è accesa.
  • ESTRATTORE. Quest’oggetto si prende cura dell'aria fresca aspirandola dai fori di ventilazione sul fondo del box. In combinazione con un filtro, l’aria uscirà dalla parte superiore del box senza avere odori. L’estrattore resterà acceso tutto il tempo (24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana, per tutte le 12 settimane). Un estrattore consuma circa 30 watt di elettricità.
  • VENTILATORE. Il ventilatore è necessario per il movimento dell'aria. Anche il tuo ventilatore rimarrà acceso per tutte le 12 settimane. La maggior parte dei ventilatori consuma circa 20 watt di elettricità.

I costi dell’elettricità vengono solitamente calcolati in kilowattora. Per fare questo calcolo, basta che prendi il numero totale di wattora di tutti i tuoi componenti dell’equipaggiamento e dividerlo per 1000 (un kilowatt equivale a 1000 watt). Questo ti darà il totale di kilowattora di elettricità che consuma la tua stanza di coltivazione.

Ora facciamo un calcolo:

  • Periodo della lampada vegetativa = (28 giorni x 18 ore) x 400W = 201.600 wattora
  • Periodo della lampada di fioritura = (56 giorni x 12 ore) x 400W = 268.800 wattora
  • Ballast: 15% di (201,600 + 268,800) = 70.560 wattora
  • Estrattore: (12 settimane: 84 giorni x 24 ore) x 30 watt: 60.480 wattora
  • Ventilatore: (12 settimane: 84 giorni x 24 ore) x 20 watt: 40.320 wattora
  • Totale wattora: 641.760
  • 641.760 wattora / 1000 = 641,76 kilowattora

Ora, per tradurre questo numero in termini di denaro, basta semplicemente prende il prezzo medio di un kilowattora nella tua zona (nel nostro caso sono 0,21€, o circa 0,24$ statunitensi) e moltiplicarlo per il numero totale di kilowattora calcolato in precedenza.

Quindi, il costo totale dell’energia elettrica per il mantenimento di questa stanza di coltivazione indoor è di 641,76 x 0,21 = 134,77€ (circa 150$)

COSE DA RICORDARE

Ricorda che questi calcoli sono stati fatti utilizzando stime approssimative. Il wattaggio esatto della tua attrezzatura varierà da un produttore all'altro, ma questi sono numeri abbastanza regolari. Inoltre, potrai scegliere di utilizzare diversi cicli di luce e mantenere le tue piante nelle loro fasi vegetative e di fioritura per più o meno tempo, ed anche questo avrà un impatto sui costi complessivi.

Ad ogni modo, queste cifre ti danno un buon riferimento su quanto potrebbe costare l’alimentazione di un sistema standard di coltivazione indoor personale. Inoltre, ti dà anche le basi per calcolare i costi di tutte le tue coltivazioni future.