Gli usi delle alghe come integratori


Gli usi delle alghe come integratori

Le alghe contengono tutte le sostanze nutritive delle piante, le principali come le meno importanti, e tutti gli oligoelementi, come acido alginico, auxine, gibberelline, ed antibiotici. Questo vale per tutte le forme di alghe disponibili: alghe fresche, farina di alghe, ed estratto liquido di alghe.

Fresche e macinate per farne farina, le alghe contengono anche le vitamine A e C, B12 ed i gruppi di vitamine K ed E; gli estratti liquidi peraltro non contengono queste vitamine. Le alghe, quando le si applica al suolo, cominciano a decomporsi nel giro di una settimana circa. Il processo di decomposizione con la scomposizione delle alghe sottrarrà al principio un po' di azoto dal terreno, ma ne ristabilirà poi il livello e alla fine lo accrescerà grandemente.

BENEFICI DELLE ALGHE

Le alghe mantengono il terreno umido a livello del suolo, e vi faranno risparmiare acqua e lo sforzo di innaffiare le piante molto spesso. Respingono lumache e parassiti, e non contengono semi di erbe estranee; non stiamo parlando di cannabis, ma delle erbe che non volete, come l'equiseto o coda di cavallo, che può essere molto difficile da debellare dal giardino.

Le alghe eliminano anche il bisogno di diserbare, perché ricoprono il terreno ed impediscono alle nuove erbe di spuntare. Tenetelo a mente quando applicate le alghe alle vostre piante di cannabis in fase di germinazione: non soffocatele con le alghe, rendendo loro impossibile la fuoriuscita dal suolo quando stanno ancora germinando.

Le alghe potenziano anche il metabolismo delle vostre piante, sia aggiunte al terreno che applicate come spray fogliare.

Arricchiscono il terreno con oligoelementi, e lo alleggeriscono cambiando la sua struttura con una consistenza più friabile. Questa testura più leggera rende più facile per la pianta il formare le radici e trovare le sostanze nutritive di cui ha bisogno.

RACCOGLIERE ALGHE

Quando raccogliete le alghe, cercate verso il centro della spiaggia, poiché là le alghe sono più asciutte e contengono meno insetti. Ricordate di prelevare solo un terzo delle alghe che trovate in un punto dato, e spostatevi poi su altre chiazze; questo garantisce che rimangano sempre alghe sufficienti per la vita selvatica locale per reintegrare ciò che avete prelevato.

Cercate alghe in buono stato, ma spezzate, poiché saranno più agevoli da raccogliere che non le grandi ciocche, spesso pesanti e mucillaginose. Il modo più facile di trasportare le alghe appena raccolte è di metterle in borse di plastica di quelle usate per le cipolle: i buchi permetteranno alle alghe di drenare l'acqua che contengono e ne rendono più agevole la presa anche con mani scivolose.

APPLICARE LE ALGHE

Applicate al terreno le alghe subito dopo averle raccolte dalla spiaggia, perché cominceranno a decomporsi, e lasciate uno spazio libero fra gli steli della pianta. Ripetete il procedimento di applicazione delle alghe dopo una settimana, perché la maggior parte delle alghe si sarà ristretta ed avrà iniziato a decomporsi.

Se siete preoccupati del sale che si infiltrerà nella crescita ed inciderà sul terreno, potete sciacquare le alghe con una pompa sul vostro vialetto d'accesso o nel giardino, prima di applicarle al suolo.