Shaggy Di Scooby-Doo È Un Fusone?


Shaggy Di Scooby-Doo È Un Fusone?

Se siete cresciuti con i cartoni animati di vecchia generazione o ne avete visto qualche replica, allora forse conoscete le varie teorie del complotto che aleggiano su alcuni show dell’epoca.

A partire dalla teoria che vedeva Charlie Brown affetto da cancro, i Flinstone come un prodotto di uno scenario post-apocalittico, Braccio di Ferro consumatore di cannabis anziché spinaci e, sì, addirittura che Shaggy di Scooby Doo fosse un consumatore di marijuana.

A quanto pare Scooby Doo ha dei fan piuttosto attivi e le teorie in circolazione sui diversi personaggi della serie sono le più disparate. Alcuni affermano che Vilma fosse lesbica, mentre altri asseriscono che Scooby, in realtà, fosse un cane fantasma, ma la teoria più popolare fra tutte è quella che sostiene che Shaggy condividesse la nostra passione più grande, quella per l’erba.

LE “ALLUCINAZIONI” DI SHAGGY

Le “allucinazioni” di shaggy

Chi ha familiarità con questo cartone, saprà già che Shaggy è il dinoccolato amico fifone di Fred, Vilma e Dafne, che trascorre la maggior parte del tempo col suo cane, Scooby. Ma questo ragazzo apparentemente mediocre è circondato di oscure leggende.

Secondo una di queste, Shaggy nasce in una ricca famiglia, sempre molto fornita di diverse droghe, soprattutto cannabis. Regolarmente deriso dai suoi tre compagni, preferisce la compagnia del suo fedele Scooby.

A rendere questa teoria ancora più grottesca è la diceria che, in realtà, Scooby fosse morto molto tempo prima e che fosse una mera allucinazione di Shaggy. Il fatto che lui fosse in grado di comunicare con il suo cane (deceduto secondo la teoria), non ha fatto altro che dare ulteriore spazio alle dicerie sul personaggio.

SHAGGY INCARNA UN’IMMAGINE NEGATIVA DI STONER

Oltre al fatto che Shaggy sia il personaggio che si spaventa più facilmente, un’altra lampante differenza con il resto della compagnia sta proprio nel suo aspetto fisico. Mentre Vilma, Fred e Dafne sono l’emblema degli adulti affermati, Shaggy, al contrario, ha un aspetto più dimesso, trasandato rispetto agli altri tre.

L’acconciatura spettinata di Shaggy, i suoi vestiti larghi e la sua costante paranoia hanno spinto i fan a formulare la teoria per cui sarebbe fuso tutto il tempo. Dopotutto si tratta di un cartone animato uscito nel 1969, quando il mondo stava assistendo alla nascita dell’era del “Flower Power”.

Naturalmente il cartone nel suo complesso, con Shaggy, Scooby e tutta la banda, mostra diverse allusioni al mondo della cannabis.
“Ci siamo persi nella nebbia”. Davvero!

SHAGGY HA SEMPRE FAME, CHIMICA

Se il personaggio di Shaggy ha qualcosa di caratteristico, è la sua paura e il suo odio per i fantasmi, i demoni e gli spiriti, paragonabile al suo amore per il cibo. In molti episodi ritroviamo Shaggy intento a divorare incredibili quantità di cibo, per non parlare dei deliziosi Snack Scooby (apparentemente biscotti per cani, ma potrebbe tranquillamente trattarsi di qualche tipo di droga o, forse, di biscottini all’erba).

Naturalmente, uno dei principali tratti in comune fra gli amanti della cannabis, come sappiamo tutti, è la cosiddetta “fame chimica” (munchies). Aggiungendo questo fattore all’equazione (e all’educazione presumibilmente difficile di Shaggy), ci sarebbero buone ragioni per pensare che sia un individuo appassionato alla cannabis.

Shaggy e Scooby, inoltre, passano la maggior parte del loro tempo nel retro del furgone. Se pensiamo al fatto che per quasi tutto il tempo non fanno altro che sghignazzare, possiamo indovinare cosa facciano, probabilmente, lì dietro.

SHAGGY AMA MARY JANE

Anche se Scooby Doo è nato come serie animata per la televisione nel 1969, nel 2002 è uscito un film sulle avventure di Scooby e dei suoi amici, “Scooby Doo: Il Film”.

Proprio nel film troviamo una scena in cui Shaggy incontra una ragazza, Mary Jane, di cui chiaramente si innamora. Mary Jane e Shaggy si ritrovano a parlare della loro passione per gli snack Scooby.

Apparentemente si tratta di una cosa innocente, ma Shaggy, interpretato da Matthew Lillard, afferma che Mary Jane sia proprio il suo nome preferito, rafforzando così la fondatezza della teoria che vede Shaggy come un personaggio a cui piace fondersi.