I benefici di usare i funghi micorrizici nelle colture di cannabis


I benefici di usare i funghi micorrizici nelle colture di cannabis

Negli ultimi anni, la scienza agronomica ha identificato i numerosi benefici dell'introduzione nel suolo di organismi come i funghi micorrizici, per aumentare l'assimilazione di sostanze nutritive, per migliorare la resistenza alle malattie e per avere una riserva di umidità quando necessario. Ciò consentirebbe a quasi tutti di ottenere raccolti più abbondanti.

CHE COS'È UNA MICORRIZA?

Micorriza è il termine usato per descrivere il rapporto simbiotico tra radici e funghi. Questo rapporto inizia quando le strutture filiformi dei funghi, conosciute come ife, penetrano nell'epidermide delle radici di una pianta.

I funghi colonizzano quindi le radici, diffondendo una fitta rete di ife in tutto il sottosuolo circostante, aumentando così la superficie assorbente usata dalle piante per assimilare le sostanze nutritive.

Sebbene le due classi più conosciute di funghi micorrizici siano i funghi ectomicorrizici e quelli micorrizici, esistono molte altre classi usate per identificarli. Inoltre, nel mondo esistono più di 150 specie ufficialmente riconosciute e diffuse nei climi e nei suoli più diversi.

COME AGISCONO?

Un fungo micorrizico è un membro di una famiglia di organismi particolarmente complessi, oggi conosciuti per gli importanti benefici che possono offrire alle piante in termini di crescita e qualità.

In genere, la maggior parte dei terreni ricchi di minerali contiene già i funghi micorrizici. Tuttavia, a causa dei moderni problemi legati ai terreni eccessivamente lavorati, alle colture intensive e allo sviluppo di nuove costruzioni, buona parte di questi suoli contiene spesso livelli micorrizici naturali troppo bassi per stimolare la crescita delle piante.

I funghi micorrizici sono caratterizzati da un'elevata specificità nella scelta dell'ospite e, di conseguenza, colonizzano solo specifiche specie vegetali. Ciò significa che in alcuni terreni, i funghi nativi della zona potrebbero non essere in grado di offrire alcun beneficio alle piante che avete deciso di coltivare. Normalmente, è sempre meglio aggiungere nuovi funghi micorrizici nel terreno quando si vuole avviare un nuova coltura.

Nel caso dei metodi colturali fuori suolo, aggiungere manualmente i funghi micorrizici diventa di vitale importanza, poiché questi sistemi sono generalmente privi degli organismi benefici richiesti dalle piante.

Quando vengono aggiunti correttamente, la saturazione e l'assorbimento di sostanze nutritive da parte delle radici delle piante migliorano sensibilmente. Le micorrize sono particolarmente utili per introdurre elementi essenziali come fosforo, zinco, manganese, rame e altri nutrienti vitali. In cambio, la pianta fornisce essudati (carboidrati) ai funghi.

MAGGIORI CONCENTRAZIONI DI SOSTANZE NUTRITIVE

I funghi micorrizici sono come piccoli minatori del terreno che scovano e rilasciano sostanze nutritive alle piante, promuovendo una crescita più sana. Ciò riduce anche la necessità di apportare altri fertilizzanti sintetici per rafforzare ulteriormente lo sviluppo delle piante.

AVVIZZIMENTO

I funghi micorrizici possono assorbire l'umidità dal terreno e trasferirla nelle zone delle radici, se necessario. Ciò, a sua volta, riduce o rallenta il potenziale rischio di avvizzimento causato dagli stress idrici.

PROTEZIONE DA AGENTI TOSSICI

I funghi micorrizici hanno dimostrato di proteggere le piante dalla tossicità di sali e micronutrienti.

RADICI PIÙ SANE

I funghi micorrizici proteggono le piante dalla minaccia del marciume radicale, fagocitando essudati radicali come i carboidrati, oltre ad irrobustire le parti centrali delle pareti cellulari e ad ostacolare la penetrazione degli agenti patogeni indesiderati.

MAGGIORI RESE PRODUTTIVE

Le piante con funghi micorrizici tendono a produrre naturalmente raccolti più abbondanti. Tuttavia, questo aspetto è più evidente quando le piante crescono in terreni di bassa qualità e poco concimati.

IN CONCLUSIONE

Riassumendo, ci sono molte buone ragioni per cui questi piccoli funghi dovrebbero essere aggiunti nella cassetta degli attrezzi di ogni coltivatore che si rispetti. Alla fine dei conti, grazie ai funghi micorrizici possiamo ottenere maggiori rese produttive e piante più sane.