Usare le Coccinelle per Proteggere le Piante di Cannabis


Usare le Coccinelle per Proteggere le Piante di Cannabis

Come gran parte dei coltivatori di cannabis, probabilmente una delle vostre priorità è eliminare definitivamente qualsiasi parassita e insetto dannoso presente nel vostro giardino in modo naturale ed eco-sostenibile.

Chi fumerebbe mai cime ricoperte da uno strato di insetticida chimico?
Purtroppo, è più facile a dirsi che a farsi, soprattutto se la piantagione è attaccata dai ragnetti rossi, parassiti frequenti nelle piante di cannabis. Molto spesso, quando l'infestazione viene individuata, è già troppo tardi per poter utilizzare efficacemente i rimedi più leggeri e biologici.

Ma niente paura, esiste una soluzione collaudata, semplice e valida: le coccinelle!

RAGNETTI ROSSI, NEMICI GIURATI DELLA CANNABIS

Se non conoscete il fastidioso ragnetto rosso, sappiate che si tratta sostanzialmente di un aracnide molto piccolo. Proprio come qualsiasi altro ragno, possiede otto zampe e produce ragnatele. Tuttavia, ha le dimensioni di una capocchia di spillo.

Queste minuscole creature amano cibarsi delle piante di cannabis. Iniziano con discrezione, sulla parte posteriore delle foglie. Spesso la loro presenza viene notata quando è già troppo tardi. Può capitare che un'infestazione massiccia provochi la morte di una pianta nel giro di sole 12 ore. I ragnetti rossi si nutrono della linfa vitale della pianta: la clorofilla.

Se questo non vi sembra già abbastanza preoccupante, aspettate di leggere il resto, che è persino peggiore. I ragnetti rossi sono famelici e distruttivi. Inoltre, sono in grado di riprodursi in maniera talmente esponenziale da poter infestare l'intero pianeta. In media, una femmina di ragnetto rosso depone un milione di uova ogni mese, e la schiusa avviene nel giro di pochi giorni.

Cavoli. Ma c'è un altro problema. Alcuni pesticidi possono uccidere gli insetti adulti, ma non riescono ad eliminare le larve e le uova - una situazione simile alle infestazioni di pulci.

LE COCCINELLE VENGONO IN NOSTRO SOCCORSO

LE COCCINELLE VENGONO IN NOSTRO SOCCORSO

Le coccinelle, il cui nome scientifico è Coccinellidae, sono piccoli coleotteri volanti dall'aspetto adorabile. Quando si tratta di cacciare i parassiti del giardino, esse si trasformano in vere e proprie furie selvagge.

Sono particolarmente ghiotte di aracnidi, come i ragnetti rossi, ma possono eliminare una vasta gamma di altri insetti, inclusi afidi, cocciniglia, cicadella, acari, e alcuni tipi di invertebrati. Le coccinelle vengono usate a protezione dei giardini fin dall'epoca medioevale, e sono molto apprezzate ancora oggi.

Inoltre, in molte culture sono considerate un simbolo di fortuna.
Un piccolo esercito di coccinelle è in grado di contenere un'invasione di parassiti. Ogni coccinella può mangiare fino a 100 afidi al giorno.

Se state coltivando all'aperto, le coccinelle possono diventare i vostri migliori alleati... ma dovrete fornirgli un rifugio adeguato.

COME COSTRUIRE UNA CASA PER LE COCCINELLE

Costruire un riparo per le coccinelle è molto semplice e non richiede attrezzature o procedure costose. Potete trovare gran parte del materiale in un semplice negozio di alimentari. Prima di introdurre le coccinelle nel vostro giardino, evitate di somministrare alle piante pesticidi (sia chimici che naturali) per almeno un mese.

ATTREZZATURA

  • Piccola scatola ventilata con vassoio su misura (simile ad un contenitore per cloni)
  • Spugna nuova, pulita (senza saponi o detergenti)
  • Acqua ad osmosi inversa
  • Uva passa, mirtilli essiccati, o altra frutta secca (no agrumi)

ISTRUZIONI

  • Fase 1: Togliete il vassoio dalla scatola ventilata
  • Fase 2: Immergete la spugna nell'acqua ad osmosi inversa. Poggiatela sul vassoio.
  • Fase 3: Aggiungete una manciata di frutta secca (circa 15 pezzi)
  • Fase 4: Inserite le coccinelle nella scatola, assicurandovi che sia ben ventilata.
  • Fase 5: Collocate la scatola nel giardino, lontano dalla luce solare diretta.
  • Fase 6: Aggiungete cibo e acqua ogni giorno, o al bisogno.

Con questi semplici passaggi avrete a disposizione un esercito di coccinelle affamate. Esse distruggeranno tutti i fastidiosi parassiti che banchettavano con le vostre piante di cannabis. Ricordate che le coccinelle possono volare.

Quindi, l'unico modo per impedire che abbandonino la vostra piantagione, è circondarla con una rete a trama fitta. Se provocate, le coccinelle possono mordere, ma non sono velenose e ciò avviene raramente. In realtà sono insetti molto socievoli, e potete anche indurli a camminare sulle vostre dita o sul palmo della mano.

Siamo giunti al termine. Qualcuno di voi ha già usato in passato le coccinelle nel proprio giardino? Fateci sapere, saremmo lieti di ascoltare le vostre esperienze!