Come realizzare delle caramelle alla cannabis


Come realizzare delle caramelle alla cannabis

Le caramelle alla cannabis sono squisite, ed offrono moltissimi vantaggi ai consumatori a scopo terapeutico. Innanzitutto, la quantità di THC/CBD presente in ciascuna caramella può essere misurata con esattezza. Inoltre, sono facili da mangiare, soprattutto per chi ha problemi di deglutizione. Questa ricetta vi permetterà di creare un vassoio pieno di caramelle alla ganja, per voi e per i vostri cari!

Al momento di decidere quale piatto alla ganja realizzare, avete l'imbarazzo della scelta—latte di ganja e cereali, burger alla cannabis, lecca-lecca alla marijuana, zuppa di cannabis e, ovviamente gli intramontabili brownies alla ganja.

Anche se le opzioni sono tantissime, le caramelle alla cannabis si distinguono da tutte le altre. Sono infatti molto popolari, e sono circondate da un alone mistico che manca, ad esempio, al puré di patate alla marijuana. Le caramelle hanno una dote speciale che le rende particolarmente appetibili: sono facili da consumare, facili da trasportare, e sono anche buonissime!

Per prepararle occorrono circa due ore, e un po' di burro alla cannabis. La ricetta è abbastanza elementare, ma richiede attenzione e manualità. Dovrete essere vigili come non mai, ma alla fine sarete ricompensati con un delizioso prodotto finale!

INGREDIENTI

  • 1 tazza di burro alla cannabis
  • 2 tazze di zucchero raffinato
  • ¾ tazza d'acqua
  • ¼ tazza di miele
  • ½ tazza di sciroppo di riso o di mais
  • ½ cucchiaino di sale marino
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia o di mandorla
  • 2 cucchiai di burro standard o olio di cocco

ATTREZZATURA

  • Termometro per caramelle
  • Stampini per caramelle
  • Casseruola con coperchio (per questa ricetta sceglietene
  • una abbastanza profonda)
  • Carta stagnola o carta forno
  • Bastoncini per lecca-lecca

ISTRUZIONI

  1. Riscaldate il miele e il burro alla cannabis fino a farli sciogliere completamente. Mettete poi da parte il composto.
  2. Usate il burro normale o l'olio di cocco per ungere gli stampini per caramelle.
  3. Riscaldate lo zucchero, l'acqua e lo sciroppo di mais/riso nella casseruola. Coprite senza mescolare, e portate ad ebollizione.
  4. Quando il composto sta bollendo, usate il termometro per controllare la temperatura, che deve raggiungere i 132°C, il cosiddetto punto di "soft-crack". Per arrivare a questo stadio occorrono circa 15 minuti dall'ebollizione.
  5. Aggiungete il burro alla cannabis, il sale e il miele e continuate a cuocere fino a raggiungere 148°C di temperatura. Questa è la fase di "hard-crack". A questo punto il composto dovrebbe bollire arrivando ai bordi della pentola.
  6. Spegnete il fuoco, attendete che il mix smetta di bollire, poi aggiungete l'estratto di vaniglia o mandorla.
  7. Versate il composto negli stampini. Se utilizzate i bastoncini da lecca-lecca, posizionate l'estremità su ogni stampino.
  8. Lasciate raffreddare le caramelle per 30–60 minuti, poi rimuovetele dagli stampini.
  9. Avvolgetele nel foglio di alluminio o di carta forno e mettete in frigo.

N.B. Tenete presente che queste caramelle possono generare effetti più potenti rispetto a quelli previsti. Valutate la quantità di cannabis da usare per preparare il burro in base ai vostri gusti e alla vostra esperienza.

Quando si preparano alimenti aromatizzati alla ganja, calcolare le dosi esatte è importante, ma non difficile. Se gli stampini sono tutti uguali, sarete in grado di misurare la quantità di THC in ciascuna caramella con molta precisione. Basta prendere la quantità usata nella tazza di burro alla cannabis, e dividerla per il numero di stampini.

Questo metodo è utile soprattutto per chi desidera sfruttare gli effetti terapeutici della marijuana in modo preciso e controllato.

Inoltre, come con qualsiasi altro alimento alla ganja, ricordate di tenere le vostre creazioni lontane dalla portata dei bambini. Dal momento che questi edibili hanno la forma di una caramella, occorre fare particolare attenzione a dove vengono conservati.