Marijuana Ammuffita: Come Identificarla, Evitarla e Trattarla


Marijuana Ammuffita: Come Identificarla, Evitarla e Trattarla

In alcuni casi, può essere difficile scovare della muffa nella propria erba. In questo articolo troverai le migliori strategie per farlo affinché la tua salute non ne risenta. La prevenzione è più facile di quanto si possa pensare!

La situazione potrebbe essere questa: apri il tuo barattolo d’erba e con immensa gioia vedi una bustina chiusa ermeticamente piena fino a metà. È una piccola scorta d’erba che avevi nascosto in casa e di cui ti eri completamente dimenticato. Ti senti come se avessi trovato dell'oro.

Apri la bustina ed un forte odore stantio di erba vecchia ti avvolge. Ma non ci badi, pensando: “Che danno potrà mai farmi?”.

Ma, osservando un po’ più da vicino, noti sulla superficie delle cime un sottile velo bianco e polveroso. Decidi quindi di non fumarla e butti via tutta la bustina. Mossa intelligente.

Quello che ti abbiamo appena descritto è un classico caso di erba ammuffita. È uno spettacolo sgradevole che può nuocere gravemente alla tua salute. In questo articolo esamineremo i vari tipi di muffa che possono colpire la cannabis, quali sono le cause scatenanti e come puoi evitare di avere una scorta d’erba ammuffita.

Quali Sono i Principali Tipi di Muffa della Cannabis?

REPÉRER LA MOISISSURE

È piuttosto difficile individuare ad occhio nudo la muffa sulle cime di cannabis, soprattutto per un principiante. Per osservarle più nel dettaglio, dovrai procurarti una lente d’ingrandimento. Ma come faccio ad individuare la muffa se non so esattamente cosa cercare?

Ecco i tre principali tipi di muffa della cannabis che potresti trovare.

Oidio o Mal Bianco

Se le foglie delle tue piante sembrano cosparse di zucchero a velo, molto probabilmente hai a che fare con l’oidio.

L’oidio, anche conosciuto come mal bianco, non è così grave se viene tenuto a bada e trattato tempestivamente. Lasciarlo incustodito può causare un’infestazione in piena regola che rovinerà tutte le tue cime nel giro di qualche giorno. Sarebbe uno sfortunato caso di erba da buttare.

Fortunatamente, l’oidio è facile da individuare e rimuovere.

Marciume delle Cime

Questo è un caso più complesso da affrontare. A differenza dell’oidio, il marciume delle cime può essere più difficile da identificare.

Affrontare il marciume delle cime è più difficile perché i suoi sintomi visivi non si manifestano fino a dopo l’infezione. Inizierai a notare i danni quando ormai sarà troppo tardi.

Il segno più rivelatore del marciume delle cime è l’alterazione cromatica. Da un verde esteticamente bello da vedere, le cime infette iniziano a diventare marrone scuro, fino ad assumere tonalità nere. In alcuni casi, si potrebbero anche intravedere delle sfumature violacee.

Una cima completamente contaminata è avvolta da una sostanza scura, densa e simile alla polvere. Al tatto ha anche una consistenza molle. Quando si tratta di marciume delle cime, non c’è altro da fare che buttare via l’erba.

Mucor

A differenza del mal bianco, il mucor assume l'aspetto di una ragnatela tessuta intorno alle cime. Alcuni potrebbero paragonarlo ai filamenti di zucchero filato. Ad ogni modo, non è un buon segno.

Il mucor (muffa lanuginosa bianca) viene spesso preso come una piccola infezione di poco conto, ma in realtà è l'esatto opposto. Si diffonde rapidamente e può devastare facilmente interi raccolti. Butterai via più di due mesi di duro lavoro.

Come Fa ad Ammuffire l'Erba?

Mucor

Le muffe prosperano in condizioni umide, dove decompongono la materia organica ed assorbono nutrienti dalle piante ospiti.

Invece, le muffe causate dall'umidità si sviluppano principalmente sulle piante, come appunto la cannabis. Per i coltivatori, i casi più comuni si verificano nelle colture outdoor, a tarda stagione o nelle regioni con forti piogge estive.

Tuttavia, la muffa può svilupparsi anche sulle cime già raccolte. Usando dei contenitori inappropriati, si corre il rischio di esporre le scorte d'erba all'umidità che, accumulandosi, darà il via alla formazione di muffe.

L'Erba Può Ammuffire in un Barattolo di Vetro?

I barattoli di vetro sono la migliore opzione tra i contenitori a chiusura ermetica. È per questo che si usano così tanto per conservare cibi e salse all'interno di frigoriferi e dispense.

Nel caso della conservazione e della concia della cannabis, i barattoli di vetro funzionano altrettanto bene. Tuttavia, anche le più piccole quantità di umidità intrappolate al loro interno possono spianare la strada alle muffe, perfino usando i barattoli più ermetici del mercato.

Quindi, prima di iniziare a conservare la tua erba, assicurati che i barattoli di vetro siano perfettamente puliti ed adeguatamente asciugati. Non solo, usa anche le bustine “Humidity Pack” per mantenere sempre ottimali le condizioni interne del barattolo. Sono relativamente economiche e possono salvare le tue scorte d'erba.

Come Controllare la Muffa sull'Erba

L'erba può ammuffire in un barattolo di vetro?

Un osservatore inesperto potrebbe avere qualche difficoltà ad individuare la muffa. Se anche tu hai poca esperienza in questo campo, ecco alcuni trucchi per controllare la presenza di muffa sulle tue amate cime d'erba.

Annusala

Il vecchio ed affidabile test dell'olfatto non funziona solo con il cibo. Puoi comprovare la qualità delle tue cime allo stesso modo. Così come trasmette segnali allo stomaco, l'olfatto può aiutarci ad intuire la qualità della nostra erba.

Ed anche se non avessi la sensibilità olfattiva di un intenditore di cannabis esperto, saprai sicuramente riconoscere una cima con odori sgradevoli. Inoltre, l'aroma dell'erba fresca si riconosce facilmente e le differenze si notano immediatamente.

Tuttavia, ci sono muffe che non sempre emanano odori. In tal caso, dovrai rivolgerti ad un altro dei tuoi cinque sensi.

Osservala

Quando si tratta di identificare dell'erba ammuffita, i tuoi occhi sono affidabili quanto il tuo naso. Ma, come accennato in precedenza, dovrai sapere cosa cercare esattamente.

Nella sezione precedente abbiamo trattato i diversi tipi di muffe ed il loro aspetto. Se vedi un accumulo simile allo zucchero a velo sulla superficie delle cime, allora hai a che fare con la comune muffa lanuginosa bianca.

Alcune muffe possono assomigliare al kief, ma dovresti riconoscere facilmente la differenza. L'oidio assume un colore più spento e può apparire grigiastro. In genere, le muffe hanno l'aspetto di una polvere opaca e non hanno la stessa brillantezza che potrebbe avere il kief.

Usa gli Strumenti Appropriati per Controllare le Muffe

A questo punto, se vuoi fare un salto di qualità, ci sono alcuni strumenti che possono aiutarti. Oltre alla lente d'ingrandimento, anche i microscopi a bassa potenza possono svolgere bene questo lavoro. La buona notizia è che sono relativamente economici.

Sotto queste lenti ad alta definizione, si apprezzano i lunghi filamenti delle muffe, che le distingue chiaramente dai tricomi. Usare questi dispositivi è un po' come seguire un corso accelerato per identificare le muffe, nozioni che potrebbero tornarti utili anche in futuro.

Usare una Luce Nera

Se non sei esperto e non sai bene cosa cercare, potresti scambiare la muffa per tricomi, ma prima che tu te ne renda conto, sarà già troppo tardi.

Per questo motivo, ai coltivatori alle prime armi consigliamo sempre una luce nera, con cui potranno individuare la muffa molto più facilmente. Illuminate sotto una luce nera, le muffe saltano subito agli occhi assumendo tonalità verde brillante.

Fare Analizzare le Cime da un Laboratorio

Se invece vuoi avere la certezza assoluta e dissipare ogni dubbio, fai analizzare le cime da un laboratorio. In questo modo, sarà un vero microbiologo ad esaminare la tua amata erba al microscopio per scovare eventuali accumuli di muffa. L'analisi sarà accurata e minuziosa e scoprirai come sono cresciuti questi microrganismi e quale ambiente è più favorevole al loro sviluppo.

Il rovescio della medaglia è che dovrai pagare le analisi di laboratorio, ma otterrai in cambio risultati accurati elaborati da professionisti qualificati.

Come Verificare se l'Erba Che Stai Acquistando È Ammuffita?

Il metodo più veloce rimane quello di adottare gli indicatori menzionati in precedenza. Vedi sulle cime qualche filamento simile ad una ragnatela? Oppure un sottile velo di polvere bianca?

Indipendentemente da quello che potresti vedere, la mossa migliore è sempre quella di rivolgersi a fonti affidabili. Cerca di evitare quei loschi spacciatori che si aggirano per le strade della tua città. Se ne hai la possibilità, rivolgiti sempre a negozi e dispensari accreditati. I rivenditori autorizzati non dovrebbero mai venderti dell'erba ammuffita. Se lo fanno, cambia fonte ed avvisa subito le autorità competenti.

Come Sbarazzarsi della Muffa sulla Cannabis

Purtroppo, molti consumatori di cannabis in tutto il mondo non hanno accesso a dispensari, coffeeshop o cannabis club dove acquistare erba di qualità. In questi casi, è molto più probabile ritrovarsi con della marijuana ammuffita. In questa sezione ti daremo qualche consiglio su come puoi sbarazzarti della muffa sulla tua erba.

C'è un Modo per Rimuovere la Muffa dall'Erba?

Alcuni forum sulla cannabis pubblicano informazioni che potrebbe darti ancora qualche speranza. Alcuni suggeriscono di tagliare le parti ammuffite e conservare le cime “incontaminate” per consumarle in un secondo momento.

Altri consigliano di immergere le cime ammuffite in un barattolo pieno d'acqua e conservarle in un luogo fresco e buio per almeno 24 ore.

Ebbene, non seguire mai questi consigli o qualsiasi altro trucco per salvare l'erba ammuffita. Se una parte delle tue cime ha sviluppato della muffa, ci sono buone probabilità che anche il resto della pianta sia contaminato in una certa misura. Per cui, alla domanda “c'è un trucco per rimuovere la muffa?”, rispondiamo con un secco “NO”!

Si Può Salvare l'Erba Ammuffita?

Su internet si possono trovare delle soluzioni pseudoscientifiche per salvare la marijuana con muffa, ma è sempre meglio non rischiare. Tecnicamente, sì, l'erba ammuffita può essere salvata, ma ne vale davvero la pena?

Sei disposto a mettere a rischio la tua salute per un piacere che sarà solo momentaneo?

Come Prevenire l'Erba Ammuffita

Si può salvare l'erba ammuffita?

Prevenire è meglio che curare e questo vale anche per le cime di cannabis. Dal momento che non esistono rimedi efficaci contro la marijuana ammuffita, ecco alcuni modi per evitare che si sviluppi.

Essiccare e Conciare Adeguatamente

In uno dei precedenti paragrafi abbiamo menzionato che l'umidità è la principale causa della muffa. Se coltivi erba per uso personale, il problema potrebbe risiedere nel processo d'essiccazione e di concia.

Per essiccare correttamente le cime, bisogna mantenere l'ambiente ad una temperatura che può oscillare tra 15 e 21°C, mentre i livelli d'umidità non dovrebbero mai superare il 55%. Per sapere se stai rispettando questi parametri, un termoigrometro a buon prezzo sarà più che sufficiente.

Per quanto riguarda i tempi di essiccazione, conta dai 3 ai 7 giorni. Un altro trucco per valutare a che punto sono le tue cime è piegare i rametti. Se si spezzano, vuol dire che le cime sono pronte, ma se si piegano, c'è ancora troppa umidità.

Per la concia, conserva le cime essiccate in contenitori di vetro a chiusura ermetica, come i classici barattoli di vetro per alimenti. Questo non solo eviterà il contatto con l'umidità, ma ti aiuterà anche a preservare i sapori della marijuana. Lascia conciare le infiorescenze per periodi compresi tra 2 e 8 settimane e, tutti i giorni, fa “respirare” i barattoli aprendoli per qualche minuto. In questo modo ti assicurerai un adeguato ricambio d'aria. L'umidità relativa all'interno dei barattoli non dovrebbe mai superare il 65% (il 62% rimane il valore ottimale).

Conservare in un Luogo Fresco ed Asciutto

Quando fa troppo caldo, l'umidità tende ad aumentare creando le condizioni ideali per la crescita della muffa. Quindi, al momento di conservare l'erba, cerca sempre un ambiente fresco ed asciutto dove conservare le cime.

Evita di riporre le tue scorte d'erba in zone esposte a troppo calore, come gli armadietti sopra i fornelli. Assicurati anche di mettere le cime in un luogo buio, perché troppa luce può degradare i composti attivi in esse contenuti.

Usa un Contenitore Ermetico

Nel paragrafo precedente abbiamo detto che i barattoli di vetro sono i migliori contenitori dove conservare le cime. Sono molto efficaci nel tenere fuori l'umidità.

Il problema di tenere l'erba in bustine di plastica a chiusura zip è che non si chiudono mai bene e la plastica è porosa. L'umidità fuoriesce con il passare delle ore e le cime si seccano eccessivamente, perdendo parte dei sapori e degli aromi.

Se non vuoi comprare dei barattoli di vetro nuovi, puoi usare quelli classici da marmellata. In alternativa, puoi usare i contenitori a combinazione Sneakguard per soddisfare tutte le tue esigenze.

Mantenere dei Precisi Livelli di Umidità

Se da una parte troppa umidità può rovinare un'intera scorta d'erba, dall'altra devi evitare che le cime si secchino eccessivamente. Cerca di mantenere un'umidità relativa di 60–62% all'interno dei tuoi barattoli. Solo così riuscirai a mantenere le cime fresche e vitali. Non sai come mantenere questo intervallo d'umidità ottimale? Usa le bustine “Humidity Pack” per il controllo dell'umidità! Come accennato in precedenza, sono facili da trovare ed evitano inutili rischi.

La Marijuana con Muffa Può Essere Fumata?

Mantenere dei precisi livelli di umidità

La risposta è assolutamente no! Ecco un elenco di ragioni per cui dovresti stare lontano dall'erba ammuffita:

• Asma ed irritazioni polmonari
• Indebolimento del sistema immunitario
• Reazioni allergiche come dolore sinusale e congestione
• Tosse
• Nausea e vomito

La Marijuana Ammuffita È Tossica?

Ti abbiamo fornito tutte le possibili reazioni avverse, ma approfondiamo i rischi per la salute a lungo termine. Nel peggiore dei casi, le conseguenze possono rivelarsi letali.

Secondo uno studio del 2017, i funghi più comuni presenti sulle cime d'erba sono: Aspergillus e Cryptococcus. L'esposizione alla prima famiglia di funghi può causare infezioni polmonari, mentre la seconda può indebolire il sistema immunitario.

Erba Ammuffita: La Cannabis Può Scadere?

La marijuana ammuffita è tossica?

Se conservata in modo inappropriato, l'erba può andare a male rapidamente. Troppa esposizione alla luce solare può disidratare eccessivamente le cime, mentre troppa umidità può generare problemi di muffa assolutamente da evitare.

Cercare di salvare una scorta d'erba ammuffita non è mai consigliabile, per cui la prevenzione rimane la migliore strategia. Assicurati di conservare le tue cime in contenitori di vetro ermetici in un luogo fresco, asciutto e buio.

In definitiva, ricorda di tenere a mente tutto ciò che abbiamo condiviso in questo articolo. Seguendo questi consigli, eviterai che l'erba ammuffita entri a far parte dei tuoi problemi.