9 domande per determinare la varietà perfetta da coltivare


9 domande per determinare la varietà perfetta da coltivare

Al giorno d'oggi, esistono in circolazione più varietà di quante un coltivatore sia in grado di coltivare. Pertanto, può essere arduo scegliere quelle da aggiungere al proprio giardino. Sono finiti i tempi in cui un vostro amico vi forniva una manciata di semi misteriosi, augurandovi buona fortuna.

Il grande assortimento di varietà disponibili sul mercato attualmente, permette di personalizzare la coltivazione secondo le proprie esigenze e preferenze. È utile porsi alcune domande prima di scegliere una varietà. Perché state coltivando cannabis? Per scopi ricreativi? Come trattamento per alleviare il dolore? Sapete quali varietà crescono bene insieme in un giardino? Tutti i coltivatori devono porsi queste domande al momento di scegliere nuove varietà per il proprio giardino:

1. STATE COLTIVANDO INDOOR O ALL'APERTO?

STATE COLTIVANDO INDOOR O ALL'APERTO?

Dovrebbe essere facile rispondere a questa domanda. Il segreto di una coltivazione produttiva sta nel trovare varietà in grado di crescere rigogliose nell'ambiente che potete fornire loro. Tutte le varietà amano la luce del sole. Ma se l'unico posto in cui potete coltivare è la cantina, dovete cercare delle varietà capaci di prosperare anche indoor.

Alcune varietà, dopo essere state incrociate per generazioni, si sono adattate a crescere in condizioni ambientali tipiche di un giardino al coperto. Se avete la fortuna di avere a disposizione un ettaro di giardino fuori casa, avrete a disposizione un mondo di varietà più vigorose in grado di vivere all'aperto.

2. CHE TIPO DI GENETICHE VOGLIO?

Questa potrebbe essere la domanda più importante di tutte, giusto? A questo punto dovete decidere quali genetiche e discendenze preferite. Volete una indica? Preferite una sativa? O forse un ibrido? Questo ci conduce ad un'altra domanda, ovvero perché volete coltivare cannabis. Qual è il vostro obiettivo? Cercare qualcosa di semplice, per principianti, o una varietà produttiva che richieda molte attenzioni?

Chiedetevi perché volete coltivare erba. Questo fattore sarà fondamentale nella scelta delle genetiche. Se state cercando una pianta che abbia buone proprietà terapeutiche di sollievo dal dolore, la scelta migliore potrebbe essere una indica. Se volete una carica di energia fino al midollo e finire rilassati sul divano all'ora di coricarvi, con intensi sballi cerebrali, una sativa potrebbe fare al caso vostro.

3. DEVO COMPRARE SEMI AUTOFIORENTI?

Le varietà autofiorenti possiedono parecchi vantaggi rispetto alle varietà regolari. Le varietà autofiorenti iniziano a fiorire senza essere state esposte a cicli di illuminazione di dodici ore.

Questo significa che passeranno dal seme al raccolto in appena 9-10 settimane (in media). Sono inoltre abbastanza robuste e non cresceranno fuori controllo. Le varietà autofiorenti sono perfette sia per essere coltivate indoor che all'aperto.

Articolo correlato

4. QUANTO TEMPO HO A DISPOSIZIONE?

Per qualche motivo, potreste avere poco tempo a disposizione per coltivare. Magari state iniziando a coltivare a stagione già avanzata, o magari vostro zio Joey si è dovuto trasferire di nuovo in cantina. Qualunque sia il motivo, dovreste trovare una varietà con un ciclo di fioritura che si adatti alle vostre esigenze.

Come citato in precedenza, i semi autofiorenti iniziano a fiorire in brevissimo tempo. Se il tempo non è un problema per voi, e desiderate sincronizzare la vostra piantagione per il raccolto, potreste spendere del tempo a confrontare i tempi di fioritura con i vostri programmi. Non dovreste avere difficoltà a trovare una varietà con un ciclo di crescita adatto alle vostre necessità.

5. PREFERITE QUALITÀ O QUANTITÀ?

5. preferite qualità o quantità?Qualità o quantità. Questi due fattori di certo non si escludono a vicenda. Tuttavia, a volte si può coltivare per motivi che vanno oltre la semplice produzione abbondante. Se desiderate coltivare una varietà che possieda buone caratteristiche terapeutiche, probabilmente non otterrete quantità particolarmente abbondanti di prodotto finale. Le varietà con elevato contenuto di CBD possiedono ottime qualità terapeutiche per alleviare il dolore. Tali varietà, come la Charlotte's Web, sono generalmente più piccole della media, con minori produzioni di gemme a grappoli.

Allo stesso modo, le varietà più particolari forniscono rese minori, ma effetti molto potenti. Per questo motivo il loro prezzo può essere considerevolmente alto. O magari state solo cercando di guadagnare un po' di soldi facili e il peso è tutto ciò che vi interessa. Siete fortunati, perché esistono alcune intense sativa allevate al solo scopo di produrre gemme grandi e dense, e cime lunghe e corpose.

Articolo correlato

6. PREFERISCO IL THC O IL CBD?

THC e CBD sono i cannabinoidi principali presenti nella marijuana. Il THC è noto per le sue proprietà altamente psicoattive. Il CBD invece fornisce un maggior sollievo e rilassamento a livello fisico. Le sativa in genere hanno contenuti di CBD inferiori, e provocano pertanto uno sballo più cerebrale. Anche se vi sono eccezioni alla regola, queste linee guida sono piuttosto utili da seguire, quando dovete scegliere la varietà da coltivare.

Oltre ad indica e sativa, potete anche scegliere ibridi con proporzioni che variano dal 90/10 al 50/50. Il rapporto di THC e CBD presente nelle varietà ibride è variegato e copre un ampio spettro di esigenze. Da qualche parte in questo oceano di erba, c'è la varietà con le proporzioni perfette per voi.

7. QUANTO SPAZIO HO A DISPOSIZIONE?

Se avete la possibilità di immergervi nella gloria del vostro giardino all'aperto, le vostre piante avranno a disposizione sufficiente spazio per crescere in altezza. Se invece state coltivando in una tenda/armadio o in cantina, potreste incontrare delle difficoltà se le vostre piante crescono in modo incontrollato.

Non c'è nulla di peggio di ritrovarsi con una cima terminale scolorita e ormai inutilizzabile. Se state coltivando in uno spazio di due metri quadri o meno, dovete scegliere varietà abbastanza robuste da sopportare almeno un paio di cimature, o che siano basse di natura.

8. DEVO USARE SEMI FEMMINIZZATI O REGOLARI?

La maggior parte dei coltivatori non vorrà mai utilizzare semi non femminizzati. I semi femminizzati sviluppano piante esclusivamente femmina. Se nel vostro giardino dovesse spuntare una pianta maschio, essa potrebbe contaminare l'intera piantagione. I semi regolari sono in grado di produrre un'ottimo raccolto.

Tuttavia, le possibilità che nascano piante maschio sono completamente affidate al caso. Le piante maschio non sono necessariamente un evento negativo, e sono fondamentali durante i processi di incrocio tra esemplari. Se decidete di allevare due varietà, potete piantare alcuni semi femminizzati e regolari. In questo modo potrete ottenere un buon esemplare di ognuno per avviare il processo di allevamento.

9. DOVE POSSO ACQUISTARE I SEMI?

Procuratevi i semi da fonti affidabili. E per fonte affidabile non intendiamo il vostro amico che vi fornisce gemme piene di grappoli di semi. Ci riferiamo invece a fonti sicure e rinomate, la cui attività primaria è fornire semi altamente affidabili e di qualità costante, che non causino difficoltà durante la coltivazione.

Esistono numerose ed affidabili banche di semi note per la loro produzione di semi di ottima qualità. E, soprattutto, vi bastano pochi click e in breve tempo i vostri semi arriveranno direttamente a casa vostra.

Buona coltivazione!