Quanto Tempo Ci Vuole per Coltivare una Pianta di Marijuana?


Quanto Tempo Ci Vuole per Coltivare una Pianta di Marijuana?

Indicativamente? Dall'inizio alla fine? In generale, dalle 7 alle 16 settimane.

I tempi richiesti per completare l'intero ciclo di vita di una pianta di cannabis possono essere suddivisi in due fasi principali:

  • Fase vegetativa
  • Fase di fioritura

I fattori che influenzano i tempi di crescita di una pianta di marijuana sono vari. Bisogna prima di tutto valutare se si coltiva una Sativa o un'Indica, una varietà fotoperiodica o autofiorente, indoor o outdoor.

VARIETÀ AUTOFIORENTI VS FOTOPERIODICHE

Normalmente, la fioritura della cannabis Sativa e Indica dipende dal ciclo di luce a cui vengono sottoposte. In un ambiente naturale, le piante di cannabis iniziano a fiorire con l'avvicinarsi dell'autunno, quando le giornate si accorciano e, di conseguenza, le piante ricevono meno ore di luce.

Tuttavia, dalla scoperta della cannabis Ruderalis le cose sono cambiate radicalmente. Negli anni '20, infatti, fu scoperta una nuova specie di cannabis che, dopo qualche anno, servì per creare le varietà di cannabis autofiorenti. Queste ultime hanno la capacità di fiorire una volta raggiunta una certa età.

Non importa quante ore di luce ricevano, queste piante avviano la loro fase di fioritura automaticamente. Quando si seminano varietà di cannabis autofiorenti si prevede che dopo un determinato periodo di tempo, che va dalle 7 alle 12 settimane, saranno pronte per essere raccolte, a seconda della specifica genetica che si sta coltivando.

Tuttavia, se doveste invece preferire le varietà di cannabis fotoperiodiche, allora i tempi potrebbero dilatarsi. D'altronde, una pianta di marijuana fotoperiodica deve attraversare la sua normale fase vegetativa (che può durare da poche settimane a diversi mesi) e quella di fioritura, che può durare dalle 6 alle 9 settimane per le Indica e dalle 8 alle 12 per le Sativa.

Si tratta comunque di dati approssimativi. I tempi di fioritura esatti delle vostre piante possono variare a seconda della genetica su cui state lavorando.

COLTIVAZIONE INDOOR VS OUTDOOR

Coltivazione indoor vs outdoor

Un altro fattore importante che influisce sui tempi di crescita delle piante di cannabis è il tipo di coltivazione che si vuole avviare, indoor o outdoor.

Nelle coltivazioni outdoor, i tempi di crescita possono variare notevolmente a seconda della stagione della semina. Se piantate verso inizio primavera, le piante trascorrono una lunga fase vegetativa che dura solitamente fino a fine estate o inizio autunno (quando le giornate iniziano ad accorciarsi). Una semina tardiva, invece, può ridurre significativamente la fase vegetativa delle piante.

Una volta conclusa la crescita vegetativa, le piante avviano la loro fase di fioritura. Questa può durare dalle 6 alle 14 settimane, a seconda della genetica delle vostre piante. Alcune varietà Indica, come la Skunk, possono fiorire in appena 6-7 settimane, mentre quelle Sativa richiedono qualche settimana in più. Normalmente, queste ultime varietà richiedono dalle 9 alle 12 settimane per fiorire, ma alcune Haze di "pura razza" possono spingersi fino alle 14 settimane.

Nelle coltivazioni indoor, invece, i coltivatori hanno un maggior controllo sulle fasi di sviluppo delle piante, potendo regolare manualmente i cicli di luce e buio da fornire alle piante. In questo modo si ha la possibilità di forzare la fioritura nel momento più opportuno.

I coltivatori indoor tendono a mantenere le piante in fase vegetativa per 2, 3 o 4 settimane, esponendole ad almeno 18 ore di luce al giorno. Trascorso questo periodo di tempo, si imposta un ciclo di luce da 12/12 per forzare la fioritura. Tuttavia, alcuni coltivatori preferiscono ritardare di qualche settimana la fioritura, consentendo così alle piante di crescere maggiormente e, di conseguenza, di produrre una maggior numero di cime.

Una volta che le piante saranno entrate nella loro fase di fioritura, dovrete aspettare altre 6-14 settimane prima di poterle raccogliere, a seconda della loro genetica.

Ultimo ma non meno importante...

Non dimenticatevi di calcolare anche il tempo necessario per essiccare le infiorescenze. Un buon processo di essiccazione richiede almeno 10-14 giorni ed è fondamentale per la qualità finale della marijuana. Un'essiccazione fatta male può rovinare un intero raccolto.

E se avete tempo, dovreste anche pensare ad almeno un mese di concia, un importante passo che vi darà grandi soddisfazioni.