Volete acquistare un vaporizzatore? Ecco gli elementi da valutare.


Volete acquistare un vaporizzatore? Ecco gli elementi da valutare.

Il settore della vaporizzazione è in piena espansione. Ormai tutti conoscono i vantaggi del vapore rispetto al fumo, e molti pianificano l'acquisto di un vaporizzatore.

A causa dell'elevata richiesta, sul mercato esistono tantissimi tipi di vaporizzatori diversi. Esistono talmente tanti dispositivi per vaporizzare fiori e concentrati che, a meno che non sappiate esattamente cosa cercare, è quasi impossibile sceglierne uno. Ma niente paura, siamo qui per aiutarvi.

Scegliere il vaporizzatore più adatto alle proprie esigenze può sembrare complicato. In realtà è più semplice di quanto immaginate. Questa guida vi illustrerà gli elementi più importanti da tenere in considerazione prima di acquistare un vaporizzatore, così potrete scegliere il vostro primo apparecchio senza difficoltà. I vaporizzatori offrono un modo più sano per sballarsi con la ganja. Esiste un dispositivo adatto ad ogni consumatore di cannabis e alle sue specifiche necessità.

CHE TIPO DI SOSTANZA VOLETE VAPORIZZARE?

CHE TIPO DI SOSTANZA VOLETE VAPORIZZARE?

Prima di scegliere un vaporizzatore, dovete prima domandarvi se avete bisogno di un vaporizzatore per cere o per cime. O vi serve uno che vada bene per entrambi? Ebbene sì, esistono anche questi tipi di apparecchi.

Se consumate soltanto cime, un vaporizzatore di erbe essiccate sarà perfetto per voi. Questi dispositivi sono dotati di un serbatoio in cui è possibile inserire i fiori con molta facilità, come se fosse un braciere. Il sapore però sarà decisamente migliore.

Se siete degli appassionati di concentrati di cannabis, vi servirà un vaporizzatore per cere. L'assortimento di vaporizzatori per cere non è vasto come quello dei vaporizzatori per fiori, ma avrete comunque a disposizione varie opzioni. Anche in questi vaporizzatori è presente un serbatoio in cui inserire i concentrati. Sono strumenti ideali per le giornate in cui non avete voglia di tirare fuori l'attrezzatura per il dabbing. Senza contare che la preparazione è molto più rapida. Vi basta caricare e vaporizzare.

Chi desidera sfruttare entrambe le soluzioni, per fortuna, può farlo. Anche se in questo caso la scelta è più limitata, esistono comunque vaporizzatori utilizzabili sia con i fiori che con i concentrati. Non vi meravigliate però per il prezzo elevato, dovuto appunto alla loro versatilità, il che ci conduce al prossimo punto.

QUANTO POTETE SPENDERE PER UN VAPORIZZATORE?

Dopo aver deciso quale sostanza desiderate vaporizzare, dovete stabilire il budget a vostra disposizione. I vaporizzatori possono costare 600€, ma anche 30€, a seconda dell'unità che scegliete. Vi conviene quindi determinare un budget preciso, in modo da restringere la ricerca e rendere la procedura d'acquisto meno complicata.

Anche se la scelta è difficile, alla fine riuscirete a trovare il vaporizzatore più adatto a voi. Esistono vaporizzatori per ogni fascia di prezzo. Tuttavia, di solito, più il vaporizzatore è economico, più la sua durata è breve. Tenetelo a mente, prima di scegliere quello meno costoso.

Se pensate di vaporizzare di tanto in tanto, non è necessario spendere una montagna di soldi nell'acquisto di un apparecchio di prima classe. Come abbiamo già detto, i vaporizzatori economici non durano a lungo, ma sono perfetti per gli utilizzatori occasionali. Ad ogni modo, se cercate un apparecchio robusto, vi conviene spendere qualche euro in più e scegliere un vaporizzatore più solido.

RESISTENZA E GARANZIA

Più il vaporizzatore è resistente, più funzionerà a lungo. Raccogliendo informazioni sui materiali di costruzione, dalla scocca esterna alla camera di riscaldamento, riuscirete a determinare la robustezza del vaporizzatore.
I vaporizzatori realizzati con materiali tipo la plastica sono generalmente di bassa qualità. I materiali come l'alluminio anodizzato, con cui vengono creati i Macbooks, e la ceramica a base di ossido di zirconio sono praticamente indistruttibili.

Un altro elemento da tenere in considerazione è la garanzia del produttore. Se viene fornita, significa che l'azienda produttrice coprirà gli eventuali danni al vaporizzatore. La garanzia è un ottimo vantaggio quando si acquistano vaporizzatori portatili, perché essi sono progettati per l'utilizzo in movimento e sono quindi più soggetti a incidenti.

PORTABILITÀ

PORTABILITÀ

A proposito di mobilità, dovete capire anche se avete bisogno di un vaporizzatore portatile o statico. Se volete vaporizzare soltanto in casa, un dispositivo da tavolo può essere la soluzione ideale. Ma se siete persone molto attive e avete bisogno di portare il vaporizzatore sempre con voi, gli apparecchi portatili sono la scelta migliore. Anche se, ovviamente, potete usarli anche in casa.

Nel settore della vaporizzazione ciascun produttore ha la propria idea di "portatile". Esistono vaporizzatori che vanno tenuti con due mani e sono considerati portatili. Poi ci sono i veri apparecchi portatili, talmente compatti che entrano facilmente in una tasca. Individuate la vostra personale idea di portabilità, e partite da lì.

METODO DI RISCALDAMENTO

Un altro elemento da controllare prima di acquistare un vaporizzatore è se l'unità viene riscaldata a convezione o a conduzione. Il metodo di riscaldamento svolge un ruolo essenziale nella qualità finale del vapore prodotto.

Il riscaldamento a conduzione riscalda direttamente la materia prima, mentre quello a convezione soffia aria calda attorno al materiale, senza attraversarlo. Pensate ad esempio ad un fornello e ad un asciugacapelli. I vaporizzatori a conduzione di solito sono più facili da usare, ma potrebbero anche bruciare la vostra erba.

Questo problema si può risolvere mescolando di tanto in tanto il materiale vegetale nel serbatoio. I vaporizzatori a convezione offrono un calore omogeneo, e quindi producono un vapore qualitativamente migliore.

RICORDATEVI DI LEGGERE QUALCHE RECENSIONE SUL VAPORIZZATORE

Se credete di aver trovato il vaporizzatore perfetto per voi, ma non siete ancora sicuri al 100%, date un'occhiata alle recensioni positive e negative espresse dai possessori di quel particolare apparecchio.

Ad esempio, un vaporizzatore potrebbe essere famoso perché produce un sapore eccezionale, mentre un altro potrebbe riscaldarsi in tempi record. Certi dispositivi possono avere una reputazione tremenda per svariate ragioni, quindi è meglio sapere in anticipo cosa si sta per acquistare—e chi può dare la valutazione più affidabile se non qualcuno che l'ha già provato?

Ecco fatto, vi abbiamo illustrato tutti i fattori da tenere in considerazione prima dell'acquisto di un vaporizzatore, o quantomeno quelli principali. Con questa guida, riuscirete a trovare il dispositivo più adatto a voi in men che non si dica. Buono shopping!