Guida Completa alla Vaporizzazione del CBD


Guida Completa alla Vaporizzazione del CBD

Il mercato della vaporizzazione ha fatto molta strada negli ultimi anni, andando ben oltre le classiche sigarette elettroniche monouso. Con decine di opzioni disponibili e vaporizzatori per tutte le tasche, non è mai stato così facile inalare nuvole di vapore così dense e cariche di CBD.

Come Vaporizzare il CBD

Che si tratti di un vaporizzatore a penna o da tavolo o di cartucce e capsule intercambiabili per vaporizzatori, ognuno di questi dispositivi ha i suoi vantaggi e svantaggi. Se vuoi ottenere il massimo dalla tua esperienza di vaporizzazione con il CBD, dovrai trovare il tipo di vaporizzatore più adatto alle tue esigenze e capire cosa vuoi ottenere dal CBD (ma ne parleremo più avanti). Per il momento, immergiamoci nei diversi modi per vaporizzare il CBD.

Vaporizzare gli E-Liquid al CBD

Gli e-liquid al CBD sono compatibili con una vasta gamma di dispositivi. La maggior parte sono semplici e si attivano con la semplice pressione di un pulsante. I vaporizzatori a penna e le cartucce sono tra le opzioni più semplici e facili da trovare.

Molti e-liquid sono già premiscelati, usando una combinazione di glicole propilenico (GP) e glicerina vegetale (GV). Il primo migliora i sapori del vapore, mentre il secondo ne aumenta la densità e la corposità. Un buon punto da cui partire con gli e-liquid al CBD è una miscela 50/50 di GP e GV. È anche possibile formulare i propri e-liquid da vaporizzare, modificando il rapporto in base alle preferenze personali. Tuttavia, per poter vaporizzare gli e-liquid avrai bisogno di un dispositivo adatto.

Vaporizzatori a Penna per CBD

Costituendo una parte significativa del mercato della vaporizzazione, i dispositivi a penna per inalare CBD sono semplici da usare e, soprattutto, pratici. C’è anche la possibilità di scegliere tra vaporizzatori a penna riutilizzabili ed usa e getta.

A lungo termine, i vaporizzatori riutilizzabili hanno un miglior rapporto qualità-prezzo (basta ricaricare l’e-liquid al CBD e mantenere carica la batteria del dispositivo). Tuttavia, se sei nuovo nel mondo dei vaporizzatori e vuoi capire quali effetti offrono prima di comprarne uno, i dispositivi usa e getta funzionano altrettanto bene ed assicurano alcune centinaia di boccate.

Cartucce con CBD

Le cartucce con CBD sono un ulteriore passo avanti rispetto ai vaporizzatori a penna usa e getta, offrendo una dose predeterminata di CBD. Contenuto all’interno di un piccolo serbatoio cilindrico, basta inserire la cartuccia in un vaporizzatore a penna e premere start.

Ovviamente, dovrai usare un vaporizzatore a penna compatibile con le cartucce (non tutti lo sono). Una volta soddisfatto questo requisito, potrai sfruttare tutti i benefici della vaporizzazione del CBD. In genere, le cartucce contengono tra 0,5 e 1ml di liquido con CBD da vaporizzare.

Vaporizzare gli e-liquid al cbd

Capsule Intercambiabili con CBD

Le capsule intercambiabili per vaporizzatori offrono una maggiore personalizzazione. Gli e-liquid al CBD devono avere la giusta viscosità (densità) per funzionare con i vaporizzatori a penna, ma le capsule intercambiabili offrono al consumatore una maggiore flessibilità. A seconda del tuo vaporizzatore, ci sono capsule intercambiabili monouso o camere ricaricabili compatibili con molti dispositivi.

Se sei interessato a mescolare o cambiare la formula del tuo e-liquid al CBD, le capsule intercambiabili sono forse la migliore opzione. Sebbene, in genere, siano più indicate per i consumatori avanzati, alcuni principianti potrebbero gradire l’opportunità di poter personalizzare le proprie formule in un secondo momento. Se ti piace l’idea di avere una maggiore flessibilità, vale la pena spendere qualche euro in più per un vaporizzatore a penna compatibile con le capsule intercambiabili.

Vaporizzare Infiorescenze ad Alto Contenuto di CBD

Per i puristi del CBD, vaporizzare le cime è un’altra opzione altrettanto valida. L’unico potenziale svantaggio è, ovviamente, procurarsi le infiorescenze. Dovrai autoprodurti una varietà ricca di CBD o acquistarla in un coffeeshop o dispensario.

Inoltre, vaporizzare le cime essiccate richiede anche un tipo di vaporizzatore diverso da quello che useresti per gli e-liquid. Quindi, dovrai usare un dispositivo più grande di un vaporizzatore a penna usa e getta. Tuttavia, il vantaggio delle varietà ad alto contenuto di CBD è che offrono tutti i benefici del cannabidiolo insieme a tutti gli altri cannabinoidi e terpeni. Se sei interessato a vaporizzare cime ricche in CBD solo per il tuo benessere personale, concentrati sulle varietà ad alto contenuto di CBD.

L’Olio di CBD Può Essere Vaporizzato?

La vaporizzazione degli oli di CBD è un argomento di cruciale importanza. Perché? Perché vaporizzare un normale olio di CBD può essere estremamente pericoloso e non dovresti mai farlo. Non solo può rovinare il tuo dispositivo per vaporizzare, ma ha anche gravi implicazioni per la salute.

I normali oli di CBD (i classici flaconi che potresti trovare sugli scaffali di un negozio di prodotti per il benessere) contengono olio di oliva o di canapa, entrambi non adatti per la vaporizzazione. Gli e-liquid al CBD sono fatti con altri ingredienti (GP e GV, come menzionato prima) appositamente formulati per essere vaporizzati. In caso di dubbi, vaporizza solo e-liquid al CBD prodotti da aziende affidabili e disposte a riportare tutti gli ingredienti usati.

Come ci si Sente Dopo Aver Vaporizzato il CBD?

Dopo aver parlato degli e-liquid al CBD e dei dispositivi per vaporizzare, è arrivato il momento di capire per quale motivo potremmo essere tentati di vaporizzare il cannabidiolo: come ci fa sentire?

A seconda della potenza dell’e-liquid, della tua fisiologia e della frequenza con cui vaporizzi, gli effetti del CBD possono cambiare. Detto questo, gli effetti generalizzati includono quanto segue:

  • • Benefici per il ciclo sonno-veglia
  • Stato d’animo più equilibrato
  • Lucidità mentale
  • Tranquillità
  • Potenziale sollievo fisico

La ricerca sulle proprietà del CBD è ancora in corso, ma l’interesse cresce costantemente e gli studi aumentano di giorno in giorno. Non sballando ed avendo un basso rischio di effetti collaterali, la cosa migliora da fare è provare su sé stessi il CBD e valutare che effetti ha sul proprio benessere. La vaporizzazione è sicuramente un modo eccellente per conoscere il CBD, grazie alla sua rapida azione. A questo punto, possiamo analizzare più nel dettaglio i vari benefici della vaporizzazione del CBD.

Benefici della Vaporizzazione del CBD

Se i potenziali benefici del CBD per il benessere ti sembrano già allettanti, allora aspetta di scoprire quello che ti diremo nei prossimi paragrafi. Innanzitutto, la vaporizzazione consente di sfruttare appieno tutti questi benefici ed è anche un metodo di somministrazione molto vantaggioso per molti altri motivi, che esporremo qui di seguito.

Sapori Più Buoni

La vaporizzazione del CBD vuol dire “bypassare” facilmente i sapori naturali di questo composto. La maggior parte degli e-liquid avrà sempre un po' di aroma, per cui dovrai sceglierne uno in base alle tue preferenze. Se hai scelto di fumare le cime ad alto contenuto di CBD, c’è un intero mondo di sapori ed aromi da gustare, grazie ad una complessa miscela di terpeni.

Nessuna Combustione

Quando il materiale da inalare viene bruciato, gli elementi che entrano in contatto con il nostro organismo possono diventare pericolosi. Gli agenti cancerogeni, la cenere ed altre sostanze nocive possono rovinare la tua esperienza e, alla fine, mitigare alcuni dei benefici del CBD per il benessere. La vaporizzazione aggira molti di questi problemi.

Riscaldando un e-liquid o una cima ad alto contenuto di CBD fino al punto di far evaporare i componenti attivi (e quindi poterli inalare), ma senza arrivare a bruciarli, potrai assumere solo le sostanze che desideri. La vaporizzazione non solo è più piacevole, ma è anche più sicura e, secondo le prime informazioni, anche più sana.

Gli Effetti si Fanno Sentire Prima e Durano Più a Lungo

Un altro vantaggio fondamentale della vaporizzazione è il tempo che ci mette a fare effetto. Nella maggior parte dei casi, inizierai a sentire l’influenza del CBD dopo pochi minuti, invece che nei 30–60 minuti richiesti dagli edibili o dall’olio di CBD.

Questa rapida insorgenza può risultare interessante se si usa il CBD per affrontare un particolare problema di salute. Ed anche se non ne avessi bisogno per questi motivi, è sempre un modo pratico e conveniente per avere un accesso quasi istantaneo al CBD, soprattutto se hai avuto una giornata difficile al lavoro o hai problemi a dormire.

Benefici per la Salute

Ne abbiamo già parlato ma, in genere, molti percepiscono la vaporizzazione come una pratica più salutare del fumo. Mancano ancora i dati a lungo termine (la vaporizzazione è un fenomeno relativamente nuovo), ma nel complesso i segnali sono incoraggianti.

Dovrai solo assicurarti di usare un e-liquid privo di sostanze chimiche indesiderate o pericolose. Se riuscirai a soddisfare questi requisiti, si tratta di un metodo di somministrazione molto più sano del fumo.

Quali Rischi Comporta la Vaporizzazione del CBD

Nessun metodo di somministrazione è privo di svantaggi e la vaporizzazione ne ha alcuni che dovresti conoscere. Anche se nella migliore delle ipotesi saranno di lieve entità, il CBD può anche avere alcuni potenziali svantaggi. Detto questo, è essenziale valutare tutti gli elementi di base.

I potenziali rischi della vaporizzazione del CBD includono:

  • Può aggravare patologie polmonari già esistenti
  • Rischio di agenti contaminanti
  • Il CBD può interagire con i medicinali soggetti a prescrizione medica
  • Gli e-liquid di scarsa qualità possono contenere THC

Nel complesso, puoi evitare facilmente la maggior parte dei rischi appena evidenziati selezionando gli e-liquid di migliore qualità. Rivolgiti sempre a produttori di e-liquid al CBD affidabili e seri. Se sei preoccupato dei possibili effetti collaterali del CBD, il tuo medico è la migliore persona a cui chiedere consiglio. Lasciati aiutare a prendere una decisione ponderata sull’idoneità del composto.

I Migliori Vaporizzatori per il CBD

Una volta che hai deciso come vaporizzare il CBD, ci sono alcuni fattori cruciali che devi tenere a mente. In passato, abbiamo già trattato l’argomento in modo approfondito ma, in sostanza, devi trovare il giusto equilibrio tra il tipo di vaporizzatore, la sostanza che stai vaporizzando (e-liquid al CBD o cime ricche di cannabidiolo) e il tuo budget.

La scelta del modello di vaporizzatore è un aspetto molto importante. Per questo motivo illustreremo le basi qui di seguito.

Vaporizzatore da Tavolo

I vaporizzatori da tavolo offrono più funzionalità rispetto alle loro controparti portatili, ma a costi e dimensioni maggiori. Se prevedi di vaporizzare principalmente in casa, un dispositivo da tavolo come il Volcano Classic è perfetto. Avrai il pieno controllo sulle temperature, compatibilità con un'ampia gamma di concentrati e non dovrai nemmeno preoccuparti di ricaricare la batteria.

Vaporizzatore da tavolo

Il principale svantaggio di un vaporizzatore da tavolo di qualità è il prezzo. Un dispositivo con tutte le caratteristiche appena elencate può facilmente costare qualche centinaia di euro, un prezzo che non tutti potrebbero accettare per un vaporizzatore da usare sporadicamente.

Vaporizzatore Portatile

I vaporizzatori portatili sono un’opzione molto popolare, poiché ti consentono di assumere il CBD sotto forma di vapore quando e dove ne hai più bisogno. I vaporizzatori portatili come il Mighty si adattano facilmente al palmo della mano e, quindi, possono essere trasportati in giro senza problemi. Se inizi con un’opzione a basso costo, dovrai sacrificare alcune delle funzionalità che avresti avuto con una variante da tavolo, ma la portabilità è sempre un ottimo compromesso.

Tuttavia, se prevedi di usare regolarmente il tuo vaporizzatore portatile, vale la pena investire un po’ di più in modelli più costosi. Non solo otterrai una maggiore funzionalità (profili di temperatura regolabili, percorsi del vapore progettati meglio, compatibilità con i bubbler), ma anche la libertà di utilizzare un’ampia gamma di concentrati al CBD.

Vaporizzatori a Penna

I vaporizzatori a penna sono i più piccoli dei tre modelli e sacrificano un lungo elenco di funzionalità per offrire la massima praticità. Questo non vuol dire che non valga la pena investire in questi dispositivi, ma se prevedi di vaporizzare costantemente il CBD, i vaporizzatori di alta qualità saranno sempre la migliore scelta a lungo termine.

Tuttavia, data la loro praticità e le dimensioni piuttosto discrete, i vaporizzatori a penna rimangono l’opzione più popolare, soprattutto se devi vaporizzare CBD mentre sei al lavoro o più volte al giorno. Inoltre, alcuni di questi vaporizzatori sono usa e getta. Quindi, se sei interessato a provare un e-liquid al CBD per la prima volta, ma non vuoi spendere troppi soldi, questi vaporizzatori sono un eccellente punto di partenza.

Trovare la Giusta Dose di CBD da Vaporizzare

Una volta che ti sarai procurato il tuo vaporizzatore, la seconda questione più importante è la dose. Non esiste una regola universale per stabilire la dose ottimale di CBD. Esattamente come non esiste un vaporizzatore perfetto per tutti, scegliere una dose di CBD significa calcolare le quantità in base alle proprie esigenze.

L’approccio migliore per trovare la dose ideale è iniziare gradualmente. Gli e-liquid al CBD non sono tossici e non sballano, per cui puoi sperimentare varie dosi ad intervalli diversi finché non troverai ciò che funziona meglio per te.

Gli effetti del CBD vaporizzato iniziano ad avvertirsi dopo pochi minuti e sono molto più pronunciati rispetto alle tradizionali capsule di CBD o agli oli di CBD. Dopo qualche boccata di vapore, il cannabidiolo inizierà a fare effetto e sarai tu a valutare come ti senti. Ripeti questo processo fino a raggiungere lo stato desiderato e prendi nota della concentrazione dell’e-liquid. Da qui in avanti, puoi regolare la concentrazione e la frequenza per raggiungere l'effetto ottimale.

La Migliore Temperatura per Vaporizzare il CBD

Qualunque dispositivo tu scelga, la maggior parte dei vaporizzatori offrirà un certo grado di controllo della temperatura. La personalizzazione della temperatura è una caratteristica importante da tenere in seria considerazione, poiché consente di modificare l’intensità del CBD e la densità del vapore.

Il CBD, proprio come tutti gli altri composti presenti nella cannabis, evapora ad una temperatura specifica. Vaporizzando a temperature inferiori a questa soglia, ti perderai completamente le molecole di CBD. Tuttavia, vaporizzando al di sopra della temperatura ottimale, rischierai di bruciare il CBD (ed altri elementi), distruggendolo prima di aver la possibilità di trarne beneficio.

• L’intervallo termico ottimale per vaporizzare il CBD è 200–220°C.

Al di sotto della soglia dei 200°C, ci sarà ancora una piccola quantità di CBD che verrà attivata, ma evita di scendere sotto i 170°C. Temperature più basse sono vantaggiose per i principianti in quanto rendono il vapore più vellutato e meno aspro. Anche in questo caso, è importante regolare la temperatura gradualmente, fino a trovare il giusto equilibrio.

Quali Aspetti Considerare Quando si Vaporizza il CBD

Con così tante informazioni sulla vaporizzazione da assimilare, è importante ricapitolare le basi. Che tu sia nuovo nel mondo della vaporizzazione del CBD o un consumatore di lunga data, i seguenti consigli ti aiuteranno ad ottenere il massimo dalla tua esperienza.

  • La vaporizzazione offre diversi vantaggi rispetto al fumo e, nel complesso, sembra un metodo di somministrazione più sano. È anche molto indicato per chi vuole sfruttare tutti i benefici del CBD.
  • Gli e-liquid sono compatibili con vaporizzatori a penna, cartucce e capsule intercambiabili. Le infiorescenze ad alto contenuto di CBD sono compatibili solo con i vaporizzatori progettati per erbe secche (portatili e da tavolo).
  • Il CBD non è tossico e non sballa, ma non tutti gli e-liquid sono sicuri. Acquistali sempre da aziende o fornitori rispettabili.
  • Il CBD vaporizzato fa effetto molto prima e con maggiore potenza. Se sei nuovo nel mondo del CBD, inizia gradualmente. Sentirai i suoi effetti in pochi minuti e non dopo ore.
  • Vale sempre la pena investire in dispositivi di alta qualità. I dispositivi più costosi non solo tendono a durare più a lungo, ma hanno anche più funzionalità. Se un giorno le tue esigenze dovessero cambiare, un vaporizzatore più versatile potrebbe, a lungo andare, farti risparmiare denaro.
  • Infine, dovrai trovare la dose di CBD più adatta alle tue esigenze. Inizia con un e-liquid (o una varietà di cannabis) a bassa concentrazione di CBD ed aumenta gradualmente la frequenza con cui vaporizzi.

Ed ecco qua la nostra guida completa sulla vaporizzazione del CBD. Con l’interesse verso il CBD ai massimi storici e il mercato dei vaporizzatori in costante innovazione, ci aspettiamo che questi due settori abbiano un futuro lungo e prospero. Buona vaporizzazione a tutti!