Profilo Terpenico: Terpinolene


Profilo Terpenico: Terpinolene

Al terpinolene si deve la produzione di fragranze e sapori di legno e pino. Questo profumo nostalgico e familiare si trova ovunque in natura, essendo il terpinolene presente anche in cumino, salvia, rosmarino, lillà, albero del tè, conifere e mele.

La cannabis è una pianta estremamente variegata, e se ne sono sviluppate migliaia e migliaia, ciascuna con i suoi particolari effetti, gusti ed aromi. I cannabinoidi, sostanze come THC e CBD, sono spesso al centro delle attenzioni per gli stati psicoattivi che inducono. Ma anche i terpeni svolgono un ampio ruolo nel definire le varietà cannabiche.

Queste molecole aromatiche sono responsabili di molti dei sapori e profumi di varietà differenti; possono anche funzionare in maniera sinergica con i cannabinoidi per incidere sulla valenza psicoattiva o terapeutica di una data varietà, tramite una dinamica nota nella teoria come “effetto entourage”.

Il terpinolene, insieme a tanti altri terpeni, viene usato nell'industria per le sue potenti fragranze. In maniera specifica, il terpinolene viene impiegato per “insaporire” saponi, profumi e prodotti per la cura del corpo. Può venir usato anche come repellente per insetti, che è oltretutto una delle funzioni che per sua stessa natura ricopre all'interno della pianta di cannabis, in qualità di metabolita secondario.

QUALI SONO GLI EFFETTI ED I POSSIBILI BENEFICI TERAPEUTICI DEL TERPINOLENE?

QUALI SONO GLI EFFETTI ED I POSSIBILI BENEFICI TERAPEUTICI DEL TERPINOLENE?

Il terpinolene si distingue fra i molti altri terpeni presenti nella cannabis a causa dei suoi effetti caratteristici. Gran parte dei terpeni trovati nell'erba hanno esibito proprietà antinfiammatorie ed analgesiche (antidolorifici), ma il terpinolene no. La molecola ha invece mostrato di generare effetti antimicrobici, antiossidanti e sedativi.

I terpeni hanno due principali classi di effetti: apportano variazioni fra le varietà cannabiche in termini di gusto e aroma, ma hanno anche applicazioni potenzialmente molto più profonde nel futuro della medicina.

LA SCIENZA DIETRO IL TERPINOLENE

Numerosi studi hanno esplorato gli effetti antimicrobici del terpinolene, con scoperte che potrebbero portare ad impiegarlo per combattere certe nefaste forme di batteri. Un articolo del 2005 documenta uno studio che indagava la composizione dell'olio essenziale e l'attività antimicrobica della Diplotaenia damavandica, una specie vegetale nativa dell'Iran.[1] Si è trovato che l'olio essenziale della specie conteneva dei livelli di terpinolene del 20%.

I ricercatori hanno estratto olio essenziale dalle foglie, radici e semi della pianta, e li hanno testati contro numerosi microrganismi. Si è scoperto che tutti e tre questi oli mostravano di essere attivi contro Bacillus subtilis, Staphylococcus aureus, Staphylococcus epidermidis ed Escherichia coli. L'olio essenziale estratto dalle foglie era il più efficace.

Gli autori dello studio hanno dichiarato che il terpinolene ha mostrato di possedere una buona attività antimicotica, come anche un'azione antibatterica contro il Propionibacterium, che provoca l'acne.

Il terpinolene è stato studiato anche per i suoi effetti sedativi. Un sedativo è una sostanza che favorisce la calma ed induce il sonno, classe che può risultare particolarmente utile per coloro che sperimentano ansia, stress e insonnia. Un articolo del 2013, pubblicato nel “Journal of Natural Medicines”, esplorava l'effetto sedativo dell'inalazione del terpinolene nei topi.[2] I risultati mostravano che il terpene provocava effetti sedativi dopo l'assorbimento nell'organismo per via nasale. Gli autori affermano che la struttura molecolare del terpinolene determina le sue proprietà sedative.

Il terpinolene ha esibito anche proprietà antiossidanti. Gli antiossidanti sono sostanze che inibiscono l'ossidazione e sono in grado di proteggere il DNA dagli effetti nocivi di specie reattive dell'ossigeno. Un articolo del 2013 discute le proprietà antiossidanti ed antitumorali del terpinolene in cellule del cervello dei ratti.[3] Il terpene ha dimostrato di possedere potenti effetti antiproliferativi su cellule tumorali del cervello, come anche una pronunciata e sicura azione antiossidante.

VARIETÀ CANNABICHE RICCHE DI TERPINOLENE

VARIETÀ CANNABICHE RICCHE DI TERPINOLENE

Le varietà ad alto contenuto di terpinolene offrono un lato rilassante e sedativo, perfetto per gli utilizzatori che cercano di distendersi, rilassarsi e rilasciare lo stress nei momenti impegnativi del lavoro e della vita. Certe varietà ibride offrono anche una “vibrazione” sativa, insieme ad una sensazione fisica di rilassamento. Ecco alcune varietà ricche di questo terpene:

Jack Herer: un'ibrida celebre e pluripremiata, creata tramite incrocio delle varietà genitrici Northern Lights, Skunk ed Haze. Presenta grandi quantità di THC ed uno sballo caratterizzato da stati euforici, energici ed elevati. I fiori di questa varietà dispensano fragranze ed aromi dolci e citrici, insieme a note di pino.

Sour Diesel: una varietà a dominante sativa creata a partire dalle varietà genitrici Northern Lights, Diesel, Shiva ed Hawaiian. I fiori della Sour Diesel sono carichi di THC, al 19%, e di aromi di diesel ed erbe. Lo sballo è concentrato, rilassato e cerebrale.

Super Lemon Haze: questa varietà alta e a dominanza sativa presenta elevati livelli di THC, insieme a bassi livelli di CBD. È ricolma di un'ampia gamma di aromi, fra i quali limone, finocchio e vaniglia. Lo sballo si manifesta rapidamente, ed è euforico, elevato ed equilibrato.

Riferimenti

  1. ^ Zeitschrift fur Naturforschung, Essential Oil Composition and Antimicrobial Activity of Diplotaenia damavandica, recuperate November-16-2018
    Legame
  2. ^ NCBI, The sedative effect of inhaled terpinolene in mice and its structure-activity relationships., recuperate November-16-2018
    Legame
  3. ^ NCBI, Anticancer and antioxidant properties of terpinolene in rat brain cells., recuperate November-16-2018
    Legame