Come Usare Il Silicio Per Migliorare Crescita & Rese Della Cannabis


Come Usare Il Silicio Per Migliorare Crescita & Rese Della Cannabis

La cannabis è una pianta piuttosto facile da coltivare. Tuttavia, a volte i coltivatori più esperti aggiungono degli integratori. Tali sostanze additive migliorano l'ambiente generale della pianta o la pianta stessa.

Il silicio è uno di tali integratori. Si tratta di un minerale molto comune, presente in oltre il 90% degli elementi che compongono la crosta terrestre. È inoltre il secondo elemento più abbondante sulla Terra. È utile per il benessere delle piante quando viene estratto sotto forma di acido silicico. Esso viene assorbito dalla pianta e trasportato nelle sue varie strutture. In effetti, il silicio è uno dei componenti essenziali per la crescita sana delle piante.

PERCHÉ IL SILICIO È COSÌ IMPORTANTE PER LA CRESCITA DELLA CANNABIS

Quando applicate il silicio per nutrire la vostra piantagione, le piante di cannabis ottengono una carica aggiuntiva sotto due aspetti principali.

Il silicio innanzitutto favorisce una crescita più rapida. Il silicio contribuisce a migliorare lo sviluppo della pianta. Infatti velocizza la creazione delle pareti cellulari. Quando la pianta ha libero accesso a tutte le sostanze di cui ha bisogno, il suo processo di crescita avanza alla massima velocità. Il risultato finale? Le piante crescono più rapidamente.

Il silicio inoltre favorisce rese più abbondanti. Più le piante sono robuste, più grande sarà la quantità di cannabis prodotta. Il silicio favorisce la formazione di foglie più scure. Tale pigmentazione incoraggia il processo di fotosintesi - il motore primario che permette la crescita della pianta.

IL SILICIO POSSIEDE ANCHE ALTRE QUALITÀ

Il silicio non contribuisce soltanto ad una crescita più rapida delle piante. Le aiuta anche a crescere meglio. Quando si utilizza il silicio come sostanza nutritiva, tutte le altre azioni rivolte a migliorare la crescita vengono amplificate.

Perché?

L'Assorbimento di Sostanze Nutritive viene ottimizzato. Il silicio aumenta la quantità di azoto a disposizione. L'azoto è una delle sostanze nutritive fondamentali per lo sviluppo della pianta. Anche durante la fase vegetativa, è un elemento vitale. Inoltre, si ritiene che il silicio sia in grado di equilibrare l'assorbimento di altri nutrienti, tra cui lo zinco.

Il silicio fornisce protezione contro metalli presenti in quantità tossiche. Il silicio può proteggere le piante da altri metalli come Alluminio, Manganese e Ferro. Se la concentrazione di queste sostanze è eccessiva, la loro tossicità può stressare la pianta. Ciò potrebbe provocare rendimenti minori ed una qualità complessiva più scarsa.

Il silicio in pratica "compete" con questi metalli ed evita che essi diventino troppo abbondanti.

Il silicio produce piante più resistenti. Aumentando la quantità di silicio nelle piante di cannabis, esse svilupperanno una struttura cellulare più robusta. Pertanto, le piante produrranno steli e rami più forti. Svilupperanno inoltre foglie di un verde più scuro. Unito ad una buona ventilazione, questo è un elemento essenziale per ottenere piante sane.

IL SILICIO PROTEGGE ANCHE LA PIANTA

I vantaggi del silicio non si limitano alla sola crescita della pianta. Il silicio diminuisce anche il rischio di malattie e parassiti. È inoltre un ottimo antimicotico. Ciò significa che è in grado di proteggere la pianta dalla muffa. In più, rafforza il rivestimento esterno della pianta. Gli insetti e gli altri organismi patogeni dovranno fare sforzi maggiori per penetrare le difese della pianta.

L'ultimo e definitivo vantaggio del silicio? È un additivo facile da usare ed economico per le piantagioni di cannabis. Gli integratori per piante a base di silicio sono facili da reperire in qualsiasi grow shop o online. Possono anche essere aggiunti facilmente ad un regime alimentare già stabilito.

SEMBRA TUTTO PERFETTO - DOVE STA L'INGANNO?

Purtroppo, il silicio non può essere utilizzato nelle coltivazioni di cannabis in impostazione idroponica. Questo perché le piante coltivate in idroponica sono leggermente più fragili. Il motivo? Affinché il silicio resti solubile, è necessario che il pH sia superiore a 7. Pertanto, non può essere applicato in un normale regime alimentare idroponico. Potrebbe interagire in modo scorretto con altri elementi e provocare carenze nutrizionali.

L'unico tipo di silicio utilizzabile in questa tipologia di coltivazione è un additivo chiamato Silicato di Potassio.