I coffeeshop di Amsterdam: 15 dritte per chi ci va per la prima volta


I coffeeshop di Amsterdam: 15 dritte per chi ci va per la prima volta

Amsterdam è la Mecca degli appassionati di cannabis. Il permissivo approccio del Paese al consumo di cannabis e l'iconica scena dei coffeeshop costituiscono un'esperienza davvero unica, che quasi ogni utilizzatore di cannabis ricreativa vorrà provare personalmente.

Ma in realtà, come ci si deve comportare in uno di questi famosi coffeeshop? Com'è nella realtà la cultura dell'erba in Olanda, e come potete essere sicuri di rispettare gli usi locali e nello stesso tempo divertirvi? Leggete qui 15 semplici dritte per chi visita i coffeeshop di Amsterdam per la prima volta.

I coffeeshop di Amsterdam: 15 dritte per chi ci va per la prima volta

CAPIRE LA LEGISLAZIONE OLANDESE SULLA CANNABIS

Prima di passare ad alcune dritte per debuttanti dei coffeeshop di Amsterdam, è importante vedere come sono le leggi relative alla cannabis in Olanda.

In breve, è perfettamente legale comprare e consumare cannabis in un coffeeshop (se il coffeeshop autorizza il consumo sul posto). Tuttavia, i coffeeshop tecnicamente operano in una zona grigia, dato che le persone che li riforniscono di erba non sono tecnicamente autorizzati a vendere o produrre cannabis. In ogni caso, questo non ha conseguenze pratiche per i consumatori finali.

Tecnicamente, è illegale consumare cannabis nei luoghi pubblici, ma queste leggi sono raramente applicate. Fintantoché rimanete tranquilli, vi comportate bene, ed evitate di attirare oltre misura l'attenzione, la maggior parte delle persone non batterà ciglio se decidete di fumare per strada o in un parco.

Altre “droghe leggere”, come Tartufi Magici (uno psichedelico derivato dai classici funghetti psilocibinici), peyote, e salvia, sono venduti negli “smartshop”. Anche la vendita ed il possesso di questi prodotti è legale.

1. L'ERBA SI VENDE SOLTANTO NEI COFFEESHOP

Ad Amsterdam, gli esercizi commerciali che vendono erba sono chiamati “coffeeshop”, e non “coffee shop”, “caffetterie”, o “caffè”. I “caffè” sono fondamentalmente dei normali bar, mentre i “coffee shop” o caffetterie sono stabilimenti che servono caffè, ma non erba.

Ci sono letteralmente centinaia di coffeeshop in tutta la città, dove i turisti ed i locali possono legalmente comprare cannabis. Tuttavia, non aspettatevi insegne che pubblicizzano marijuana o dolcetti alla cannabis, né alcun che di correlato; fare pubblicità per la cannabis in Olanda è illegale. Piuttosto, cercate la parola “coffeeshop” stampata su una vetrina, o semplicemente chiedete ad una persona del luogo di indicarvi la direzione per trovarne uno, se vi trovate disorientati.

Oh, e mai, mai, e poi mai, comprare erba da uno spacciatore in strada. La cannabis può essere venduta legalmente solo nei coffeeshop.

2. PORTATEVI UN DOCUMENTO

Per accedere ad un coffeeshop in Olanda, dovete essere adulti. Ciò significa avere più di 18 anni. I coffeeshop sono legalmente tenuti ad accertarsi che voi siate un adulto, e molti stabilimenti vi richiederanno un documento. Perciò, anche se dimostrate 80 anni, vi converrà comunque portarvi appresso un documento, o altrimenti rischiate di non poter entrare.

3. CONSULTATE SEMPRE IL MENU, E FATE DOMANDE

Una volta che siete dentro un coffeeshop, chiedete di consultare il menu per vedere che tipi di erba sono proposti. I menu dei coffeeshop non saranno molto dettagliati (generalmente sono giusto una lista di nomi delle varietà e prodotti disponibili), ma almeno vi daranno un'idea generale di cosa c'è disponibile.

A causa delle restrizioni sulla pubblicità della cannabis, i coffeeshop ad Amsterdam tengono in genere i menu al bancone; certi sono addirittura dietro una vetrina. Se trovate un menu sciolto, chiedete sempre educatamente se potete prenderlo, poiché certi stabilimenti prendono le restrizioni molto sul serio.

Se dopo aver consultato il menu vi piacerebbe avere ancora un po' più di informazioni riguardo ai prodotti in vendita, non esitate a rivolgere delle domande all'“erbista”. Lo staff dei coffeeshop è di solito molto amichevole, e saranno più che felici di dirvene di più sui prodotti che propongono ed aiutarvi a trovare la fumata giusta per voi.

4. AD AMSTERDAM LE CANNE GIÀ GIRATE CONTENGONO TABACCO

In Europa è usanza molto diffusa quella di mischiare cannabis e tabacco. Gran parte dei coffeeshop di Amsterdam vendono canne già girate, e a meno che non sia indicato diversamente, queste contengono tabacco.

Se preferite fumarla pura, chiedete per una canna di pura erba. Se non ne vedete sul menu, la vostra opzione migliore è quella di adattarvi a comprare i fiori e rollarvela da soli. La maggior parte dei coffeeshop vi metterà gratuitamente a disposizione delle cartine e filtri di cartone. In alternativa, potete anche comprare cartine a poco prezzo.

5. SE NON SAPETE CHE VARIETÀ COMPRARE, PARLATE CON L'“ERBISTA”

Se non avete familiarità con la cannabis, siete un consumatore sporadico, o semplicemente è passato del tempo dalla vostra ultima fumata, vi consigliamo di parlare con l'erbista del vostro coffeeshop, per trovare una varietà che vi vada bene.

Ricordate, l'Olanda (ed Amsterdam in particolare) è patria di alcune delle più rappresentative banche di semi del mondo. Queste banche di semi sono dirette da riproduttori esperti, che sono riusciti a produrre alcune delle varietà cannabiche più potenti oggi in circolazione, con concentrazioni di THC che raggiungono il 20% o anche di più.

Per evitare di ordinare una varietà troppo potente per i vostri gusti, vi suggeriamo di parlare con l'erbista del coffeeshop per trovare qualcosa di adatto per voi. Se dopo aver parlato con l'erbista siete ancora bloccati sulla scelta da fare, vi consigliamo di scegliere una Sativa ibrida.

Le varietà di cannabis Sativa sono note per indurre effetti energetici, tonificanti, e cerebrali. Le Indica, al contrario, tendono a provocare un più forte stono fisico, che utilizzatori inesperti potrebbero trovare opprimente.

6. SCEGLIETE ORGANICO!

L'erba coltivata organicamente si sta facendo strada sugli scaffali di gran parte dei coffeeshop di qualità di Amsterdam. Questa è una gran bella notizia per tutti gli utilizzatori che cercano di evitare le varietà coltivate con pesticidi/erbicidi chimici, o fertilizzanti sintetici.

Mentre è sempre preferibile essere un tantino scettici rispetto al modo in cui la cannabis vi viene reclamizzata, potere sempre parlare con gli erbisti del coffeeshop per scoprire se hanno in stock dell'erba davvero organica. Ricordate, lo scopo di andare in un coffeeshop è quello di avere con l'erba un'esperienza positiva. Perciò, non abbiate timore di chiederne di più su ciò che state comprando, e sul modo in cui è stato prodotto.

SCEGLIETE ORGANICO!

7. CONTROLLATE SEMPRE LA VOSTRA ERBA PRIMA DI COMPRARE

Una volta che avete finalmente trovato l'erba di vostro gradimento, non mancate di ispezionare i fiori prima di comprare. Sebbene Amsterdam venga spesso ritenuta come una capitale dell'erba, rinomata per una ganja fra la migliore del mondo, delle cime di scarsa qualità possono sempre intrufolarsi fra gli scaffali dei coffeeshop della città.

Perciò, chiedete sempre di vedere i vostri fiori prima di pagarli, ed accertatevi che soddisfano i vostri standard. Se siete un novellino, ecco alcune cose da verificare per assicurarvi che state comprando della buona erba:

  • Abbondanza di tricomi; hanno l'aspetto di fini cristalli bianchi che dovrebbero ricoprire interamente ogni “polpetta”.
  • Cime ben ripulite, senza rametti superflui e con zero semi.
  • Un aroma forte e pungente. Le nuove varietà d'erba possono avere profili aromatici molto complessi, che combinano qualsiasi cosa dal pino fresco al diesel, e persino al formaggio.
  • Buon contenuto di umidità. I vostri fiori non devono ovviamente essere bagnati, ma neanche devono essere troppo asciutti. Dovrebbero essere leggermente spugnosi al tatto, e non dovrebbero essere duri o spaccarsi quando li toccate.

8. NON CADETE NELLE TRAPPOLE PER TURISTI

Come abbiamo detto prima, la politica permissiva dell'Olanda riguardo alla cannabis ed altre “droghe leggere” attira migliaia di turisti da tutti gli angoli del pianeta. Purtroppo, questo flusso turistico ha portato all'apertura di certi coffeeshop che servono erba di bassa qualità a prezzi alti.

Se vi è possibile, parlate con gente amichevole del luogo e chiedete loro delle raccomandazioni sui coffeeshop da visitare. Se non avete quest'opzione, fate in modo di fare i vostri acquisti un po' dappertutto. Ricordate che esistono letteralmente centinaia di coffeeshop sparsi in tutta la città, e gran parte dei prodotti che vendono non sono esclusivi – il che vuol dire che potete trovare le stesse varietà presso molti rivenditori; quindi, se non siete contenti del prezzo, della qualità, o del servizio, in un dato posto, cercate semplicemente altrove.

9. CHIEDETE SEMPRE PRIMA DI ACCENDERE

Gran parte dei coffeeshop di Amsterdam hanno una zona fumatori. In alcuni vi sarà permesso perfino accendervi la canna ovunque all'interno del locale. Altri, tuttavia, non permettono di fumare sul posto. Per non sbagliarvi, chiedete sempre allo staff del coffeeshop prima di dare fuoco.

10. PROVATE UN COMMESTIBILE O UN VAPORIZZATORE

I cibi cannabici sono un modo grandioso per godersi gli effetti della cannabis, specialmente se non vi piace fumare o vi preoccupate per la vostra salute. Gran parte dei coffeeshop di Amsterdam vendono degli “space cake”, che generalmente consistono in una fetta di brownie al cioccolato infuso alla cannabis.

Quando sperimentate dei cibi cannabici, è importante rendersi conto che si sta assumendo una dose di THC molto più forte che non fumando o vaporizzando.

Per di più, gli effetti dei commestibili possono tardare fino a un'ora prima di manifestarsi, quindi è importante non lasciarsi trasportare: per restare in zona sicura, vi consigliamo di aspettare circa 45 minuti per vedere come vi sentite, ed a quel punto, se ce n'è bisogno, mangiarne un altro po'.

La vaporizzazione è un'altra tendenza in crescita nel mondo cannabico, ed alcuni dei coffeeshop di Amsterdam si sono rapidamente adeguati. Se vi piace vaporizzare, o avete voglia di provare, chiedete allo staff del coffeeshop se noleggiano dei vaporizzatori.

I vaporizzatori sono concepiti per estrarre i cannabinoidi ed i terpeni dalla materia vegetale della cannabis senza alcuna combustione. Ciò genera un vapore denso che contiene alte concentrazioni di THC ed altre sostanze presenti nella pianta di cannabis, ma che è privo delle particelle cancerogene presenti nel fumo ordinario.

11. NON CONSUMATE CANNABIS A STOMACO VUOTO

Fate sempre in modo di mangiare qualcosa prima di consumare cannabis, specialmente se avete intenzione di provare un commestibile. La gente di solito trova che gli effetti della cannabis sono più forti se consumata a stomaco vuoto, ed i commestibili generalmente si apprezzano di più se precedentemente avete mangiato e bevuto qualcosa.

Per fortuna, gran parte dei coffeeshop vende snack leggeri e bevande non alcooliche. Certi propongono anche dei succhi fatti in casa, sandwich, dolci, e svariati altri prodotti.

Ricordate anche di stare ben idratati quando vi state godendo la vostra cannabis, ed evitate di mischiare alcool con erba. Sebbene i coffeeshop non siano autorizzati a vendere alcool, molti bar permettono di fumare, e ciò vuol dire che è piuttosto facile combinare le due cose.

12. PORTATEVI CONTANTI

Purtroppo, non tutti i coffeeshop accettano carte di credito o debito, quindi assicuratevi di avere dei contanti appresso. Il prezzo medio dell'erba ad Amsterdam è di circa 10-12€ al grammo. Le canne di solito vanno sui 5€ l'una.

PORTATEVI CONTANTI

13. PORTATEVI LA VOSTRA PIPA O BONG

Se preferite fumare da una pipa o un bong, fate in modo di portarvi i vostri. Molti coffeeshop sorprendentemente non vendono articoli per fumatori.

Per fortuna, in tutta la città è pieno di “headshop” (negozi per fumatori di cannabis), dove potete facilmente acquistare una pipa o bong ad un prezzo decente.

14. NON PORTATE MAI ALCOOL O DROGHE DENTRO UN COFFEESHOP

Come abbiamo detto prima, i coffeeshop non sono autorizzati a vendere alcun tipo di bevanda alcolica. Ciò significa che non è permesso neppure il consumo di alcool all'interno del locale.

Un'altra cosa molto importante da sapere è che anche se Amsterdam viene considerata un buon posto per fare festa, e c'è abbondanza di droghe in circolazione, non dovreste mai introdurre alcuna droga in un coffeeshop. E per “droga” intendiamo qualunque cosa a parte la cannabis.

Le droghe pesanti sono proibite in Olanda, e sono un'ottima scusa per la polizia per far chiudere un coffeeshop. E ancora una volta: per “droghe pesanti” vogliamo dire qualunque cosa a parte la cannabis.

Quindi quando entrate in un coffeeshop lasciate le vostre pastiglie, o bustine, o qualunque altra cosa, in qualsiasi altro posto che non siano le vostre tasche, perché sporadicamente succede che la polizia entri nei coffeeshop e perquisisca i luoghi alla ricerca di droghe. E voi non avete voglia di essere considerati la persona responsabile della chiusura di un coffeeshop.

15. DIVERTITEVI!

La parte più importante dell'andare in un coffeeshop ad Amsterdam è divertirsi. Non mancate di assorbire l'energia ed atmosfera uniche del posto in cui vi trovate, e non sentitevi obbligati a consumare cannabis: sarà perfetto anche se volete giusto godervi un caffè, un succo, uno snack, e rilassarvi.